indice       <<< 

\RI Sigla di Repubblica Italiana. 

\ri- Primo elemento di parole composte tratto dal latino re-che viene usato per indicare la ripetizione di un'azione o il ritorno a uno stato precedente o con significato rafforzativo. 

\ría, sf. invar. (plur. rías) Valle incassata e occupata dal mare, presente in Bretagna, in Galizia e in Irlanda, che forma un golfo frastagliato e profondo. 
 @   dallo spagnolo. 

\riabbassàre, v. tr. Abbassare nuovamente. 

\riabbàttere, v. tr. Abbattere nuovamente. 

\riabbottonàre, v. tr. Abbottonare nuovamente. 

\riabbracciàre, v. v. tr. 1 Abbracciare nuovamente. 2 Vedere nuovamente qualcuno dopo lungo tempo. ~ ritrovare. 
v. rifl. Abbracciarsi nuovamente. 

\riabilitàre, v. v. tr. 1 Abilitare nuovamente. 2 Reintegrare nelle funzioni o nei diritti. fu riabilitato nelle sue funzioni. 3 Ridare stima, buona fama a chi l'aveva perduta. 4 Rendere di nuovo in condizioni di efficienza di funzionamento. 
v. intr. pron. 1 Riacquistare stima. 2 Redimersi. 
 X   v. tr. 1 to rehabilitate. 2 (fig.) to restore. 3 (redimere) to redeem. 4 (dir.) to reinstate. 
 @   da ri-+ abilitare

\riabilitazióne, sf. 1 Il riabilitare e il riabilitarsi. 2 Reintegrazione. 

\riabituàre, v. v. tr. Abituare nuovamente. 
v. intr. pron. Riprendere un'abitudine. 

\riaccèndere, v. tr. Accendere nuovamente. ~ ravvivare. 

\riaccennàre, v. tr. Accennare nuovamente. 

\riacchiappàre, v. tr. Acchiappare nuovamente. 

\riacciuffàre, v. tr. Acciuffare nuovamente. 

\riaccomodàre, v. v. tr. Accomodare nuovamente. 
v. rifl. Riappacificarsi, riconciliarsi. 

\riaccompagnàre, v. tr. Accompagnare nuovamente. 
 X   v. tr. to take back. 

\riaccostàre, v. v. tr. Accostare nuovamente. 
v. rifl. Accostarsi nuovamente. 

\riaccreditaménto, sm. L'atto e l'effetto del riaccreditare. 
Lettera di riaccreditamento 
Documento che lo stato presso il quale il diplomatico presta servizio invia allo stato al quale l'agente appartiene quando questi viene richiamato in patria. 

\Riàce Comune in provincia di Reggio Calabria (1.694 ab., CAP 89040, TEL. 0964). 

\Riacofilìdi Famiglia di Insetti tricotteri equipalpi che comprende le forme più primitive dell'ordine. 

\riacquistàre, v. tr. 1 Acquistare nuovamente. 2 Recuperare quello che si era perduto. ~ riavere. 
 X   v. tr. to recover. 

\riacquìsto, sm. Azione ed effetto del riacquistare. 

\riacutizzàre, v. v. tr. 1 Rendere nuovamente più acuto. 2 Il ricordare qualcosa di doloroso. ~ inasprire. <> calmare, lenire. 
v. intr. pron. Farsi nuovamente più acuto. ~ inasprirsi, incattivirsi. <> calmarsi. 

\riadattaménto, sm. 1 Il riadattare e il riadattarsi. 2 Nuovo adattamento. 

\riadattàre, v. v. tr. Adattare nuovamente. ~ ripristinare. 
v. rifl. Adattarsi nuovamente. ~ riabituarsi. 

\riaddormentàre, v. v. tr. Addormentare nuovamente. 
v. intr. pron. Addormentarsi nuovamente. 

\riadoperàre, v. tr. Adoperare di nuovo. 

\riaffacciàre, v. v. tr. Affacciare nuovamente. 
v. rifl. 1 Affacciarsi nuovamente. 2 Ripresentarsi. ~ riapparire. 

\riaffermàre, v. v. tr. Affermare nuovamente o più precisamente. ~ confermare. <> negare. 
v. rifl. Imporsi nuovamente. 

\riafferràre, v. tr. Afferrare nuovamente. 

\riaffezionàre, v. v. tr. Affezionare nuovamente. 
v. intr. pron. Tornare ad affezionarsi. 

\riaffioràre, v. tr. Affiorare nuovamente. ~ riemergere. 

\riaffittàre, v. tr. Affittare nuovamente. 

\riagganciàre, v. tr. Agganciare nuovamente. 

\riaggiustàre, v. tr. Aggiustare nuovamente. 

\riaggravàre, v. v. tr. Aggravare nuovamente. 
v. intr. pron. Aggravarsi nuovamente. 

\riagguantàre, v. tr. Agguantare nuovamente. 

\rial Unità monetaria dell'Iran, divisa in 100 dinars. 

\riallacciàre, v. v. tr. Allacciare nuovamente. ~ riavvicinarsi. <> allontanarsi. 
v. rifl. Ricollegarsi. 

\riallargàre, v. tr. Allargare nuovamente. 

\riallineaménto, sm. Ulteriore allineamento. 

\riallungàre, v. tr. Allungare nuovamente. 

\riàlto, sm. 1 Luogo posto in alto rispetto al punto di osservazione. 2 Rilievo in genere. 

\Riàlto Comune in provincia di Savona (520 ab., CAP 17020, TEL. 019). 

\Riàlto, pónte di Caratteristico ponte di pietra sul Canal Grande a Venezia. Costruito tra il 1588 e il 1591 da Antonio da Ponte e Antonio Contin, è basato su un unico arco ed è percorso da tre gradinate con doppie arcate coperte. 

\rialzaménto, sm. 1 Il rialzare e ciò che è rialzato. 2 Aumento in genere. 

\rialzàre, v. v. tr. 1 Alzare di più. rialzare la testa, riprendere coraggio, iniziativa. 2 Far salire, aumentare in genere. rialzare i prezzi
v. rifl. 1 Alzarsi nuovamente. 2 Risollevarsi, ristabilirsi. 
 X   v. tr. to raise, to lift. v. rifl. to rise. 
 @   da ri-+ alzare

\rialzàto, agg. 1 Alzato nuovamente. 2 Piano di un edificio appena più alto del livello stradale. 

\rialzìsta, sm. Chi, in borsa, gioca al rialzo. 

\riàlzo, sm. 1 Rialzamento. ~ salita. <> calo. 2 Aumento di prezzi in genere. ~ rincaro. si verificò un rialzo dei prezzi. 3 Sporgenza, prominenza, altura. quel rialzo del terreno occludeva la vista dell'intero panorama
 X   sm. rise, increase. 
 @   deriv. da rialzare

\riamàre, v. tr. 1 Amare nuovamente. 2 Corrispondere in amore. 

\riamàto, agg. Corrisposto in amore. 

\riammalàre, v. intr. Ricadere nuovamente ammalato. 

\riamméttere, v. tr. Ammettere nuovamente. 

\riammissióne, sf. Il riammettere. 

\riammogliàre, v. v. tr. Ridare moglie. 
v. intr. pron. Riprendere moglie. 

\riandàre, v. v. tr. Ricordare, rammentare. 
v. intr. Andare nuovamente. 

\rianimàre, v. v. tr. 1 Animare nuovamente. ~ rinvenire. <> tramortire. non bastò la respirazione artificiale per rianimarlo. 2 Rimettere in forze. ~ curare. 3 Infondere nuovamente coraggio. lo rianimò con quelle parole dolci
v. intr. pron. 1 Tornare vivace, riprendere animo, riprendere vita. ~ rimettersi. <> svenire. 2 Riprendere coraggio. 
 X   v. tr. to revive, to reanimate. v. intr. pron. to recover one's senses. 
 @   da ri-+ animare. 

\rianimazióne, sf. 1 L'azione del rianimare. 2 In medicina è il complesso di tecniche di pronto soccorso intese all'attivazione o alla normalizzazione delle funzioni cardiocircolatorie e respiratorie in pazienti in cui tali funzionalità sono state bruscamente arrestate o compromesse. Tra i metodi di pronto soccorso utilizzabili per la rianimazione occorre ricordare la respirazione artificiale e il massaggio cardiaco. Se possibile, è ovviamente preferibile ricorrere al supporto del personale sanitario che può praticare l'elettrostimolazione e la defibrillazione cardiaca e, se necessario, ricorrere alla circolazione extracorporea. 
 X   sf. 1 reanimation, resuscitation. 2 (reparto) intensive care unit. 

\riannessióne, sf. Annessione di un territorio precedentemente perduto. 

\riannèttere, v. tr. Annettere nuovamente. 

\riannodàre, v. tr. Annodare nuovamente. ~ riallacciare. 

\Riàno Comune in provincia di Roma (6.017 ab., CAP 00060, TEL. 06). 

\riapertùra, sf. 1 Il riaprire. 2 Ripresa di un'attività. 

\riapparìre, v. v. intr. Apparire nuovamente. ~ ritornare. <> dileguarsi. 

\riapparizióne, sf. 1 Il riapparire. 2 Nuova apparizione. 
v. intr. pron. Prendere nuovamente possesso. 

\riaprìre, v. v. tr. 1 Aprire nuovamente. <> richiudere. 2 Rimettere in attività. ~ riprendere. <> interrompere. riaprire un negozio. 3 Rendere nuovamente accessibile. riaprire una strada
v. intr. pron. Il riprendere delle lezioni, delle recite ecc. 
 X   v. tr. e v. intr. pron. to reopen. 
 @   da ri-+ aprire

\riàrdere, v. v. tr. 1 Inaridire col calore. 2 Bruciare di nuovo. 
v. intr. Bruciare. ~ inaridire. 

\Riàrdo Comune in provincia di Caserta (2.633 ab., CAP 81053, TEL. 0823). 

\riarmaménto, sm. Il riarmare. 

\riarmàre, v. v. tr. 1 Armare nuovamente. riarmare l'esercito, fornirlo di attrezzature più moderne. 2 Rimettere in efficienza. riarmare il fucile, metterlo nelle condizioni di sparare un nuovo colpo. 
v. rifl. Fornirsi di armi. 
 @   da ri-+ armare

\riàrmo, sm. Il riarmare. 
 X   sm. rearmament. 

\riàrso, agg. Secco, arido. ~ inaridito. <> fecondo. 
 X   agg. parched, dry. 

\riascoltàre, v. tr. Ascoltare nuovamente. 

\riassalìre, v. tr. Assalire nuovamente. 

\riassaporàre, v. tr. Assaporare nuovamente. 

\riassestàre, v. v. tr. 1 Assestare nuovamente. 2 Rimettere in ordine. 
v. intr. pron. e rifl. 1 Assestarsi nuovamente. 2 Rimettersi in ordine. 

\riassettàre, v. v. tr. Riordinare. ~ accomodare. 
v. rifl. 1 Abbigliarsi in modo conveniente. 2 Rimettersi in ordine. 
 X   v. tr. to tidy. 

\riassètto, sm. 1 Il riassettare. 2 Nuovo ordinamento. 
 X   sm. 1 rearrangement. 2 (riorganizzazione) reorganization. 

\riassicuràre, v. tr. 1 Assicurare nuovamente. 2 Rinnovare il contratto di assicurazione. 

\riassicurazióne, sf. Contratto tramite il quale le società di assicurazione si garantiscono presso imprese terze dai rischi di pagamento di indennità agli assicurati. Le assicurazioni sono in grado quindi di coprire rischi maggiori, condividendo il rischio con altre assicurazioni. 

\riassopìrsi, v. intr. pron. Assopirsi nuovamente. 

\riassorbiménto, sm. Il riassorbire. 

\riassorbìre, v. v. tr. Assorbire nuovamente o completamente. 
v. intr. pron. Essere nuovamente assorbito. 

\riassùmere, v. tr. 1 Assumere nuovamente. 2 Riprendere. 3 Condensare un qualsiasi scritto, discorso ecc. ~ sintetizzare. <> arricchire. 
 X   v. tr. 1 to summarize. 2 (impiegare nuovamente) to re-employ. 

\riassumìbile, agg. Che si può riassumere. 

\riassuntìvo, agg. 1 Che riassume. 2 Che ricapitola in breve. ~ sintetico. <> esteso. 

\riassùnto, agg. e sm. agg. 1 Ripreso, assunto di nuovo. 2 Raccolto, abbreviato, compendiato, eseguito in forma riassuntiva.
sm. Scritto o discorso che ne riassume altri. ~ sunto, sommario, riepilogo, sintesi, compendio, ricapitolazione. 
 X   sm. summary. 

\riassunzióne, sf. L'assumere nuovamente. 

\riattaccàre, v. v. tr. 1 Attaccare nuovamente. riattaccare il telefono, interrompere la comunicazione appoggiando il ricevitore. 2 Ricominciare dopo una sosta un'azione o un discorso. riattaccava a piovere
v. rifl. Tornare ad attaccarsi. 
 @   da ri-+ attaccare

\riattaménto, sm. Riparazione volta a restituire efficienza. 

\riattàre, v. tr. Rendere nuovamente efficiente. ~ ristrutturare. 

\riattivàre, v. tr. Rimettere in uso. ~ ripristinare. 

\riattivazióne, sf. Il riattivare. 

\riattizzàre, v. tr. Attizzare nuovamente. 

\Riau Provincia (3.304.000 ab.) dell'Indonesia centro-orientale, capoluogo Pakanbaru. 

\riavére, v. v. tr. 1 Avere nuovamente. 2 Recuperare. ~ rimpadronirsi. <> perdere. non aveva ancora riavuto i soldi che aveva anticipato. 3 Ridare vigore. 
v. intr. pron. 1 Riprendere vigore. 2 Riprendersi. ~ rinforzarsi. <> debilitarsi. non si era ancora riavuto dallo spavento
 X   v. tr. 1 to have again. 2 (riacquistare) to recover. v. rifl. 1 to recover. 2 (riprendersi) to recover one's senses. 
 @   da ri-+ avere

\riavvicinaménto, sm. Il riavvicinare o il riavvicinarsi. ~ riconciliazione. <> allontanamento. 

\riavvicinàre, v. v. tr. Avvicinare nuovamente. 
v. rifl. 1 Riaccostarsi. 2 Riconciliarsi. 

\riavvòlgere, v. tr. Avvolgere nuovamente. 

\ribadìre, v. tr. 1 Ritorcere la punta di un chiodo conficcato e uscito dall'altra parte. ~ ribattere. 2 Rafforzare con nuove ragioni. voleva ribadire l'importanza di quel concetto
 X   v. tr. 1 to reaffirm. 2 (fig.) to confirm. 
 @   etimo incerto. 

\ribaditrìce, sf. Macchina automatica che infila e ribadisce dieci o più ribattini allo stesso tempo, collegando ad angolo retto due pezzi di legno. 

\ribaditùra, sf. L'atto del ribadire. 

\ribadocchìno, sm. Termine che designava gli organi e i pezzi di artiglieria che li armavano. 

\ribalderìa, sf. L'essere ribaldo, briccone. 

\ribàldo, sm. Birbante pronto a ogni cattiva azione. ~ canaglia. 

\ribàlta, sf. 1 Piano incernierato che si può alzare o abbassare. ~ ribaltina, antina. la ribalta della scrivania non si apriva più. 2 La parte anteriore del palcoscenico, proscenio. ~ boccascena. venire alla ribalta, acquistare improvvisamente fama e notorietà. 
 X   sf. 1 (proscenio) front of the stage. 2 (strumento per illuminazione) limelight. 
 @   deriv. da ribaltare

\Ribalta di gloria Film biografico, americano (1942). Regia di Michael Curtiz. Interpreti: James Cagney, Joan Leslie, Walter Huston. Titolo originale: Yankee Doodle Dandy 

\Ribalta, Francisco (Solsona 1565-Valencia 1628) Pittore spagnolo. Tra le opere Ultima cena (Valencia, Collegio del Patriarca). 

