Le curve epidemiche

Le curve epidemiche (numero dei casi al trascorrere dei giorni) forniscono utili indicazioni sull'origine e l'andamento delle varie malattie. Ecco due esempi, tratti dal volume "Elementi di epidemiologia" di Irene Figà Talamanca.
• La prima curva tipica di una malattia infettiva a contagio diretto (come il morbillo), composta da casi primari e casi secondari con un periodo di incubazione di circa due settimane; in questa situazione le fonti di contagio sono molteplici.
• La seconda curva tipica di una intossicazione alimentare collettiva di persone che hanno consumato un pasto rancido; un caso in cui l'epidemia non si propaga e non d quindi luogo ad una seconda ondata.

altro