\ribaltàbile, agg. Che si può ribaltare. ~ rovesciabile. <> fisso, inamovibile. 
 X   agg. (sedile) tip-up, reclining seat. 

\ribaltaménto, sm. Il ribaltare o il ribaltarsi. ~ capovolgimento. 

\ribaltàre, v. v. tr. Rovesciare, capovolgere. il vento aveva ribaltato i tetti di varie abitazioni
v. intr. pron. 1 Il rovesciarsi. il veicolo si ribaltò e finì nel fosso. 2 Il rovesciarsi di una situazione. 
 X   v. tr. to tip over, to turn over. v. intr. pron. to overturn. 
 @   da ri-+ deriv. da balta

\ribaltìna, sf. Parte ripiegata della copertina di un libro. 

\ribaltìno, sm. Diminutivo in tono scherzoso di ribaltone. 

\ribaltóne, sm. Rovesciamento politico in genere accompagnato da disordini e confusione. 

\ribassàre, v. tr. Il diminuire dei prezzi. ~ abbassare. <> alzare. 
 X   v. tr. to reduce, to lower, to bring down. 

\ribassìsta, sm. (pl.-i) Chi, in borsa, gioca al ribasso. 

\ribàsso, sm. 1 Diminuzione di prezzo o di valore. ~ calo. <> rialzo. prezzi in ribasso, che presentano tendenza a diminuire. 2 Sconto. fare un ribasso. 3 Aver perduto di importanza. 
 X   sm. 1 drop, fall. 2 (riduzione) reduction. 
 @   deriv. da ribassare

\ribàttere, v. tr. 1 Battere nuovamente. ~ picchiare. 2 Di argomenti, confutarli. ~ ribadire. non serviva a nulla ribattere la questione, perché non era ritenuta importante. 3 Respingere. ribattere un attacco
 X   v. tr. 1 to hit back, to return. 2 (confutare) to refute. 
 @   da ri-+ battere

\ribattezzàre, v. tr. 1 Battezzare nuovamente. 2 Dare un nuovo nome. 

\ribattìno, sm. Chiodo usato per unire elementi metallici. 

\ribattitóre, sm. (f.-trìce) Chi ribatte una palla o un pallone. 

\ribattitùra, sf. Il battere nuovamente. 

\ribattùta, sf. 1 Azione ed effetto del ribattere. 2 Tecnica vocale che consiste nell'eseguire velocemente due o più note vicine in modo da emettere una specie di trillo. 

\Ribbentrop, Joachim von (Wesel 1893-Norimberga 1946) Uomo politico tedesco, ministro degli esteri dal 1938, fu attivo fautore dell'espansionismo hitleriano. Firmò il cosiddetto patto d'acciaio con il Giappone e l'Italia (1939) e il patto di non aggressione con Molotov (1939). Fu condannato a morte dal tribunale di Norimberga. 

\ribèca, sf. Strumento musicale ad arco simile alla viola. 

\Ribeira Fiume (500 km) del Brasile. Nasce nello stato di Paran´ e sfocia nell'oceano Atlantico. 

\Ribeirão Prêto Città (422.000 ab.) del Brasile, nello stato di São Paulo, sul fiume omonimo. 

\ribellàre, v. v. tr. Indurre alla ribellione. 
v. intr. pron. 1 Insorgere contro una forma di potere. ~ reagire. <> adattarsi. il popolo si ribellò all'oppressione dello straniero. 2 Rifiutarsi di obbedire, opporsi. ribellarsi ai soprusi, denunciarli. 
 X   v. intr. pron. to rebel against. 
 @   lat. rebellare, comp. da re-+ bellare, combattere. 

\ribèlle, agg., sm. e sf. agg. 1 Che si ribella all'autorità. ~ disobbediente. <> obbediente. 2 Indomabile, ostinato. ~ indocile, riottoso. <> disciplinato. carattere ribelle
sm. e sf. 1 Chi contrasta l'autorità della legge. 2 Rivoltoso. i ribelli controllavano ormai l'accesso alla capitale
 X   agg. 1 (soldato) rebel. 2 (fig., ragazzo) rebellious. sm. e sf. rebel. 
 @   lat. rebellis, da rebellare

\Ribelle, Il Film drammatico, americano (1944). Regia di Clifford Odets. Interpreti: Cary Grant, Ethel Barrymore, Jane Wyatt. Titolo originale: None but the Lonely Heart 

\ribellióne, sf. Il ribellarsi all'autorità costituita. ~ insurrezione. 
 X   sf. rebellion. 
 @   lat. rebellio,-onis. 

\Ribèra Comune in provincia di Agrigento (21.004 ab., CAP 92016, TEL. 0925). Centro agricolo (coltivazione di ortaggi, cereali e frutta) e industriale (prodotti meccanici e alimentari). Vi si trovano resti di origine bizantina della necropoli di Allava. Gli abitanti sono detti Riberesi

\Ribera, José de (J´tiva 1591-Napoli 1652) detto lo Spagnoletto. Pittore spagnolo. Tra le opere Martirio di San Bartolomeo (1630 o 1639, Madrid, Prado) e Il sogno di Giacobbe (1632, Madrid, Prado). 

\rìbes, sm. Nome comune dei cespugli del genere ribes a fogliame caduco o persistente distribuito geograficamente nelle regioni fredde o temperate dell'emisfero settentrionale. Alcune specie sono importanti per la riproduzione del frutto detto appunto ribes (famiglia delle sassifragacee, oltre 150 specie). I ribes sono spesso spinescenti, hanno foglie picciolate, semplici e alterne; i fiori sono in alcune specie solitari oppure a spighe o a grappoli; il frutto è una bacca contenente molti semi. Le principali specie di ribes, importanti per la frutticultura, sono: Ribes rubrum, Ribes petraeum, Ribes vulgare, Ribes nigrum e il Ribes grossularia (o uva spina). In frutticultura si coltivano forme provenienti da incroci spontanei o artificiali. Si sviluppano per talea o impollinazione, in terreno fresco e ricco di sostanze organiche. Vengono coltivati in Europa e nell'America settentrionale. I frutti sono rossi e bianchi nel ribes comune, neri o verdi nel ribes nero, verdi o gialli o bianchi nell'uva spina. Molte specie sono coltivate solo per ornamento come il Ribes aureum (californiano a fiori gialli), lodoratum (delle montagne rocciose con fiori gialli riuniti in gruppetti), sanguineum (della california a fiori rosa vivo) e alpinum (a fiori verdi giallastri comune nelle zone boscose di montagna). 
 X   sm. 1 currant. 2 (nero) blackcurrant. 3 (rosso) redcurrant. 

\ribòbolo, sm. Parola o frase popolare, in genere fortemente espressiva. 

\riboccàre, v. intr. 1 Traboccare, abbondare. 2 Essere pieno. 

\riboflavìna, sf. Termine usato comunemente per indicare la vitamina B2

\ribolliménto, sm. Il ribollire. 

\ribollìre, v. v. tr. Fare bollire nuovamente. 
v. intr. 1 Bollire nuovamente. ~ sobbollire. 2 Fermentare. il mosto ribolliva nei tini. 3 Agitarsi sotto un forte impulso. ~ fremere. ribolliva dallo sdegno ma non disse nulla e se ne andò
 X   v. intr. 1 to boil. 2 (fermentare) to ferment. 3 (fig.) to seethe. 
 @   da ri-+ bollire

\ribollitùra, sf. Il ribollire. 

\ribonucleico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a un gruppo di acidi nucleici che contengono anche ribosio. 

\ribonucleoproteìne Strutture intracellulari complesse che si formano a seguito dell'interazione dell'RNA dei nuclei di cellule eucariotiche con diverse proteine. 

\Ribordóne Comune in provincia di Torino (118 ab., CAP 10080, TEL. 0124). 

\ribòsio, sm. Monosaccaride a cinque atomi di carbonio di formula CH2OH(CHOH)3CHO presente in vari composti organici (RNA, riboflavina ecc.). 

\ribosòma, sm. Corpuscolo tondeggiante a forma di granulo contenuto nel citoplasma delle cellule, che partecipa alla sintesi delle proteine. I ribosomi contengono ribonucleoproteine.   +  

\ribrézzo, sm. Senso di repulsione. ~ disgusto. 
 X   sm. loathing, disgust. 

\ributtànte, agg. Ripugnante, disgustoso. ~ vomitevole. <> allettante. 
 X   agg. revolting, disgusting. 

\ributtàre, v. v. tr. 1 Buttare nuovamente. 2 Gettare fuori. 3 Vomitare, respingere. 4 Germogliare di piante. 5 Affrontare e respingere. ributtarono il nemico fuori dalla città
v. rifl. 1 Buttarsi nuovamente. 2 Avvilirsi. 
 @   da ri-+ buttare

\ricacciàre, v. v. tr. 1 Cacciare nuovamente. 2 Respingere con violenza. ~ allontanare. <> accogliere. riuscirono a ricacciare gli invasori fuori dalla città. 3 Ricacciare in gola. 4 Rimettere, restituire. lo obbligarono a ricacciare i soldi datigli
v. rifl. Cacciarsi dentro nuovamente. 
 @   da ri-+ cacciare

\ricadére, v. intr. 1 Cadere nuovamente. ~ ripiombare. 2 Commettere nuovamente errori. 3 Riammalarsi. 4 Pendere, discendere. le trecce ricadevano dolcemente sulle spalle. 5 Riversarsi. le accuse ricaddero tutte su di lui, incapace di fornire un alibi adeguato
 X   v. intr. 1 to fall again. 2 (scendere) to hang down. 3 (fig.) to fall back. 4 (gravare) to fall. 
 @   da ri-+ cadere

\Ricàdi Comune in provincia di Vibo Valentia (4.169 ab., CAP 88036, TEL. 0963). 

\ricadùta, sf. 1 Il riacutizzarsi di una malattia. ~ aggravamento. 2 Atto del ricadere. ebbe una ricaduta nel vizio del fumo
 X   sf. relapse. 

\ricalcàbile, agg. Che si può ricalcare. 

\ricalcàre, v. tr. 1 Calcare nuovamente. ricalcare le orme di qualcuno, seguirne l'esempio. 2 Riprodurre un disegno ripassando sull'originale. 3 Riprodurre, imitare. ~ copiare. ricalcare uno stile
 X   v. tr. 1 to trace. 2 (fig.) to follow faithfully. 
 @   lat. recalcare, comp. da re-+ calcare premere col piede. 

\ricalcatóio, sm. Strumento utilizzato in fonderia per operazioni di formatura. 

\ricalcatùra, sf. L'operazione del ricalcare e il risultato. 

\ricalcificàre, v. v. tr. Calcificare nuovamente. 
v. rifl. Calcificarsi nuovamente. 

\ricalcificazióne, sf. In chimica, aggiunta di sali di calcio a una soluzione precedentemente calcificata. 

\ricalcitrànte, agg. Che ricalcitra. 
 X   agg. 1 kicking. 2 (riluttante) reluctant. 

\ricalcitràre, v. intr. 1 Resistere impuntandosi ostinatamente. quel cavallo ricalcitrava continuamente e rifiutava di obbedire. 2 Contrastare, fare resistenza. vorrebbero che facesse quel lavoro, ma lei ricalcitra
 @   lat. recalcitrare, comp. da re-+ calcitrare tirar calci. 

\ricàlco, sm. 1 L'operazione del ricalcare. 2 Ricopiare per mezzo di carta copiativa. 

\Ricaldóne Comune in provincia di Alessandria (677 ab., CAP 15010, TEL. 0144). 

\ricamàre, v. tr. 1 Disegnare con ago e filo figure su tessuti. ~ ornare, adornare. ricamare le iniziali su un fazzoletto. 2 Curare molto la forma. ~ abbellire. <> impoverire. 3 Aggiungere particolari inesistenti a fatti avvenuti. era sua abitudine ricamare i resoconti delle sue vacanze
 X   v. tr. to embroider. 
 @   arabo raqama

\ricamatóre, sm. (f.-trìce) Chi ricama. 

\ricambiàre, v. v. tr. 1 Cambiare nuovamente. 2 Contraccambiare. ~ rendere. 
v. rifl. Scambiarsi. 
 X   1 to change again. 2 (rendere) to repay, to return. 

\ricàmbio, sm. 1 Il ricambiare. 2 Sostituzione di parti rotte di una macchina, di uno strumento ecc. pezzi di ricambio. 3 Avvicendamento, passaggio. ricambio della classe dirigente
 X   sm. 1 replacement. 2 (fisiologico) metabolism. 3 (pezzo meccanico) spare part. 
 @   deriv. da ricambiare

\ricàmo, sm. 1 L'arte del ricamare. scuola di ricamo. 2 Il lavoro ottenuto dal ricamare. 3 Opera fine e delicata. 4 Aggiunta di particolari inesistenti a un racconto e simili. faceva molti ricami nei suoi racconti
 X   sm. embroidery. 
 @   deriv. da ricamare

\ricandidàre, v. v. tr. Candidare nuovamente. 
v. rifl. Candidarsi nuovamente. 

\ricantàre, v. tr. 1 Cantare nuovamente. 2 Dire apertamente, ripetere. 

\ricapitalizzàre, v. tr. Investire nuovamente una rendita da capitali. 

\ricapitalizzazióne, sf. L'operazione di ricapitalizzare. 

\ricapitolàre, v. tr. Riassumere qualcosa già detto. ~ riassumere. 
 X   v. tr. to sum up, to recapitulate. 

\ricapitolazióne, sf. 1 Il ricapitolare. 2 Riepilogo. 

\Ricardo, David (Londra 1772-Gatcomb Park 1823) Economista inglese, maggiore esponente della scuola classica. Fu il primo ad analizzare scientificamente il sistema capitalistico, evidenziando i contrasti tra le varie classi sociali. Portò avanti la teoria di A. Smith, secondo cui il lavoro determina i costi di produzione, e analizzò le leggi sul potere di acquisto della moneta e sul libero scambio. Tra le sue opere, Saggio sull'influenza del basso prezzo del grano sul profitto del capitale (1815), Principi dell'economia politica e delle imposte (1817). 

\ricàrica, sf. 1 Nuovo caricamento. 2 Dispositivo atto a ricaricare. 

\ricaricàre, v. v. tr. Caricare nuovamente. ~ rialimentare. <> esaurire. non fece in tempo a ricaricare l'arma da fuoco e dovette arrendersi
v. rifl. Caricarsi nuovamente, rigenerarsi. 
 X   v. tr. 1 to reload. 2 (batteria) to recharge. 3 (orologio) to rewind. 
 @   da ri-+ caricare

\ricascàre, v. intr. 1 Cascare nuovamente. 2 Ricadere in errori, colpe e simili. 

\Ricàsoli, Bettìno (Firenze 1809-Brolio 1880) Barone, uomo politico italiano di tendenze moderate e liberali, divenne dittatore del granducato di Toscana dopo la fuga del granduca Leopoldo II. Succedette a Cavour (1861) quale presidente del consiglio. Si dimise nel 1862, ritornò in carica nel 1866 fino al 1867. 

\ricattàbile, agg. Che si può ricattare. 

\ricattàre, v. tr. Estorcere denaro, minacciando. 
 X   v. tr. to blackmail. 

\ricattatóre, sm. (f.-trìce) Chi ricatta. 
 X   sm. blackmailer. 

\ricattatòrio, agg. Che tende al ricatto. 

\ricàtto, sm. Il ricattare con minacce, estorsione. 
 X   sm. blackmail. 

\ricavàbile, agg. Che si può ricavare. 

\ricavàre, v. tr. 1 Cavare nuovamente. 2 Trarre un utile, un guadagno. 3 Estrarre. 4 Arrivare a capire. ~ dedurre, desumere. 
 X   v. tr. 1 (ottenere) to obtain. 2 (trarre) to draw. 3 (estrarre) to extract. 4 (guadagnare) to earn. 

\ricavàto, agg. e sm. agg. 1 Ottenuto. 2 Fatto. 
sm. 1 Ricavo ottenuto da una vendita o altro. ~ utile, resa. 2 Vantaggio, frutto. ~ guadagno. 
 X   sm. pl. proceeds. 

\ricàvo, sm. Quantità monetaria proveniente da una vendita o da altra prestazione. ~ Guadagno, profitto. 
Il ricavo totale è il prezzo unitario per la quantità venduta, il ricavo medio è il rapporto tra il ricavo totale e la quantità, mentre il ricavo marginale è l'aumento del ricavo totale rispetto all'aumento della quantità. 

\riccaménte, avv. Da ricco, lussuosamente. 

\Riccàrdi di Lantòsca, Vincènzo (Rio de Janeiro 1829-Ravenna 1887) Poeta. Attivo dal 1856 come insegnante, produsse una poesia di forma raffinata. Tra le opere, Le isole deserte (1877). 

\Riccàrdo Nome di sovrani. 
Riccardo I 
=> "Riccardo I Cuor di Leone" 
Riccardo II 
(Bordeaux 1367-Pontefract 1400) Figlio di Edoardo II il Principe Nero, succedette a Edoardo III. Nel 1397 tolse al parlamento i suoi poteri instaurando un regime assolutistico. Morì assassinato dal cugino Enrico IV di Lancaster. 
Riccardo III 
(Fortheringhay Castle 1452-Bosworth 1485) Fratello di Edoardo IV, fu duca di Gloucester. Alla morte del fratello, nel 1483, fece uccidere il nipote Edoardo V, usurpandone il trono. 

\Riccàrdo I Cuòr di Leóne (Oxford 1157-Châlus 1199) terzogenito di Enrico II e di Eleonora d'Aquitania. Duca d'Aquitania (1169), passò gli anni della sua giovinezza a combattere contro i baroni ribelli per salvare il suo ducato e, istigato da Filippo II Augusto, combatté anche contro il padre che alla morte del fratello maggiore Enrico il Giovane l'aveva designato suo successore (1183), a patto però che cedesse l'Aquitania al fratello minore Giovanni Senza Terra. Incoronato Re d'Inghilterra nel 1189, dopo due anni partì per la terza crociata assolvendo a un impegno già preso, indebitandosi gravemente e attingendo al tesoro di Enrico II. Partì da Marsiglia con 8.000 uomini. Durante il viaggio sottomise Messina e Cipro. Giunto in Palestina, conquistò Ascalona e San Giovanni d'Acri (1191), vinse il Saladino (Arsur 1191) e conquistò Giaffa. Abbandonato da Filippo II che lasciò la Palestina per ritornare in Francia a curare i suoi interessi e per appoggiare il fratello Giovanni Senza Terra che intendeva trasformare la reggenza in possesso definitivo, Riccardo dovette concludere una tregua con il Saladino per far ritorno in Inghilterra. Il suo ritorno in patria fu ostacolato dai suoi avversari, tra cui il duca Leopoldo V di Babenberg che lo catturò e lo consegnò a Enrico VI, il quale lo liberò nel 1194 dopo il pagamento di un oneroso riscatto. Ritornato in patria, debellò una rivolta ordita dal fratello Giovanni Senza Terra e dai feudatari ribelli, lasciando il governo all'arcivescovo di Canterbury; ritornò quindi immediatamente in Francia per riconquistare i territori appartenenti alla corona inglese. Vinse contro Filippo II Augusto prendendo possesso della Normandia (1194-1198). Morì nel 1199 colpito da una freccia mentre assediava il castello di Châlus. 

\Riccardo II Dramma di W. Shakespeare (1595-1596). 

\Riccardo III Tragedia di W. Shakespeare (1592-1593). Alla morte di suo fratello Edoardo IV, Riccardo usurpa la corona uccidendo i due figli di Edoardo. Questi e altri misfatti, tra i quali l'assassinio del fratello Giorgio, duca di Clarence, vengono vendicati da Enrico, duca di Richmond, che uccide Riccardo nella battaglia di Bosworth e diventa Enrico VII, primo re Tudor e nonno di Elisabetta I. Il corpo deforme di Riccardo corrisponde alla perversione della sua anima, ma la sua franchezza disarmante e la sua diabolica abilità non hanno mai mancato di attirare il pubblico. È una delle tragedie storiche più note di Shakespeare. Deve il suo successo al ritratto del malvagio Riccardo duca di Gloucester. 
Riccardo III 
Film storico, britannico (1956). Regia di Laurence Olivier. Interpreti: Laurence Olivier, Claire Bloom, John Gielgud. Titolo originale: Richard III 

\Riccàti, Vincènzo (Castelfranco Veneto 1707-1775) Matematico. Docente a Padova e a Bologna, è noto soprattutto per le ricerche sulle funzioni iperboliche. Tra le opere, Opuscula ad res physicas et mathematicas pertinentia (Lavori di fisica e di matematica, 1762). 

\Ricche e famose Film commedia, americano (1981). Regia di George Cukor. Interpreti: Jacqueline Bisset, Candice Bergen, David Selby. Titolo originale: Rich and Famous 

\ricchézza, sf. 1 Abbondanza di beni e di denaro. ~ cospicuità. <> povertà. ricchezza mobile, il guadagno ottenuto attraverso il commercio. 2 Abbondanza di risorse intellettuali e interiori. 3 Opulenza, agiatezza. ~ copiosità, cospicuità. <> avarizia, esiguità. 4 Insieme dei beni, risorse di un ambiente. la ricchezza di alcuni paesi è data dal solo turismo
 X   sf. richness, wealth. 
 @   deriv. da ricco

\Rìcci, Antònio (Albenga, Savona 1950-) Autore televisivo. Iniziò l'attività collaborando agli spettacoli condotti da Beppe Grillo, Te la do io l'America (1981) e Te lo do io il Brasile (1984). Passato alla Fininvest, fu l'autore di Drive in (1983-1988), Paperissima (1990) e Striscia la notizia (dal 1988). 

\Rìcci, Lorènzo (Firenze 1703-Roma 1775) Teologo. Appartenente alla Compagnia di Gesù, fu il diciottesimo capo della congregazione (1758). Nel 1773, papa Clemente XIV soppresse l'ordine dei gesuiti perseguendone gli adepti. L. Ricci venne imprigionato a Castel Sant'Angelo, dove morì. 

\Rìcci, Màrco (Belluno 1676-Venezia 1730) Pittore. Nipote di Sebastiano Ricci, dopo due soggiorni a Londra (1708 e 1712) in qualità di scenografo, si stabilì definitivamente a Venezia, dove contribuì fortemente allo sviluppo del paesaggismo veneto. Tra le opere Paesaggio con monaci e lavandaie (Venezia, Galleria dell'Accademia) e Lago con rovine (Venezia, Pinacoteca Querini-Stampalia). 

\Rìcci, Mattèo (Macerata 1552-Pechino 1610) Matematico, astronomo e missionario gesuita. Dopo gli studi a Goa, si trasferì a Macao ove iniziò l'opera di evangelizzazione. Fu accolto anche a Pechino dall'imperatore che ne apprezzò la cultura scientifica. Tra le sue opere, Mappamondo cinese (1585) e Commentari sulla Cina (1911-1913, postumi). 

\Rìcci, Rènzo (Firenze 1899-Milano 1978) Attore teatrale. Ottenne un notevole consenso sin dall'esordio e interpretò le opere degli autori più noti, da Shakespeare a Pirandello, Ibsen e O'Neil, fornendo una delle prove migliori nella Lunga giornata verso la notte di O'Neil. 

\Rìcci, Sebastiàno (Belluno 1659-Venezia 1734) Pittore. Attivo soprattutto a Venezia, portò la sua arte anche a Parma, Roma, Milano, Firenze, Londra e Parigi. Attento agli insegnamenti di S. Mazzoni, del Correggio e dei Carracci, la sua arte è tesa a un recupero di schemi compositivi caratterizzati da effetti cromatici chiari e luminosi e attenta alle forme decorative del barocco. Tra le opere Madonna in trono, angeli e santi (Venezia, San Giorgio Maggiore), Fatiche di Ercole e Ercole sale all'Olimpo (1706-1707, Firenze, Palazzo Marucelli). 

\Rìccia Comune in provincia di Campobasso (6.176 ab., CAP 86016, TEL. 0874). 

\Ricciàcee Famiglia di Epatiche Marcanziali che vivono solitamente nei luoghi paludosi. 

\Ricciàrdi, Giusèppe (Napoli 1808-1882) Politico e deputato della sinistra storica. Promosse i moti calabresi antiborbonici e scrisse Conforti all'Italia (1846). 

\Ricciarèlli, Kàtia (Rovigo 1946-) Soprano. Studiò al Conservatorio di Venezia. Balzò alla ribalta nel 1971 vincendo il concorso televisivo Voci verdiane. Dotata di notevoli qualità vocali, si esibì nei migliori teatri del mondo spaziando tra le opere di Puccini, Verdi e Rossini. Il regista F. Zeffirelli la diresse nel film opera Otello

\ricciarèllo, sm. Dolce tipico di Siena, fatto con zucchero e mandorle. 

\Rìcci-Curbàstro, Gregòrio (Lugo di Ravenna 1853-Padova 1925) Matematico. Insegnò a Padova e fu membro dell'Accademia dei Lincei. Ideò il calcolo differenziale assoluto. 

\rìccio, agg. e sm. agg. Di capello e simili, arrotolato. ~ arricciolato. <> liscio. 
sm. 1 Ciocca di capelli ricci. ~ boccolo, ricciolo. 2 Truciolo del legno piallato. 3 Piccolo mammifero insettivoro, chiamato anche comunemente porcospino. 4 In botanica è l'involucro dei frutti del castagno, chiamato anche cupola, ricoperto di aculei. 
 X   agg. curly. sm. 1 curl. 2 (animale) hedgehog. 3 (di mare) sea urchin. 4 (di castagna) chestnut husk. 
Riccio acuto 
Echinoderma (Echinus acutus) della famiglia degli Echinidi e della classe degli Echinoidei. Dotato di aculei e di spine, vive nel Mediterraneo a 1.000 m di profondità. 
Riccio cuore 
Echinoderma (Echinocardium cordatum) della famiglia dei Lovenidi e della classe degli Echinoidei. Lungo 9 cm, vive sui fondali sabbiosi dove si scava nicchie. 
Riccio di mare 
Echinoderma con corpo ricoperto di aculei, commestibile. 
Riccio europeo 
Mammifero (Erinaceus europaeus) della famiglia degli Erinaceidi e dell'ordine degli Insettivori. Con dorso munito di aculei che raddrizza, avvolgendosi su se stesso, per difendersi quando minacciato. Misura fino a 30 cm. ed è diffuso in Eurasia e in Africa; passa l'inverno in letargo. 

\Rìccio, Andrèa Briòsco détto il (Padova 1470 ca.-1532) Scultore italiano. Particolarmente abile nella tecnica della fusione in bronzo, fu autore di moltissimi bronzetti, attualmente conservati nei principali musei di tutto il mondo, di medaglie e di placchette. Eseguì anche opere di grandi dimensioni, come il Candelabro pasquale della basilica di Sant'Antonio a Padova. 

\Ricciòli, Giovànni Battìsta (Ferrara 1598-Bologna 1671) Astronomo geografo. Fece importanti osservazioni astronomiche. 

\ricciòla, sf. Pesce marino appartenente alla famiglia Carangidae. Può raggiungere i 2 metri di lunghezza e 70–100 kg di peso.   +  

\rìcciolo, sm. Riccio di capelli. 
 X   sm. curl. 

\Ricciolo rapito, Il Poema di A. Pope (1712). 

\ricciolùto, agg. Ricciuto. 

\Riccióne Comune in provincia di Rimini (32.909 ab., CAP 47036, TEL. 0541). Centro industriale (calzaturifici, mobilifici e prodotti dell'abbigliamento), turistico (balneazione) e dell'artigianato sul mar Adriatico. Vi si trova un Aquarium. Gli abitanti sono detti Riccionesi

\ricciùto, agg. Che ha i capelli ricci. 
 X   agg. curly. 

\rìcco, agg. e sm. agg. 1 Abbondante, ingente. ~ congruo. <> povero. una ricca eredità. 2 Che possiede molti beni. era diventato un uomo ricco, grazie a quella vincita insperata. 3 Sfarzoso. ~ principesco, regale. <> spoglio, sguarnito. 4 Ben fornito. ~ consistente. <> striminzito, limitato. uomo ricco di novità e di idee
sm. Chi possiede ricchezze. ~ abbiente, agiato. <> indigente, bisognoso. 
 X   agg. rich, wealthy. sm. rich man. 
 @   longob. rihhi

\Riccò dél Gólfo di Spèzia Comune in provincia di La Spezia (3.296 ab., CAP 19020, TEL. 0187). 

\Ricéngo Comune in provincia di Cremona (820 ab., CAP 26010, TEL. 0373). 

\ricérca, sf. 1 Il ricercare. la ricerca del fuggiasco durò qualche tempo. 2 Indagine al fine di acquisire o verificare nuove conoscenze. ~ studio. le ricerche di laboratorio si rivelarono infruttuose
 X   sf. 1 search. 2 (indagine) inquiry. 3 (investigazione) investigation. 4 (scientifica) research. 
 @   deriv. da ricercare

\Ricerca del tempo perduto => "Alla ricerca del tempo perduto" 

\Ricerca del tempo perduto (Alla) => "Alla ricerca del tempo perduto" 

\ricercapersóne, sm. Apparecchio elettromeccanico che serve a contattare determinate persone all'interno di una zona delimitata. 

\ricercàre, v. tr. 1 Cercare nuovamente o con più cura. 2 Investigare, studiare. 
 X   v. tr. 1 to search, to seek. 2 (successo) to pursue. 

\ricercatézza, sf. L'essere ricercato nel vestire, nello stile ecc. ~ accuratezza. <> incuria. 

\ricercàto, agg. e sm. 1 Di persona cercata perché colpevole di un reato. : :ra il ricercato principale di quell'indagine. 2 Che è molto apprezzato. ~ ambito. <> disprezzato. era un artista ricercato per il suo stile sopraffino. 3 Che denota ricercatezza. ~ elegante, fine. <> sciatto, trasandato. stile ricercato nello scrivere 
 X   agg. 1 (richiesto) sought-after. 2 (affettato) affected, studied. 3 (raffinato) refined. sm. wanted person. 

\ricercatóre, agg. e sm. (f.-trìce) agg. Che ricerca, indaga. 
sm. 1 Chi ricerca, indaga. ~ studioso. 2 Apparecchio usato per ricercare. 
 X   sm. 1 searcher, seeker. 2 (scientifico) researcher. 

\Ricerche filosofiche sui primi oggetti delle conoscenze morali Opera di filosofia di L. G. A. de Bonald (1818). 

\Ricerche sopra la natura e le cause della ricchezza delle nazioni Opera di economia di A. Smith (1776). 

\ricetrasmettitóre, sm. Apparecchio per ricevere e trasmettere segnali radio. 

\ricetrasmittènte, agg. e sf. Ricetrasmettitore. 
 X   agg. e sf. two-way radio. 

\ricètta, sf. 1 Prescrizione medica. la ricetta non era più valida. 2 Espediente, rimedio. 3 Insieme di ingredienti per fare un composto, una pietanza ecc. ~ formula. non trovava più la ricetta di quel dolce
 X   sf. 1 (pietanza) recipe. 2 (med.) prescription. 
 @   dal lat. recipere, comp. da re-+ capere prendere. 

\ricettàcolo, sm. 1 Luogo che dà rifugio. un ritrovo che era il ricettacolo della delinquenza. 2 La parte terminale su cui si trovano gli elementi del fiore. ~ talamo. 
 @   lat. receptaculum, deriv. da receptare

\ricettàre, v. tr. 1 Dare ricovero. 2 Custodire o comprare merce rubata. 3 Prescrivere una ricetta. 

\ricettàrio, sm. 1 Raccolta di ricette. 2 Fogli intestati raccolti in blocco, usati per compilare ricette mediche. 

\ricettatóre, sm. (f.-trìce) Chi custodisce o compra roba rubata. 
 X   sm. receiver. 

\ricettazióne, sf. Reato di chi nasconde o acquista cose di provenienza illecita. 
 X   sf. receiving. 

\ricettività, sf. 1 L'essere ricettivo. 2 Capacità di accogliere, ospitare persone. 3 Essere in grado di captare onde elettromagnetiche. 

\ricettìvo, agg. 1 Che è in grado di ricevere, di apprendere. 2 Facile nel contrarre malattie. 3 Sensibile. 

\ricettìzio, agg. Relativo alla ricezione. 
Dichiarazione ricettizia 
Dichiarazione di volontà nei confronti di un soggetto per cui diviene efficace solo dal momento dell'effettivo ricevimento. 

\ricètto, sm. Luogo dove si possono raccogliere e custodire cose o persone. 

\ricettóre, agg. e sm. (f.-trìce) agg. e sm. Altra forma per recettore. 
sm. Serbatoio posizionato tra i cilindri di alta e bassa pressione in un motore compound. 

\ricevènte, agg., sm. e sf. agg. Che riceve. l'apparecchio radio ricevente era stato danneggiato da una caduta
sm. e sf. Chi riceve qualcosa. il ricevente il premio, fu invitato a presentarsi di persona

\ricévere, v. tr. 1 Accogliere ciò che viene dato o mandato. ~ accettare. <> donare. non aveva ancora ricevuto la sua cartolina. 2 Contenere, accogliere. ~ ammettere. <> cacciare, allontanare. 3 Accogliere all'arrivo una persona attesa. fu ricevuto con tutti gli onori. 4 Captare onde elettromagnetiche. 
 X   v. tr. 1 to receive. 2 (lettera) to get. 3 (accogliere) to welcome. 4 (incontrare un cliente ecc.) to see. 
 @   lat. recipere, comp. da re-+ capere prendere. 

\riceviménto, sm. 1 Il ricevere. 2 Ammissione in un luogo, invito con rinfreschi ecc. ~ festa. organizzarono un ricevimento per festeggiare il suo ritorno
 X   sm. 1 receiving. 2 (trattenimento) reception. 

\ricevitóre, agg. e sm. agg. Che riceve. 
sm. 1 Chi riceve. 2 Apparecchio ricevente. ~ stazione d'ascolto. <> trasmettitore. ricevitore telefonico. 3 Funzionario che riscuote somme per conto dello Stato. ricevitore delle imposte. 4 Ruolo nel gioco del baseball. 
 X   sm. receiver. 

\ricevitorìa, sf. Ufficio del ricevitore. 
 X   sf. pools office, lottery. 

\ricevùta, sf. Dichiarazione che si rilascia al momento della riscossione di denaro. ~ quietanza. ricevuta fiscale, lo scontrino rilasciato in seguito a un acquisto fatto. 
 X   sf. receipt. 
 @   deriv. da ricevere

\ricezióne, sf. Il ricevere. 
 X   sf. reception. 

\Richards, Dickinson W. (Orange 1895-Lakeville 1973) Cardiologo statunitense. Nel 1956, con W. Forssmann e A. Cournand fu insignito del premio Nobel. 

\Richardson, Dorothy (Abingdon, Berkshire 1873-Beckenham, Kent 1957) Scrittrice inglese. Tra le opere Pellegrinaggio (1938). 

\Richardson, Henry Hobson (St James Parish, Louisiana 1838-Boston 1886) Architetto statunitense. Tra le opere la Trinity Church di Boston (1872-1877) e Sever Hall e Austin Hall alla Harvard University a Cambridge (1878-1880). 

\Richardson, Owen Williams (Dewsbury 1879-Alton 1959) Fisico inglese. Compì importanti studi sullo spettro dell'idrogeno molecolare e scoprì l'emissione elettronica dei metalli incandescenti. Nel 1928 fu insignito del premio Nobel. 

\Richardson, Ralph (Cheltenham 1902-Londra 1983) Attore teatrale inglese. Interpretò Shakespeare e per il cinema Idolo infranto (1948), Riccardo III (1955) e O Lucky Man! (1973). 

\Richardson, Samuel (Derbyshire 1689-Londra 1761) Romanziere inglese. Tra le opere Pamela o la virtù ricompensata (1740-1742) e Clarissa, storia di una giovane signora (1748). 

\Richardson, Tony (Shipley 1928-Los Angeles 1991) Regista cinematografico inglese. Diresse I giovani arrabbiati (1959), Sapore di miele (1961), Tom Jones (1963), Il caro estinto (1964) e Hotel New Hampshire (1984). 

\Richelieu, Armand-Jean du Plessis (Parigi 1585-1642) Cardinale e politico francese, nel 1614 fu nominato rappresentante ecclesiastico agli stati generali. Per intercessione di Maria de' Medici, della quale fu consigliere, ottenne la porpora cardinalizia e poi un ministero nel governo di Concini. Aumentò il peso politico della Francia di Luigi XIII in Europa, combattendo contro gli Asburgo e nella guerra dei trent'anni. Fiero avversario degli ugonotti, distrusse la loro capitale La Rochelle (1628). Ridusse drasticamente i privilegi feudali e arrivò a esiliare la stessa Maria de' Medici con l'appoggio di Luigi XIII. 

\Richet, Charles Robert (Parigi 1850-1935) Medico francese. Compì importanti studi di sieropatia e psicofisiologia e fu insignito del premio Nobel nel 1913. 

\richiamàbile, agg. Che può essere richiamato. 

\richiamàre, v. v. tr. 1 Chiamare nuovamente. ~ riconvocare. 2 Chiamare indietro. 3 Ricordare. richiamò alla memoria quei piacevoli momenti. 4 Far prendere coscienza. richiamare all'ordine. 5 Attirare. ~ attrarre. urlò per richiamare l'attenzione dei passanti
v. intr. Fare riferimento a qualcosa. 
v. rifl. Chiamare in causa. ~ riferirsi. 
 X   v. tr. 1 to call again. 2 (attirare) to draw. 3 (rimbrottare) to rebuke. 4 (mil.) to recall. 
 @   da ri-+ chiamare

\richiamàta, sf. 1 Azione del richiamare. 2 Manovra eseguita da un pilota per rimettere in linea l'aeroplano dopo una picchiata. 

\richiamàto, agg. e sm. agg. Chiamato indietro. 
sm. Soldato richiamato alle armi. 

\richiàmo, sm. 1 Il richiamare con cenno o segno. ~ segnale. 2 Attrazione. ~ interesse. il richiamo della montagna era troppo forte per resistere. 3 Rimprovero, ammonizione. ~ ammonimento, rabbuffo. <> elogio, encomio. subì un richiamo da parte dei superiori
 X   sm. 1 recall. 2 (attrazione) attraction. 3 (voce, gesto) call. 
 @   deriv. da richiamare

\Richiamo della foresta, Il Romanzo di J. London (1903). 
Richiamo della foresta, Il 
Film d'avventura, americano (1935). Regia di William A. Wellman. Interpreti: Clark Gable, Loretta Young, Jack Oakie. Titolo originale: Call of the Wild 

\richiedènte, agg., sm. e sf. Che, o chi, richiede. ~ postulante. 

\richièdere, v. tr. 1 Chiedere nuovamente o più intensamente. ~ pretendere. 2 Chiedere in restituzione. 3 Esigere. ~ necessitare. un lavoro del genere richiedeva parecchia attenzione
 X   v. tr. 1 to ask again. 2 (domandare) to apply. 3 (esigere) to require. 
 @   lat. requaerere, comp. da re-+ quaerere domandare. 

\Richier, Germaine (Grans 1904-Montpellier 1959) Scultrice francese. Tra le opere La pioggia (1947-1948, Parigi, Musée National d'Art Moderne). 

\richièsta, sf. 1 Il richiedere. ~ esigenza. documento rilasciato su richiesta, facendo esplicita domanda. 2 Domanda di acquisto. 3 Modulo, domanda. 
 X   sf. request, demand. 
 @   da richiesto, p.p. di richiedere

\Richìni, Francésco Marìa (Milano 1584-1658) Architetto. Tra le opere San Giuseppe (1607-1630), il palazzo Durini (1645-1648) e il palazzo di Brera (dal 1651) a Milano. 

\richiùdere, v. tr. Chiudere nuovamente o meglio. 

\Richmond Città statunitense (220.000 ab.), capitale dello stato della Virginia, porto fluviale sul fiume James e sede di importanti industrie del tabacco, chimiche, grafiche, metallurgiche e tessili. Tra i monumenti, si rammenta il Campidoglio (1785) e il museo della Guerra di secessione. Durante questa guerra fu capitale degli stati confederati del sud (1862-65) e ne fu centro nevralgico per le manovre belliche. Fu conquistata dal generale nordista Grant nell'aprile del 1865 durante la battaglia di Appomattox. 

\Richmond (conti e duchi di) Uno dei più antichi titoli nobiliari inglesi; il titolo di conte di Richmond fu creato proprio da Guglielmo I il Conquistatore nel XI sec. 

\Richter, Benjamin Jeremias (Hirschberg 1762-Berlino 1807) Chimico tedesco. Si deve a lui il concetto di equivalente chimico. 

\Richter, Burton (New York 1931-) Fisico statunitense. Nel 1976 fu insignito del premio Nobel, con S. Ting per la scoperta di una particella elementare pesante. 

\Richter, Charles Francis (Butler County 1900-Pasadena 1985) Sismologo statunitense. Si deve a lui la scala per la misurazione dell'intensità dei terremoti in base all'energia liberata dal sisma (magnitudo).   +  

\Richter, Hans (Berlino 1888-Locarno 1976) Pittore e cineasta tedesco. Studiò belle arti a Berlino e a Weimar. Produsse opere influenzate dal cubismo, dal dadaismo e dall'astrattismo. Nel 1921 passò a girare film d'animazione e poi film d'ispirazione surrealista. Nel 1940 si trasferì negli Stati Uniti d'America dove si avvicinò al gruppo American Abstract Artists. Oltre all'attività di pittore e di cineasta, pubblicò vari interventi di carattere critico e teorico. Tra le opere pittoriche Ritratti visionari (1917), Preludio (1919, New Haven, University Art Gallery), Fughe (1920-1923), Orchestrazione di colori (1923). Tra i film si citano, Rhytmus 21, 23, 25 (1921, 1923 e 1925), Fantasmi prima di colazione (1927-1928), Sogni che il denaro può comperare (1944-1947). Si ricorda anche il saggio Dada: arte e antiarte (1964). 

\Richter, Johann Paul Friedrich (Wunsiedel 1763-Bayreuth 1825) Romanziere e saggista tedesco, noto con lo pseudonimo di Jean Paul, raggiunse maggiori espressività nel romanzo (Espero, 1795). Altre opere Siebenkäs (1796), Titano (1800). Fu autore anche di saggi (Iniziazione all'estetica, 1804). 

\riciclàggio, sm. Operazione del riciclare. la polizia indagava assiduamente sul riciclaggio di denaro proveniente da traffici illeciti

\riciclàre, v. tr. Riutilizzare materiali di scarto. ~ recuperare. 
 X   v. tr. to recycle. 

\ricìclo, sm. 1 Recupero. 2 Operazione consistente nel far passare più volte fluidi o altri materiali in una parte del loro ciclo attraverso cui sono già passati una volta in modo da poter completare le loro trasformazioni. 

\ricìdere, v. tr. Recidere. ~ tagliare. 

\Ricigliàno Comune in provincia di Salerno (1.497 ab., CAP 84020, TEL. 0828). 

\Ricimèro (?-472) Generale svevo. Fu magister militum nell'esercito romano e sconfisse una flotta vandala nelle acque della Corsica. Nel 456 a Roma ebbe il titolo di patricius

\ricìngere, v. tr. Cingere nuovamente. 

\rìcino, sm. Angiosperma (Ricinus communis) della famiglia delle Sassifragacee e dell'ordine delle Rosali. Pianta erbacea, raggiunge i 2 m di altezza. L'olio estratto dai suoi semi viene utilizzato in farmacia. 
 X   sm. 1 ricinus. 2 (olio) castor oil. 

\ricinolèico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a un idrossiacido il cui gliceride è il costituente principale dell'olio di ricino. 

\rickèttsia, sf. Genere di batteri gram-negativi (Rickettsia), spesso ultramicroscopici (0,1 μm di diametro), scoperti nel 1910 da H. T. Ricketts. Sono parassiti cellulari di insetti e altri Invertebrati, che li possono trasmettere all'uomo, in cui causano malattie infettive (dette globalmente rickettsiosi) come il tifo esantematico e il tifo murino. 

\rickettsiòsi, sf. Denominazione di un gruppo di malattie infettive, endemiche o epidemiche, delle specie umane e animali provocate da rickettsie. Si manifestano con febbre, turbe nervose ed eruzioni cutanee. A tale gruppo di malattie appartiene anche il tifo petecchiale. 

\Ricoeur, Paul (Valence 1913-Chatenay Malabry (west of Paris) 2005) Filosofo francese. Tra le opere Filosofia della volontà (1950-1961) e Dell'interpretazione. Saggio su Freud (1969). 

\ricògliere, v. tr. Cogliere nuovamente. 

\ricognitìvo, agg. Che riconosce come valido. 

\ricognitóre, sm. 1 Chi fa ricognizioni. 2 Aereo che osserva le posizioni nemiche. 

\ricognizióne, sf. 1 Il riconoscere. 2 Osservazione delle forze aeree, terrestri o marittime del nemico per stabilirne l'entità e la posizione. In senso lato o scherzosamente, perlustrazione la ricognizione aerea non rivelò nessun movimento nemico. 3 in burocrazia, accertamento di una condizione 4 in diritto, accertamento dell'identità di una persona o una cosa o della veridicità di un fatto 
 X   sf. 1 reconnaissance. 2 (dir.) recognition. 
 @   lat. recognitio,-onis, deriv. da recognitus, p.p. di recognoscere

\ricollegàre, v. v. tr. Collegare nuovamente. 
v. rifl. 1 Riallacciarsi. ~ richiamarsi. 2 Chiamare in causa. ~ rifarsi. 
 X   v. tr. to connect. v. rifl. to be related. 

\ricollocàre, v. tr. Collocare nuovamente, rimettere al posto. 

\ricolmàre, v. tr. Colmare nuovamente. 

\ricólmo, agg. Colmato. ~ traboccante. <> semivuoto. 

\ricoloràre, v. tr. Colorare nuovamente. 

\ricombinazióne, sf. In genetica, scambio di materiale genetico tra molecole di DNA. 

\ricominciàre, v. v. tr. Cominciare nuovamente. ~ riprendere. <> cessare. ricominciarono a litigare
v. intr. Avere nuovamente inizio. ~ reiniziare. <> smettere. la partita sarebbe ricominciata entro cinque minuti
 X   v. tr. e v. intr. to begin again, to start again. 
 @   da ri-+ cominciare

\Ricomincio da tre Film commedia, italiano (1981). Regia di Massimo Troisi. Interpreti: Massimo Troisi, Lello Arena, Fiorenza Marchegiani. 

\ricompaginàre, v. tr. Rimettere in ordine. ~ riordinare. 

\ricomparìre, v. intr. Comparire nuovamente. ~ riapparire. 

\ricompàrsa, sf. Il ricomparire. 

\ricompattàre, v. tr. Rendere nuovamente compatto. 

\ricompènsa, sf. 1 Contraccambio per prestazione resa, o premio per un servizio o per un'opera buona. ~ premio. <> castigo. 2 Riconoscimento per meriti. il Nobel era la giusta ricompensa per i suoi studi
 X   sf. reward. 
 @   deriv. da ricompensare

\ricompensàbile, agg. Che si può ricompensare. 

\ricompensàre, v. tr. Dare una ricompensa. ~ premiare. <> castigare. 
 X   v. tr. to reward. 
 @   lat. tardo recompensare, comp. da re-+ compensare. 

\ricomperàre => "ricomprare" 

\ricompórre, v. v. tr. 1 Comporre nuovamente, da capo. ricomporre il viso, assumere la solita espressione. 2 Riunire insieme le parti. 
v. intr. Riacquistare il controllo di sé. tardò a ricomporsi da quello sfogo nervoso
 @   da ri-+ comporre

\ricomposizióne, sf. 1 Il ricomporre e il ricomporsi. 2 Nuova composizione. 

\ricompràre, v. tr. Comprare nuovamente. 

\ricomunicàre, v. tr. 1 Ricominciare a comunicare. 2 Assolvere dalla scomunica. 

\riconcentràre, v. tr. 1 Concentrare nuovamente o più intensamente. 2 Raccogliere in un punto considerato il centro. 

\riconciliàre, v. v. tr. Ristabilire rapporti amichevoli. ~ rappacificare. 
v. rifl. Fare la pace. ~ rappacificarsi. 
 X   v. tr. to reconcile. v. rifl. to be reconciled. 

\riconciliatóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, o chi, riconcilia. 

\riconciliazióne, sf. Il riconciliare e il riconciliarsi. ~ accomodamento. 
 X   sf. reconciliation. 

\riconducìbile, agg. Che si può ricondurre. 

\ricondùrre, v. tr. 1 Condurre nuovamente. 2 Condurre indietro. ~ riportare. riuscì a ricondurli a casa, dopo molte peripezie. 3 Far risalire. questo disastro va ricondotto alla sua incoscienza
 @   da ri-+ condurre

\riconduzióne, sf. 1 Effetto e atto del ricondurre. 2 Rinnovo di un contratto di affitto o di locazione. 

\riconférma, sf. Il riconfermare. 

\riconfermàre, v. tr. Confermare nuovamente. 

\riconfortàre, v. v. tr. Confortare nuovamente. 
v. intr. Prendere nuovo o maggiore conforto. 

\riconfrontàre, v. tr. Confrontare nuovamente. 

\ricongiùngere, v. v. tr. Congiungere nuovamente. ~ ricollegare. <> disgiungere. 
v. rifl. Tornare insieme. ~ ritrovarsi. <> dividersi. 
 X   v. tr. e v. rifl. to rejoin. 

\ricongiungiménto, sm. Il ricongiungere e il ricongiungersi. 

\ricongiunzióne, sf. Ricongiungimento. 

\riconnèttere, v. v. tr. Connettere nuovamente o in modo migliore. 
v. intr. Connettersi, collegarsi nuovamente. 

\riconoscènte, agg. Che esprime riconoscenza. ~ grato. <> irriconoscente. 
 X   agg. thankful, grateful. 

\riconoscènza, sf. Sentimento di gratitudine per un beneficio ricevuto. 
 X   sf. gratitude. 

\riconóscere, v. tr. 1 Identificare cosa o persona già conosciuta. ~ ravvisare. <> disconoscere. riconobbe lo stile del maestro in quell'opera. 2 Comprendere il significato di qualcosa. 3 Accettare ufficialmente. ~ onorare, ottemperare. <> contestare. non lo riconobbe come figlio
 X   v. tr. 1 to recognize. 2 (ammettere) to admit, to acknowledge. 3 (identificare) to identify. 
 @   lat. recognoscere, comp. da re-+ cognoscere conoscere. 

\riconoscìbile, agg. Che si può riconoscere. ~ identificabile. <> irriconoscibile. 

\riconoscibilità, sf. La possibilità di essere riconosciuto. 

\riconosciménto, sm. 1 Identificazione di cosa o persona. documento di riconoscimento. 2 Ammissione. 3 Premio, attestazione. si meritò un riconoscimento monetario
 X   sm. 1 recognition, acknowledgement. 2 (ammissione) admission. 3 (identificazione) identification. 

\riconoscitìvo, agg. Che permette di riconoscere. 

\riconquìsta, sf. Il riconquistare. 

\riconquistàre, v. tr. Conquistare nuovamente. ~ riacquisire. <> perdere. 

\riconsacràre, v. tr. Consacrare nuovamente. 

\riconségna, sf. L'atto del riconsegnare. 

\riconsegnàre, v. tr. Consegnare nuovamente. 

\riconsideràre, v. tr. Considerare nuovamente, con maggiore attenzione. 

\riconvenzionàle, agg. 1 Riferito alla riconvenzione. 2 Azione o domanda riconvenzionale, sinonimo di riconvenzione. 

\riconvenzióne, sf. Nel diritto processuale civile italiano, strumento di difesa utilizzato dal convenuto che può opporsi alla domanda dell'attore introducendo una nuova domanda che dipenda dal titolo già dedotto dall'attore durante il processo. ~ azione o domanda riconvenzionale. 

\riconversióne, sf. Processo di trasformazione o di adattamento di impianti. 

\riconvertìre, v. tr. 1 Convertire nuovamente. 2 Adattare gli impianti a nuove produzioni. 

\riconvocàre, v. tr. Convocare nuovamente. 

\ricopertùra, sf. 1 Il ricoprire. 2 Materiale con cui si ricopre qualcosa. 

\ricopiàre, v. tr. 1 Trascrivere in bella copia. 2 Copiare nuovamente. 
 X   v. tr. to copy. 

\ricopiatùra, sf. Il ricopiare e il lavoro di trascrizione. 

\ricoprìbile, agg. Che si può ricoprire. 

\ricopriménto, sm. 1 Effetto e atto del ricoprire. 2 La parte ricoperta, rivestimento. ~ copertura. 

\ricoprìre, v. tr. 1 Coprire nuovamente o completamente. ~ coprire. <> scoprire. 2 Tappezzare, rivestire. ~ foderare, pannellare. 3 Occupare un ufficio, una carica. fu chiamato a ricoprire l'incarico di responsabile del personale
 X   v. tr. 1 to cover. 2 (rivestire) to coat. 3 (occupare) to fill. 4 (carica) to hold. 5 (colmare) to load. 
 @   da ri-+ coprire

\Ricorda con rabbia Dramma di J. Osborne (1956). 

\ricordànza, sf. Ricordo, memoria. 

\Ricordanze della mia vita Memorie di L. Settembrini (postuma 1879-1880). 

\ricordàre, v. v. tr. 1 Richiamare alla memoria. ~ rammentare. <> scordare. 2 Menzionare, nominare. volle ricordare ai presenti che il merito della scoperta era da attribuire a tutta la squadra. 3 Celebrare. ~ festeggiare. una lapide ricordava i caduti della battaglia
v. intr. Richiamare alla memoria il ricordo di qualcuno o qualcosa. 
 X   v. tr. 1 to recall, to remember. 2 (far tornare alla memoria) to remind. 
 @   da recordari, comp. da re-+ deriv. da cor, cordis cuore. 
Remember. (Ricorda) Fu l'ultima parola pronunciata da Carlo I sul patibolo, rivolgendosi al vescovo Juxon. 

\Ricordatene, Vienna Opera di oratoria di Abraham a Sancta Clara (1680). 

\Ricordi Opera di politica di F. Guicciardini (1512-1530). 

\Ricordi d'egotismo Romanzo di Stendhal (postumo 1892). 

\Ricordi del presente Racconto di K. Brandys (1957). 

\Ricordi, I Opera di filosofia di Marco Aurelio (II sec.). 

\ricordìno, sm. 1 Piccolo dono. 2 Cartoncino con immagine sacra distribuito a ricordo di qualcuno o di particolari ricorrenze. 

\ricòrdo, sm. 1 Il ricordare. 2 Memoria. ~ reminiscenza. 3 Ciò che viene ricordato. 4 Segno che tiene traccia di un evento, situazione del passato. ~ resto, reperto. mostrò loro la colonna, unico ricordo di quella civiltà del passato. 
 X   sm. 1 memory. 2 (regalo) keepsake. 3 (oggetto) souvenir. 
 @   deriv. da ricordare

\Ricordo della Basca, Il Racconto di A. Delfini (1938). 

\ricoricàre, v. v. tr. Coricare nuovamente. 
v. rifl. 1 Coricarsi di nuovo. 2 Andare a dormire un'altra volta. ~ ridistendersi. 

\ricorrèggere, v. tr. Correggere nuovamente. 

\ricorrènte, agg., sm. e sf. agg. Che di tanto in tanto ritorna. ~ periodico. <> casuale. 
sm. e sf. Chi fa un ricorso. 
 X   agg. recurring, recurrent. 

\ricorrènza, sf. 1 Il ricorrere. 2 Ritorno periodico. 3 Celebrazione. ~ commemorazione. 
 X   sf. 1 recurrence. 2 (festa) holiday, festivity. 3 (anniversario) anniversary. 

\ricórrere, v. intr. 1 Correre nuovamente. 2 Ripetersi nel tempo. ~ ripresentarsi. 3 Rivolgersi, appellarsi a una autorità. ~ impugnare. ricorrere in appello. 4 Servirsi, sfruttare. ricorse a tutte le amicizie di cui disponeva per risolvere quella faccenda
 X   v. intr. 1 to resort. 2 (ripetersi) to recur. 3 (rivolgersi) to apply. 4 (dir.) to appeal to. 5 (servirsi) to have recourse. 
 @   lat. recurrere, comp. da re-+ currere correre. 

\ricorsività, sf. In informatica indica la caratteristica per la quale una procedura o una funzione possono richiamare se stesse. Una funzione viene detta ricorsiva se è "calcolabile". Che cosa è da intendersi con questo termine è oggetto della "teoria della ricorsione". Per approfondimenti:   +  .

\ricórso, agg. e sm. agg. Che ricorre. 
sm. 1 Il ricorrere, il rivolgersi a qualcuno per ottenere aiuto. 2 Atto giuridico in cui si protesta contro una presunta ingiustizia. 3 Il ripetersi nel tempo. 
 X   sm. 1 recourse, resort. 2 (dir.) appeal, petition. 
 @   lat. recursus,-us, corsa di ritorno, deriv. da recursum, da recurrere

\ricostituènte, agg. e sm. agg. Che è in grado di ricostituire. ~ corroborante. <> debilitante. 
sm. Medicinale che rinvigorisce. ~ tonico. 
 X   agg. e sm. tonic. 

\ricostituìre, v. v. tr. 1 Costituire nuovamente. ~ ricostruire. <> distruggere. 2 Ridare vigore, energia. ~ irrobustire, ritemprare. <> debilitare. 
v. intr. pron. 1 Formarsi di nuovo. 2 Rimettersi in salute. 
 @   da ri-+ costituire

\ricostituzióne, sf. Il ricostituire e il ricostituirsi. 

\ricostruìre, v. tr. 1 Costruire nuovamente. ~ rifabbricare. <> abbattere. 2 Restituire alla forma originaria. ~ ricreare, rifare. 3 Determinare con certezza cosa è accaduto. non riuscirono a ricostruire la dinamica dell'incidente
 X   v. tr. to reconstruct. 
 @   da ri-+ costruire

\ricostruttóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, o chi, ricostruisce. 

\ricostruzióne, sf. Il ricostruire. ricostruzione storica, rappresentazione fedele di fatti storici; politica di ricostruzione, per affrontare il dopoguerra e rimettere in moto l'economia. 
 X   sf. reconstruction, rebuilding. 

\ricòtta, sf. Latticino ricavato dal siero del latte bollito. 
 X   sf. cottage cheese. 

\ricottàio, sm. Chi produce e vende ricotta. 

\ricottùra, sf. 1 Il ricuocere. 2 Trattamento termico a cui vengono sottoposti i metalli al fine di ridurne la durezza. 

\ricoveràre, v. v. tr. 1 Accogliere in un luogo di assistenza e cura. fu ricoverato d'urgenza in ospedale. 2 Offrire riparo. ~ ospitare, alloggiare. 
v. intr. Rifugiarsi, trovare riparo. ~ ripararsi. 
 X   v. tr. 1 to give shelter to. 2 (in ospedale) to admit to hospital. 
 @   lat. recuperare

\ricoveràto, agg. e sm. Accolto in un ospedale, ricovero ecc. ~ degente. <> dimesso. 

\ricóvero, sm. 1 Il ricoverare. ~ spedalizzazione. <> dimissione. 2 Ospizio. ~ riparo, asilo. ricovero per anziani. 3 Rifugio, luogo in cui si è protetti. 
 X   sm. 1 refuge, shelter. 2 (ospedale) admission. 3 (ospizio) home. 
 @   deriv. da ricoverare

\ricreàre, v. v. tr. 1 Creare nuovamente. ~ ricostituire. <> distruggere. 2 Dare svago. ~ svagare, distrarre. 
v. rifl. Ritemprarsi, distrarsi da un'occupazione. ~ svagarsi. aveva bisogno di qualche svago per ricrearsi un po'. 
 X   v. tr. 1 to recreate. 2 (distrarre) to amuse. 
 @   lat. recreare, comp. da re-+ creare creare. 

\ricreatìvo, agg. Atto a dare svago. 

\ricreatòrio, agg. e sm. agg. Che ricrea. 
sm. Luogo dove i ragazzi, dopo gli impegni scolastici, si recano per svagarsi. 

\ricreazióne, sf. 1 Il ricreare e il ricrearsi. 2 Pausa di riposo. ~ svago. 
 X   sf. entertainment, recreation. 

\ricrédersi, v. intr. pron. Mutare opinione, convincendosi del contrario. ~ cambiare idea. <> intestardirsi. 
 X   v. intr. pron. to change one's mind. 

\ricréscere, v. intr. Crescere nuovamente. 

\ricréscita, sf. Nuova crescita. 

\ricristallizzàre, v. v. tr. Far subire la ricristallizzazione. 
v. intr. e intr. pron. Subire la ricristallizzazione. 

\ricristallizzazióne, sf. Nuova cristallizzazione di un metallo o di una lega che si ottiene mediante deformazione meccanica e successiva ricottura. 

\ricsciò, sm. invar. Piccola vettura a due ruote che viene trainata o spinta da un uomo. 

\rictus, sm. Atteggiamento dei muscoli facciali improntato a riso forzato. 

\ricucìre, v. tr. 1 Cucire nuovamente. 2 Chiudere una ferita cucendola. il medico non riuscì a ricucire al meglio la ferita. 3 Unire insieme più parti. 
 @   da ri-+ cucire

\ricucitùra, sf. Il ricucire. 

\ricuòcere, v. tr. Cuocere nuovamente. 

\ricùpero e derivati => "recupero e derivati" 

\ricùrvo, agg. Che è molto curvo. ~ incurvato. <> retto. 

\ricùsa, sf. Il ricusare, ricusazione. 

\ricusàbile, agg. Che si può ricusare. 

\ricusànti, sm. pl Nell'Inghilterra dei secc. XVI-XVIII, denominazione di chi si rifiutava di partecipare alle pratiche del culto anglicano. 

\ricusàre, v. v. tr. Non accettare. ~ rifiutare, respingere. <> accettare. 
v. intr. Rifiutarsi. 

\ricusazióne, sf. 1 Il ricusare. 2 Richiesta di sostituzione di un giudice. 
 @   lat. recusatio,-onis, deriv. da recusare. 

\ridacchiàre, v. intr. Ridere malignamente. ~ sogghignare. 
 X   v. intr. to snigger. 

\ridanciàno, agg. 1 Che ha il riso facile. 2 Allegrone, bontempone. ~ burlone, giovialone. 

\ridàre, v. v. tr. 1 Dare nuovamente. 2 Rendere. ~ restituire, respingere. <> requisire. 
v. intr. 1 Tornare a manifestarsi. 2 Incappare nuovamente. 
 X   v. tr. to give back, to return. 

\ridarèlla, sf. Riso continuato. 

\rìdda, sf. 1 Ballo in tondo. ~ vortice, girandola. 2 Moto disordinato di cose o persone. ~ calca, folla. 

\Ride, Sally (Los Angeles, California 1951-) Astronauta statunitense. È stata la prima donna americana a partecipare a una missione spaziale, facendo parte dell'equipaggio dello Space Shuttle (18-24 giugno 1983). 

\ridènte, agg. 1 Che ride. ~ gaio. 2 Luogo delizioso. ~ panoramico, rilassante. 
 X   agg. pleasant. 

\rìdere, v. intr. 1 Manifestare gioia, ilarità, attraverso una particolare espressione del volto e con suoni caratteristici. ridere in faccia a qualcuno, dileggiare. 2 Rallegrare. 3 Essere favorevole. la buona sorte gli rise questa volta. 
 X   v. intr. to laugh. 
 @   lat. ridere

\riderèllo, agg. 1 Che ride con facilità. 2 Che ride spesso. 

\ridestàre, v. v. tr. Destare nuovamente. ~ risvegliare. <> lasciar dormire. 
v. rifl. Destarsi nuovamente. 

\Ridgway, Matthew Bunker (1895-1993) Generale statunitense. Fu comandante delle forze ONU in Corea (1950-1952) e delle forze NATO (1952-1953). 

\ridicolàggine, sf. Detto o atto di persona ridicola. 

\ridicolézza, sf. 1 Ridicolaggine. 2 Cosa di poco conto. ~ inezia. 

\ridicolizzàre, v. tr. Rendere ridicolo. 

\ridìcolo, agg. e sm. agg. 1 Che fa ridere. ~ esilarante. <> lugubre. proposte ridicole, assurde. 2 Sproporzionato. ~ spropositato. compensi ridicoli rispetto al lavoro da fare
sm. Ciò che fa ridere. mettere in ridicolo qualcuno, schernirlo. 
 X   agg. 1 ridiculous. 2 (assurdo) absurd. sm. ridicule. 
 @   lat. ridiculus, deriv. da ridere ridere. 

\ridimensionaménto, sm. Il ridimensionare o ridimensionarsi. 

\ridimensionàre, v. tr. 1 Adeguare un impianto a nuove esigenze. 2 Riportare nella giusta misura, dimensione, valore. gli insuccessi ridimensionarono quell'atleta
 X   v. tr. 1 to reorganize. 2 (ridurre) to scale down, to reduce. 
 @   da ri-+ deriv. da dimensione

\ridipìngere, v. tr. Dipingere nuovamente. 

\ridìre, v. tr. 1 Dire nuovamente. ~ ripetere. odiava ridire sempre le stesse cose. 2 Ripetere cose dette da altri. 3 Narrare. 4 Controbattere. ~ rimbeccare, ribattere. non c'era nulla da ridire sulla sua prestazione in campo
 X   v. tr. 1 to repeat. 2 (obiettare) to find fault. 
 @   da ri-+ dire

\ridiscéndere, v. tr. e intr. Scendere nuovamente. 

\ridiscórrere, v. intr. Discorrere nuovamente. 

\ridisegnàre, v. tr. Disegnare nuovamente. 

\ridistribuìre, v. tr. Distribuire nuovamente o in modo diverso. 

\ridistribuzióne, sf. Distribuzione effettuata in modo differente dalla precedente. 

\ridivenìre, v. intr. Divenire nuovamente. 

\ridiventàre, v. intr. 1 Diventare nuovamente. 2 Tornare allo stato di prima. ~ ritornare. 

\Ridler, Anne (Rugby 1912-Oxford 2001) Scrittrice inglese. Autrice di raccolte poetiche (Poesie, 1939; Un sogno osservato, 1941; Una questione di vita e di morte, 1959) e di lavori teatrali (La fabbrica ombra, 1946; Rosinda, 1973). 

\Ridólfi, Còsimo (Firenze 1794-1865) Politico. Fondò il Giornale agrario toscano nel 1827 e fu presidente del consiglio toscano nel 1848. Sostenne l'annessione della Toscana al Piemonte (1859). 

\Ridólfi, Màrio (Roma 1904-Marmore 1984) Architetto e urbanista. Tra le opere il quartiere Tiburtino (1950) e le case in viale Etiopia (1951) a Roma. 

\Ridolìni Nome con cui è noto in Italia l'attore comico Larry Semon. 

\ridomandàre, v. tr. Domandare nuovamente o con più insistenza. 

\ridonàre, v. tr. Donare nuovamente. 

\ridondànte, agg. Sovrabbondante. ~ eccessivo, pesante. 
 X   agg. redundant. 

\ridondànza, sf. 1 L'essere ridondante, sovrabbondanza. 2 Nel linguaggio informatico indica una certa quantità di informazione che può essere eliminata senza che la stessa informazione subisca una perdita di senso. 

\ridondàre, v. intr. Sovrabbondare, eccedere. 
 @   lat. redundare, comp. da re-+ deriv. da unda onda. 

\ridòsso, sm. Luogo riparato dal vento o dalle onde. 

\ridótta, sf. Piccolo fortino. 

\ridótto, agg. e sm. agg. Diminuito. ferrovia a scartamento ridotto, in cui la distanza fra i binari è inferiore alla norma. 
sm. Nei teatri, sala in cui si intrattengono gli spettatori durante gli intervalli di uno spettacolo.   +  
 X   agg. reduced. sm. foyer. 
 @   p.p. di ridurre

\riducènte, agg. Che è in grado di ridurre. 

\riducìbile, agg. Che si può ridurre. 

\ridùrre, v. v. tr. 1 Ricondurre al luogo di partenza. 2 Diminuire, restringere. ~ calare. <> aumentare. 3 Far diventare. lo aveva ridotto uno straccio
v. intr. pron. Diventare, ricondursi a un certo stato. 
 X   v. tr. 1 to reduce. 2 (adattare) to adapt. 3 (spese) to cut. v. intr. pron. to be reduced. 
 @   lat. reducere, ricondurre, comp. da re-+ ducere condurre. 

\riduttivaménte, avv. In modo riduttivo. 

\riduttìvo, agg. Relativo a riduzione. 

\riduttóre, agg. e sm. (f.-trìce) agg. Che riduce. 
sm. 1 Chi riduce. 2 Dispositivo che permette di ridurre il valore di una grandezza fisica. riduttore di velocità angolare

\riduzióne, sf. 1 L'azione del ridurre. 2 Sconto, diminuzione. 
 X   sf. 1 cut, reduction. 2 (sconto) discount. 3 (adattamento) adaptation. 
 @   lat. reductio,-onis, deriv. da reductus, p.p. di reducere. 
In chimica si tratta del processo di assunzione di elettroni da parte di un atomo, con modifica del suo stato di ossidazione. 
In matematica la riduzione di una frazione ai minimi termini si ha quando il numeratore e il denominatore sono numeri primi tra loro. 
In medicina è l'insieme di tecniche atte a ricollocare nella sede naturale, o posizione fisiologica, ossa fratturate, articolazioni lussate ecc. 

\Riebeeck, Jan Van (Culemborg 1618-Batavia 1670) Esploratore olandese. Fu governatore (1652-1662) di Città del Capo. I suoi scritti diedero origine all'afrikaans. 

\riècco, avv. Ecco nuovamente. 

\riecheggiaménto, sm. Il riecheggiare. 

\riecheggiàre, v. v. tr. 1 Produrre l'eco. ~ echeggiare. il vento riecheggiava il suono delle campane. 2 Imitare uno stile. 
v. intr. Echeggiare nuovamente. ~ rammentare. 
 @   da ri-+ echeggiare

\riedificàre, v. tr. Edificare nuovamente, ricostruire. ~ ricostruire. <> abbattere. 

\riedificazióne, sf. Il riedificare. 

\riedizióne, sf. 1 Nuova edizione. 2 Realizzazione rinnovata di un'opera teatrale o cinematografica già rappresentata. 
 X   sf. 1 new edition. 2 (rifacimento) remake. 

\rieducàbile, agg. Che può essere rieducato. 

\rieducàre, v. tr. 1 Educare nuovamente. ~ reinsegnare. <> diseducare. 2 Recuperare una persona o un oggetto alla piena funzionalità. ~ riattivare. doveva procedere a rieducare l'arto fratturato
 @   da ri-+ educare

\rieducazióne, sf. Il rieducare. 
 X   sf. re-education. 

\Rieger, Frantisek Ladislav (Semily 1818-Praga 1903) Politico ceco. Si batté per l'individualità della Boemia che affermò nella celebre dichiarazione del 1868. 

\Riegl, Alois (Linz 1858-Vienna 1905) Storico dell'arte austriaco. Tra le opere Industria artistica tardo-romana (1901) e Arte barocca a Roma (postumo, 1907). 

\riel, sm. invar. Unità monetaria cambogiana. È divisa in 100 sen. 

\rielaboràre, v. tr. Elaborare nuovamente. ~ perfezionare. 
 X   v. tr. to revise. 

\rielaborazióne, sf. Il rielaborare. ~ rifacimento. 

\rielèggere, v. tr. Eleggere nuovamente. 

\rieleggìbile, agg. Che può essere rieletto. 

\rieleggibilità, sf. L'essere rieleggibile. 

\rielezióne, sf. Il rieleggere. 

\Riemann, Bernhard Georg Friedrich (Breselenz 1826-Selasca 1866) Matematico tedesco allievo di Steiner, Jacobi e Dirichlet. Nella sua tesi di laurea (1851), espose una teoria innovativa delle funzioni di variabile complessa (introducendo il concetto di superfici riemanniane). Introdusse la funzione zeta (1859) per il calcolo dei numeri primi inferiori a un dato valore, sviluppò il concetto di integrale definito (integrale secondo Riemann) e teorizzò il concetto di metrica di uno spazio (metrica di Riemann). Studiò le superfici a curvatura costante positiva, negativa e nulla, elaborando nel caso della sfera (curvatura positiva) un tipo di geometria ellittica non euclidea in cui valgono i postulati di Euclide a eccezione del quinto. La "geometria di Riemann" costituì una base per lo sviluppo delle teoria della relatività generale di Einstein. 
Funzione zeta di Riemann
Funzione che a s numero complesso diverso da 1 associa ζ(s) = Σ n = 1…∞ 1/ns.
Si dimostra che ζ(s) = Π i = 1…∞ 1/(1 – pi–s) dove pi è l'i-esimo numero primo.
Ipotesi di Riemann
Congettura finora (2018) non dimostrata secondo la quale la funzione di Riemann ha come zeri, oltre a -2, -4, -6, …, solo numeri complessi con parte reale uguale a 1/2.

\Riemenschneider, Tilman (Osterode ca. 1460-Würzburg 1531) Scultore tedesco. Tra le opere Altare del Preziosissimo sangue (1499-1504, Rothenburg ob der Tauber, St. Jakob) e Tomba dell'imperatore Enrico II e di Cunegonda (1513, Bamberga, Duomo). 

\riemèrgere, v. intr. Emergere nuovamente. ~ riaffiorare. <> affondare. 

\riemersióne, sf. Il riemergere. 

\riempiménto, sm. 1 Il riempire, il riempirsi. 2 Detto di questionario o di modulo, compilazione. 

\riempìre (o riempiére, a cui si riferisce la coniugazione: io rimepio, essi riempiono), v. v. tr. 1 Rendere pieno, colmare. <> vuotare. 2 Occupare. <> liberare. 3 Compilare un modulo. ~ completare. 
v. intr. pron. Diventare pieno. la piazza si riempì in brevissimo tempo
v. rifl. Rimpinzarsi di cibo. ~ satollarsi. 
 X   v. tr. 1 to fill. 2 (compilare) to fill in. 3 (assegni) to make out. 4 (imbottire) to stuff. v. intr. pron. to fill up. v. rifl. to stuff oneself. 
 @   da ri-+ empire

\riempitìvo, agg. e sm. agg. Che serve a riempire. 
sm. Ogni cosa messa per riempire. 

\riempitóre, sm. (f.-trìce) Chi riempie. 

\riempitùra, sf. 1 Il riempire. 2 Ciò che viene usato per riempire. 

\rientràbile, agg. Retrattile. 

\rientraménto, sm. 1 Il rientrare. 2 La parte che rientra. 

\rientrànte, agg. e sm. agg. 1 Che rientra. 2 Concavo, incavato. ~ infossato. <> convesso. 
sm. Nelle fortificazioni, l'angolo verso l'interno. 

\rientrànza, sf. Concavità, rientramento. ~ avvallamento. <> sporgenza. 
 X   sf. indentation, recess. 

\rientràre, v. intr. 1 Entrare nuovamente. ~ ritirarsi. 2 Tornare a una condizione precedente. rientrare in sé, recuperare l'equilibrio. 3 Avere una rientranza. ~ incavarsi, avvallarsi. <> sporgere, ingobbirsi. 4 Essere compreso. non rientra nelle nostre mansioni
 X   v. intr. 1 to go back, to return. 2 (fare parte) to be part. 3 (in possesso) to regain possession. 
 @   da ri-+ entrare

\rientràto, agg. 1 Entrato nuovamente. 2 Infossato. 

\riéntro, sm. Il rientrare. 
 X   sm. return. 

\Riènza Fiume (90 km) che nasce dalle Dolomiti ampezzane, percorre la valle Landro e sbocca nella Val Pusteria. Confluisce nel fiume Isarco. 

\Rienzi, l'ultimo dei tribuni Opera tragica in cinque atti di R. Wagner, libretto proprio (Dresda, 1842). 

\riepilogàre, v. tr. Ricapitolare, compendiare. ~ riassumere. 
 X   v. tr. to summarize. 

\riepilogatìvo, agg. Che serve a riepilogare. 

\riepìlogo, sm. (pl.-ghi) Ricapitolazione, riassunto. ~ schema. 

\riequilibràre, v. tr. Rimettere in equilibrio. 

\riequilìbrio, sm. Il fatto di ridare equilibrio. 

\riesàme, sm. Nuovo esame più attento ed esatto. 

\riesaminàre, v. tr. Esaminare nuovamente. 

\Rièse Pio X Comune in provincia di Treviso (8.342 ab., CAP 31039, TEL. 0423). 

\riesenschnauzer, sm. Originario della Germania, è un cane robusto e fedele. Presenta un mantello ispido di colore nero o brizzolato. 

\Rièsi Comune in provincia di Caltanissetta (12.506 ab., CAP 93016, TEL. 0934). Centro agricolo (coltivazione di frutta, olive, uva e cereali), della zootecnia e industriale (prodotti alimentari). Gli abitanti sono detti Riesini

\riesling, sm. Tipo di vitigni che producono uva bianca. 

\Riesman, David (Filadelfia 1909-Binghamton, New York 2002) Sociologo statunitense. Scrisse La follia solitaria (1950), Visi nella folla (1952) e A che serve l'abbondanza? (1964). 

\rièssere, v. intr. Essere nuovamente. 

\riesumàre, v. tr. Esumare nuovamente. ~ disseppellire. <> seppellire. 

\riesumazióne, sf. Il riesumare. 

\Riesz, Frigyes (Györ 1880-Budapest 1956) Matematico ungherese. Compì importanti studi sulla teoria degli integrali di Lebesgue. 

\Rièti Città del Lazio, (206,52 km2, 44.000 ab., CAP 02100, TEL. 0746), capoluogo della provincia omonima, a 405 m sul livello del mare, alle falde del Terminillo, sul fiume Velino. Sede di industrie cartarie, chimiche, meccaniche e dei materiali da costruzione. Fu antica capitale sabina e divenne municipio romano nel 268 a. C. Fu dominata da franchi e longobardi e distrutta da Ruggero II il Normanno nel 1149. Ricostruita, divenne comune guelfo fino all'annessione allo Stato Pontificio (1354). I monumenti principali sono il palazzo vescovile, la cattedrale (XII-XIII sec.) e le chiese di Sant'Agostino e San Francesco (XII sec.). 
Provincia di Rieti 
Vasta 2.749 km2 (147.000 ab.), è sita nel Lazio nordorientale, presso i monti Sabini, il gruppo del Velino, i monti Reatini. Le attività principali sono l'agricoltura, l'allevamento e le industrie di trasformazione. Sul Terminillo si pratica il turismo invernale. 

\Rietveld, Gerrit Thomas (Utrecht 1888-1964) Architetto olandese. Tra le opere la casa Schröder a Utrecht (1924, demolita) e il Rijksmuseum Vincent Van Gogh ad Amsterdam (1963-1972). 

\rievocàre, v. tr. Riportare alla mente persone o fatti. ~ commemorare. 
 X   v. tr. to evoke, to recall. 

\rievocatìvo, agg. Che ha lo scopo di rievocare. 

\rievocazióne, sf. Il rievocare. 

\Rif Regione montuosa marocchina tra Ceuta e Melilla, in prossimità del confine algerino. 
Campagna franco-spagnola del Rif 
La Spagna assunse la protezione della zona a seguito del trattato franco-spagnolo di Madrid (1912). Questo causò moti di insurrezione delle popolazioni locali (1920) che furono sedati dall'intervento congiunto franco-spagnolo solo nel 1926. 

\rifaciménto, sm. Il rifare. ~ rielaborazione. 

\rifàre, v. v. tr. 1 Fare nuovamente. ~ ricostruire. 2 Rimettere nelle condizioni di prima. 3 Ripetere. ~ reiterare. 4 Imitare. rifare l'andatura di qualcuno
v. intr. 1 Assumere un atteggiamento precedente. 2 Recuperare. 3 Prendersi la rivincita. ~ rivalersi, vendicarsi. ti rifarai al prossimo incontro
v. rifl. Fare riferimento. ~ ricondursi. 
 X   v. tr. 1 to remake, to do again. 2 (risistemare) to do up. v. rifl. 1 (risarcirsi) to make up. 2 (rivalersi) to get even. 
 @   da ri-+ fare

\rifasaménto, sm. In un impianto elettrico, riduzione dello sfasamento tra corrente e tensione che si ottiene normalmente per mezzo di condensatori che vengono inseriti in parallelo ai carichi. 

\rifasàre, v. tr. Effettuare il rifasamento di un impianto elettrico. 

\rifasciàre, v. tr. Fasciare nuovamente. 

\rifàtto, agg. 1 Fatto nuovamente. ~ ricostruito. <> autentico. 2 Rinnovato. 

\riferìbile, agg. 1 Che si può riferire. 2 Che si può mettere in rapporto a qualcosa. 

\riferiménto, sm. 1 Il riferire e il riferirsi ~ rapporto, connessione. 2 Punto, persona, sistema, … che serve a orientarsi.  abbiamo fissato sul terreno un punto di riferimento   per me Luigi è un riferimento. 3 Analogia fra cose. non vedeva alcun riferimento fra le due situazioni. 4 Allusione, accenno, richiamo, menzione, citazione.  farò riferimento a quello che ha detto lui.
 X   sm. reference. 

\riferìre, v. v. tr. 1 Dire ad altri ciò che si è visto o sentito. ~ comunicare, raccontare, esporre. <> tacere, omettere. riferire i fatti. 2 Associare, attribuire, ascrivere, addebitare, imputare, connettere. <> escludere, prescindere. 3 Considerare rispetto a un (sistema di) riferimento. 
v. intr. 1 Presentare una relazione, relazionare, riportare, informare ( riferirò sulla situazione economica e in merito alle osservazioni della Commissione). 2 (riferirsi) riguardare, essere in rapporto, concernere, attenersi ( i dati si riferiscono all'anno scorso), alludere, richiamarsi, rifarsi, rapportarsi ( si riferiva a Luigi
 X   to report. v. intr. to do a report. 
 @   lat. referre, comp. da re-+ ferre, portare, incrociato con conferire, deferire

\riff, sm. invar. Nel jazz, frase musicale su cui l'esecutore improvvisa le variazioni. 

\rìffa, sf. 1 Lotteria privata avente come premi degli oggetti. 2 Violenza, sopruso. 

\Rifiàno (in ted. Riffian) Comune in provincia di Bolzano (1.048 ab., CAP 39010, TEL. 0473). 

\rifiatàre, v. intr. Riprendere fiato, respirare. 

\rificcàre, v. tr. Ficcare nuovamente. 

\rificolóna, sf. Palloncino di carta colorata contenente un piccolo lume che viene usato nella festa fiorentina che si celebra il 7 settembre. Può essere esposto alla finestra o portato in cima a un bastone. ~ fierucolona. 

\Rìfidi Famiglia di Insetti Ditteri Nematoceri che vivono negli escrementi, nelle sostanze vegetali in decomposizione, nelle grotte e nelle abitazioni. 

\Rififi Film giallo, francese (1955). Regia di Jules Dassin. Interpreti: Carl Möhner, Jean Servais, Robert Manuel. Titolo originale: Du Rififi chez les hommes 

\rifilàre, v. tr. Tagliare a filo. ~ raddrizzare. 
 X   v. tr. to palm. 

\rifilatrìce, sf. Macchina per rifilare. 

\rifilatùra, sf. 1 Il rifilare. 2 Orlatura sottile, profilatura. 

\rifìlo, sm. Nell'industria cartacea, scarto di carta che viene prodotto durante la rifilatura. 

\rifinìre, v. v. tr. 1 Finire nuovamente. 2 Perfezionare. ~ lustrare. 
v. intr. Soddisfare del tutto. 
 X   v. tr. to put the finishing touches to, to finish off. 

\rifinitézza, sf. L'essere rifinito e curato con precisione. 

\rifinìto, agg. Finito con precisione. 

\rifinitóre, sm. (f.-trìce) Operaio che perfeziona un lavoro. 

\rifinitùra, sf. 1 Il rifinire. 2 Guarnizione. ~ particolare, dettaglio. 
 X   sf. pl. final touches. 

\rifioriménto, sm. Il rifiorire. 

\rifiorìre, v. v. tr. Fare fiorire. 
v. intr. 1 Tornare a fiorire. 2 Riprendere vigore, energia. ~ rinascere, rinvigorirsi. <> appassire, sfiorire. i commerci stavano cominciando a rifiorire dopo la crisi della guerra
 @   da ri-+ fiorire

\rifiorìta, sf. Nuova fiorita. 

\rifioritùra, sf. Nuova fioritura. ~ rinascita, ripresa. 

\rifiutàbile, agg. Che si può o si deve rifiutare. 

\rifiutàre, v. v. tr. 1 Ricusare. ~ negare. <> acconsentire. 2 Non concedere. 3 Non accettare. rifiutava ogni nuova proposta di lavoro
v. intr. Non voler accettare. 
v. rifl. Opporre un rifiuto. ~ opporsi. <> accettare. si rifiutava di partecipare per una questione di principio
 X   v. tr. e v. rifl. to refuse. 
 @   lat. refutare respingere, con l'incrocio dell'italiano fiutare. 

\rifiùto, sm. Negazione di chi respinge o non accetta qualcosa. ~ no. <> accettazione. 
 X   sm. 1 refusal. 2 (spazzatura) pl. rubbish, waste. 

\riflessióne, sf. 1 In fisica fenomeno in base a quale le onde elastiche ed elettromagnetiche sono respinte quando incidono su una superficie. 2 Processo mentale con il quale si riflette. ~ elucubrazione, meditazione, ragionamento. 3 Considerazione, osservazione su un dato fatto o fenomeno o discorso o … ~ valutazione, ponderazione.
 X   sf. 1 reflection. 2 (osservazione) remark. 
Secondo le leggi della riflessione l'angolo di incidenza e quello di riflessione sono uguali e il raggio incidente, quello riflesso e la normale alla superficie incidente si trovano sullo stesso piano. Quando un raggio passa da un mezzo a un altro mezzo con un minor grado di rifrangenza, viene riflesso totalmente se incide sulla superficie con un raggio superiore a un certo angolo (riflessione totale). 

\Riflessioni o sentenze e massime morali Prosa di F. de La Rochefoucauld (1664). 

\Riflessioni su Christa T. Romanzo di Ch. Wolf (1968). 

\riflessività, sf. 1 L'essere riflessivo. 2 Disposizione alla riflessione. 

\riflessìvo, agg. 1 Abituato a riflettere. ~ assennato. <> irriflessivo. persona riflessiva. 2 Detto di verbo in cui l'azione si riflette sul soggetto stesso. 3 In matematica, la proprietà riflessiva di una relazione R è quella secondo cui ogni elemento è in relazione mediante R con sé stesso (ad esempio il parallelismo tra rette è tale). 
 X   agg. reflective, thoughtful. 
 @   lat. reflexus, p.p. di reflectere riflettere, incrociato con riflettere

\riflèsso, agg. e sm. agg. Che ha subito riflessione. 
sm. 1 Riverbero. ~ raggio. 2 Risposta di solito involontaria a uno stimolo. 
 X   sm. 1 (di luce) reflection. 2 (med.) reflex. 3 (conseguenza) consequence. 
In neurofisiologia è la reazione non volontaria a uno stimolo volto a sollecitare un organo sensoriale periferico. Lo stimolo si propaga per mezzo di un nervo che raggiunge le radici del midollo spinale e talvolta anche l'encefalo, dal quale si diparte uno stimolo opposto verso la periferia, che determina la reazione. 
Riflesso condizionato 
Reazione automatica dell'organismo, conseguente alla ripetuta associazione di uno stimolo e un determinato evento. Fu studiato da Pavlov (1927) osservando i cani. Dopo avere associato il suono di un campanello alla somministrazione di cibo, lo scienziato osservò che il suono del campanello, senza cibo, ugualmente causava nel cane secrezioni salivari. 

\riflettènte, agg. Che riflette. ~ specchiante. <> opaco. 

\riflèttere, v. v. tr. 1 Rinviare per riflessione. 2 Riprodurre l'immagine che si specchia. ~ deflettere. <> assorbire. 3 Manifestare. gli occhi riflettevano la sua tranquillità interiore
v. intr. Considerare attentamente, meditare. ~ ragionare, pensare, ponderare, valutare. doveva riflettere su quella proposta
v. rifl. 1 Essere riflesso. 2 Ripercuotersi. ~ influire. 
 X   v. tr. to reflect. v. intr. to reflect, to think over. v. rifl. to be reflected. 
 @   lat. reflectere, comp. da re-+ flectere piegare. 

\riflettóre, sm. 1 Apparecchio che proietta lontano la luce. ~ faro. 2 Telescopio in cui l'obiettivo è formato da un sistema di specchi. 
 X   sm. 1 reflector, searchlight. 2 (proiettore) floodlight. 

\rifluìre, v. intr. 1 Fluire indietro. 2 Fluire nuovamente. 

\riflùsso, sm. Flusso in senso contrario. ~ involuzione. <> ascesa, avanzamento. riflusso di acque
 X   sm. 1 flowing back. 2 (rifluire) reflux. 3 (di marea) ebb. 
 @   da ri-+ flusso

\rifocillàre, v. v. tr. Ristorare con cibi o bevande. ~ saziare. 
v. rifl. Ristorarsi. 
 X   v. tr. to refresh. 

\rifondàre, v. tr. Fondare nuovamente. 

\rifondazióne, sf. L'azione di rifondare. 

\rifóndere, v. tr. 1 Fondere nuovamente. 2 Rimborsare, indennizzare. ~ risarcire. 
 X   v. tr. to repay, to refund. 
 @   lat. refundere, comp. da re-+ fundere versare. 

\riforestazióne, sf. Sinonimo di rimboschimento. 

\rifórma, sf. 1 L'azione del riformare. 2 Trasformazione politica o amministrativa di uno stato. ~ cambiamento. 3 Giudizio di non idoneità al servizio militare. 
 X   sf. reform. 
Moto di rinnovamento religioso, originato in Germania, nel 1517, che produsse una separazione in seno alla chiesa cristiana. Suo propugnatore fu il monaco tedesco Martin Lutero che il 31 ottobre 1517 rese pubbliche, nella cattedrale di Wittemberg, novantacinque tesi nelle quali attaccava la corruzione della chiesa cattolica e in particolare il commercio delle indulgenze: la sua tesi era che la salvezza non poteva derivare dalle indulgenze, ma solo dalla fede dell'individuo. Partito da un buon intento di revisione della chiesa, Lutero si trovò scomunicato da Leone X e lo scontro divenne aperto tanto da lasciar presagire lo scisma. La riforma fu nel 1530 delineata nella sua essenza ad Augusta: possibilità di salvezza per sola fede, lettura diretta dei testi sacri (senza mediazione di nessuna autorità), rifiuto di tutti i sacramenti, con la sola esclusione di battesimo ed eucaristia. Le sue teorie si diffusero rapidamente sia tra i feudatari tedeschi, che trovarono in esse valido pretesto per staccarsi dall'imperatore Carlo V e annettersi le proprietà ecclesiastiche, sia tra i contadini, che ne esasperarono le tesi fino a scontrarsi con lo stesso Lutero. Il luteranesimo si diffuse anche negli stati scandinavi e a esso si affiancarono le teorie di altri riformatori, come Zwingli e Calvino. Il pensiero di quest'ultimo si diffuse in Svizzera, nei Paesi Bassi, in Francia e in Scozia, mentre ebbe scarso successo in Italia. In Inghilterra la riforma venne imposta da Enrico VIII che con il Supremacy Act si proclamò capo della chiesa di Inghilterra, per motivi di ordine prevalentemente economico. La chiesa cattolica rispose allo scisma della riforma con il concilio di Trento (1545-1563) che diede avvio alla controriforma. 

\riformàbile, agg. Che può essere riformato. 

\riformàre, v. v. tr. 1 Dare forma nuova. ~ mutare. 2 Fare nuove leggi, migliori delle precedenti. riformare il sistema pensionistico. 3 Congedare per inabilità al servizio militare. non lo riformarono, nonostante avesse quei problemi fisici
v. intr. pron. Formarsi nuovamente. 
 X   v. tr. to reform. 
 @   lat. reformare, comp. da re-+ formare formare. 

\riformàto, agg. e sm. agg. 1 Formato nuovamente. 2 Migliorato. 3 Sottoposto a riforma. il sistema riformato sembra più efficiente. 4 Che è stato considerato non abile per il servizio militare. 
sm. Congedato per inabilità al servizio militare. 

\riformatóre, agg. e sm. Che, o chi, riforma o propone riforme. 

\riformatòrio, sm. Istituto di rieducazione per minori colpevoli di crimini. ~ correzionale. 
 X   sm. community home. 

\riformìsmo, sm. Tendenza a riformare l'ordinamento politico di uno Stato. 

\riformìsta, sm. e sf. (pl.-i) Fautore di riforme. ~ progressista. <> conservatore. 

\riformìstico, agg. (pl. m.-ci) Relativo al riformismo. 

\riforniménto, sm. 1 Il rifornire e il rifornirsi. 2 L'occorrente per rifornire o rifornirsi. ~ provvista. 
 X   sm. 1 providing. 2 (aut.) refuelling. 3 (provviste) pl. supplies. 

\rifornìre, v. v. tr. Fornire nuovamente ~ equipaggiare. 
v. rifl. Fornirsi nuovamente. 
 X   v. tr. to supply. 

\rifornitóre, sm. (f.-trìce) Chi rifornisce. 

\rifrangènte, agg. Concernente la rifrazione. 

\rifrangènza, sf. Proprietà di originare la rifrazione. 

\rifràngere, v. v. tr. Frangere nuovamente. 
v. intr. pron. Subire una rifrazione. 

\rifrangibilità, sf. Caratteristica di ciò che è rifrangibile. 

\rifrangiménto, sm. Il rifrangere, il rifrangersi. 

\rifrattività, sf. Potere rifrangente. 

\rifrattometrìa, sf. L'insieme dei procedimenti atti a misurare l'indice di rifrazione e le sue variabili. 

\rifrattòmetro, sm. Strumento per la misurazione dell'indice di rifrazione. 

\rifrattóre, agg. e sm. (f.-trìce) agg. Che rifrange. 
sm. Dispositivo che per illuminare utilizza il fenomeno della rifrazione. 
Telescopio formato da due sistemi di lenti collocate all'estremità di un tubo cilindrico; il suo funzionamento si basa sul fenomeno della rifrazione della luce. Presenta aberrazione sferica e cromatica che diventano insopportabili quando si va oltre il metro di diametro del sistema ottico. La prima delle due lenti di cui consta il telescopio (obiettivo) serve per raccogliere la luce, mentre la seconda, detta oculare, fornisce l'immagine virtuale e ingrandita dell'astro. 

\rifrazióne, sf. In fisica è il fenomeno che si verifica quando un'onda incide sulla superficie di separazione di due differenti mezzi. In genere, a seconda del mezzo, si verifica una diversa propagazione dell'onda, con incremento o decremento dell'angolo formato dall'onda con la normale alla superficie. Nel caso della rifrazione della luce, valgono le leggi di Snell (o di Cartesio) per le quali il raggio incidente, quello rifratto e la normale al punto di incidenza appartengono allo stesso piano; si definisce indice di rifrazione il rapporto costante tra i seni dell'angolo di incidenza e dell'angolo di rifrazione. Tale indice è funzione del due mezzi e della lunghezza dell'onda considerata. Quando il primo mezzo è il vuoto, l'indice di rifrazione di una sostanza viene detto indice di rifrazione assoluto. Alcuni indici di rifrazione assoluti: quelli dell'aria (1 atm, 20°), dell'acqua, dell'alcol etilico, del quarzo, del vetro per lenti, del diamanate sono 1.0003, 1.33, 1.36, 1.46, 1.52, 2.42.  Nel caso dell'astronomia si ha una deviazione dal cammino all'interno dell'atmosfera dei raggi luminosi che provengono dalle sorgenti celesti. Per questo motivo i dischi del Sole e della Luna presentano uno schiacciamento di circa 1/5 al momento del loro sorgere e tramontare e compaiono già/ancora sull'orizzonte allorché, geometricamente, ne sono ancora/già al di sotto. Inoltre, poiché la densità dell'atmosfera varia con la quota, anche la distanza con cui ci appare l'orizzonte da un punto P ad una certa altezza è leggermente superiore alla distanza calcolata tracciando da P la retta tangente alla superficie terrestre: con condizioni atmosferiche standard è circa superiore dell'8%.
 X   sf. refraction. 

\rifréddo, sm. Pietanza cotta che può essere mangiata fredda. 

\Rifréddo Comune in provincia di Cuneo (975 ab., CAP 12030, TEL. 0175). 

\rifrìggere, v. tr. 1 Friggere nuovamente. 2 Dire sempre le stesse cose. 

\rifrìtto, agg. e sm. agg. Fritto nuovamente 
sm. Cattivo odore emanato dalle pietanze fatte ricuocere. 

\rifrittùra, sf. Cosa rifritta. 

\Rift Valley Provincia (5.128.000 ab.) del Kenya occidentale, al confine con l'Uganda, la Tanzania, il Sudan e l'Etiopia. Capoluogo Nakuru. Le principali risorse economiche della provincia sono l'agricoltura (cereali, tè, caffè e piretro) e l'allevamento. 

\rifuggìre, v. v. tr. Scansare, schivare. rifuggire la fatica. ~ rifiutare. <> amare. 
v. intr. Provare avversione. ~ aborrire. rifuggire dalle falsità
v. intr. pron. Trovare rifugio. ~ proteggersi. 
 X   v. intr. to escape again. 

\rifugiàto, agg. e sm. Che, o chi, si trova in un luogo di rifugio. ~ esiliato. 
 X   sm. refugee. 

\rifùgio, sm. 1 Luogo di asilo. ~ riparo. rifugio antiaereo, costruzione sotterranea per sottrarsi ai bombardamenti aerei. 2 Costruzione di alta montagna, usata come riparo. 
 X   sm. refuge, shelter. 
 @   lat. refugium, deriv. da refugere

\rifùlgere, v. intr. Emanare luce viva e brillante. ~ rilucere. 

\rifusióne, sf. 1 Risarcimento. ~ rimborso. 2 Il fondere nuovamente e l'effetto. 

\rìga, sf. 1 Linea più o meno lunga e larga, tracciata o impressa. ~ retta. riga da parte, scriminatura laterale dei capelli. 2 Fila di persone l'una accanto all'altra. ~ rango. 3 Conformarsi al dovere. mettersi in riga. 4 Strumento per tracciare righe. 5 Insieme di parole sulla stessa linea orizzontale in uno scritto. ~ rigo. 
 X   sf. 1 line. 2 (striscia) stripe. 3 (regolo) ruler. 4 (di capelli) parting. 
 @   longob. riga

\Riga Città, capitale della Lettonia (915.000 ab.), sita sull'estuario del fiume Dvina occidentale, nel golfo di Riga. Principale centro economico e culturale della Lettonia, è un porto attivo ed è sede di industrie alimentari, chimiche, conciarie, del legno e del vetro, meccaniche, tessili e vetrarie. Fu fondata nel 1201 ed entrò a far parte della lega anseatica nel 1282; in seguito venne annessa alla Polonia nel 1561, alla Svezia nel 1621 e alla Russia con il trattato di Nystad (1721). Godette di un periodo di indipendenza dal 1918 al 1940, fu invasa dai tedeschi fino al 1944 e in seguito venne annessa all'URSS, per tornare indipendente nel 1991. Tra i monumenti si ricordano il castello (XIII-XVI sec.) e il duomo in stile gotico (XIII sec.). 
Riga, golfo di 
Golfo del mar Baltico che si inserisce tra i territori della Lettonia e dell'Estonia. 

\rigàggio, sm. In tipografia, l'impressione delle righe su carta da scrivere. 

\rigàglia, sf. Frattaglia di pollo o di altri volatili. 

\rigàgnolo, sm. Piccolo corso d'acqua piovana che si forma e corre lungo i marciapiedi delle strade. ~ canaletto, fossatello. 
 X   sm. rivulet. 

\rigàre, v. v. tr. 1 Tracciare righe. un filo di sudore gli rigava la fronte. 2 Solcare, scanalare. ~ strisciare. 
v. intr. Fare il proprio dovere. doveva rigare dritto, rispettare le disposizioni date. 
 X   v. tr. 1 to rule. 2 (graffiare) to score. v. intr. (fig.) to toe the line. 
 @   deriv. da riga

\rigatìno, sm. Tessuto di cotone a piccole righe. 

\rigàto, agg. Percorso da righe. 

\rigatóne, sm. Tipo di pasta simile al maccherone, però largo e rigato.   +  

\rigatterìa, sf. 1 Bottega del rigattiere. 2 La merce di un negozio di rigattiere. 3 Roba usata, paccottiglia. ~ carabattola. 

\rigattière, sm. Rivenditore di roba usata. ~ robivecchi. 
 X   sm. junk dealer. 

\rigatùra, sf. 1 Il rigare. 2 Le righe della carta o le scanalature interne delle canne nelle armi da fuoco. non era ancora in grado, scrivendo, di seguire la rigatura della pagina

\Rigaud, Hyacinthe (Perpignano 1659-Parigi 1743) Pittore francese. Tra le opere Ritratto di Luigi XIV (1701, Parigi, Louvre). 

\Rigel Stella di colore bianco azzurro, magnitudine 0,3; è la seconda stella più splendente della costellazione di Orione; ha una compagna di magnitudine 8 a 9,1" di arco. 

\rigèlo, sm. Il riformarsi del ghiaccio dopo la fusione. 

\rigeneràbile, agg. Che si può generare nuovamente. 

\rigeneràre, v. v. tr. 1 Generare nuovamente. 2 Riportare a uno stato dignitoso. rigenerare un popolo. 3 Rendere nuovamente efficiente. quel massaggio aveva il potere di rigenerarlo
v. intr. pron. 1 Riprodursi, ricostituirsi. il tumore non aveva cessato di rigenerarsi. 2 Manifestarsi di nuovo. 
 @   lat. regenerare, comp. da re-+ generare

\rigeneratìvo, agg. Relativo alla rigenerazione. 

\rigeneràto, agg. e sm. agg. Relativo a cosa riportata nelle condizioni originarie. 
sm. Ciò che è ottenuto con la rigenerazione. 

\rigeneratóre, agg. e sm. Che, o chi, rigenera. 

\rigenerazióne, sf. 1 L'azione del rigenerare. 2 Rinascita. 
 @   lat. tardo regeneratio,-onis. 
In biologia è la capacità di un organismo di riprodurre parti del corpo perse o gravemente danneggiate. Solitamente è più accentuata tra gli organismi semplici, come gli Invertebrati, ma è presente anche in taluni Pesci nei quali si assiste alla rigenerazione della pinna caudale e negli Anfibi Urodeli, che rigenerano la coda e le zampe. Altri casi notevoli si osservano nell'oloturia, che è in grado di eliminare l'apparato digerente per poi rigenerarlo, e nella lucertola che in caso di necessità può perdere la coda per rigenerarne un'altra. Se il fenomeno della rigenerazione è totale a partire da un frammento, si chiama frammentazione. Tra i vegetali i vari innesti (talea, margotta ecc.) usati nella riproduzione artificiale si basano sul principio della rigenerazione. 

\rigettàre, v. tr. 1 Gettare nuovamente. 2 Respingere, non accettare. <> accettare. 3 Vomitare. ~ rigurgitare, rimettere. 4 Il germogliare delle piante. 
 X   v. tr. 1 to throw back. 2 (fig.) to reject. 

\rigètto, sm. 1 Il rigettare. 2 Rifiuto. ~ respinta. rigetto di una domanda. 3 Fenomeno di difesa di un organismo a seguito di trapianto di organo. ~ rifiuto. nei giorni successivi al trapianto non si verificarono rigetti
 X   sm. rejection. 
 @   deriv. da rigettare

\righèllo, sm. Asticella di sezione quadrata usata per rigare. 

\righettàre, v. tr. Segnare con righe sottili e poco distanti una dall'altra. 

\righettàto, agg. e sm. Che, o chi, presenta piccole righe. 

\Rìghi, Augùsto (Bologna 1850-1920) Fisico. Compì importanti studi sulle onde hertziane e costruì un oscillatore utilizzato da G. Marconi. Insegnò a Bologna, Padova e Palermo. Studiò gli effetti Kerr e Hall, la polarizzazione della luce e gli effetti di ionizzazione dei raggi X sull'aria. Si dedicò all'ottica e avvalorò l'identificazione delle onde luminose con quelle elettromagnetiche. 

\Righìni, Vincènzo (Bologna 1756-1812) Compositore. Esponente dell'opera lirica di stile napoletano, fu attivo come maestro di cappella a Vienna, Magonza e Berlino. 

\righìno, sm. Riga tipografica non completa, seguita da un capoverso. 

\Rigi Massiccio montuoso della Svizzera, tra il lago dei Quattro Cantoni e quello di Zug. Vetta più elevata il monte Kulm (1.797 m). 

\rigidaménte, avv. Con rigidezza. 

\rigidézza, sf. 1 L'essere rigido. 2 Severità, rigore. 

\rigidità, sf. 1 Resistenza che presenta un corpo alla piegatura. 2 Assenza di flessibilità. la rigidità della mano era preoccupante. 3 In economia, scarsa sensibilità a variazioni di mercato. 
 X   sf. stiffness, rigidity, rigor (specie nel senso di "r. cadaverica", ossia r. mortis). 
 @   lat. rigiditas,-atis

\rìgido, agg. 1 Duro, che non si piega. 2 Di clima freddissimo. ~ gelido. <> torrido. 3 Severo, austero. uomo di rigidi principi. 4 Poco flessibile, di poca elasticità. ~ duro, elastico. applicazione rigida del regolamento
 X   agg. 1 rigid. 2 (fig.) stiff. (clima) severe. 
 @   lat. rigidus, deriv. da rigere essere rigido. 

\rigiràre, v. v. tr. 1 Girare nuovamente o più volte. 2 Circondare o percorrere intorno. 3 Deviare. 4 Modificare a proprio vantaggio. rigirare il denaro, farlo fruttare. 
v. intr. Muoversi in giro. 
v. rifl. Voltarsi. rigirarsi di scatto
 X   v. tr. to turn. v. rifl. to turn around. 
 @   da ri-+ girare

\rigìro, sm. 1 Giro ripetuto intorno a qualcuno o qualcosa. 2 Movimento circolare. 3 Movimento di capitali. 4 Intrigo. 

\Rignàno Flamìnio Comune in provincia di Roma (5.809 ab., CAP 00068, TEL. 0761). 

\Rignàno Gargànico Comune in provincia di Foggia (2.413 ab., CAP 71010, TEL. 0882). 

\Rignàno sull'Àrno Comune in provincia di Firenze (6.359 ab., CAP 50067, TEL. 055). 

\rìgo, sm. (pl.-ghi) 1 Linea tracciata su una superficie. 2 Riga di scrittura. ~ nota. 3 Il pentagramma musicale. 
 X   sm. 1 line. 2 (mus.) staff. 

\rigóglio, sm. 1 Sviluppo vigoroso di una pianta. 2 Esuberanza, energia. 

\rigogliosaménte, avv. In modo rigoglioso. 

\rigogliosità, sf. L'essere rigoglioso. 

\rigoglióso, agg. 1 Che presenta rigoglio. 2 Esuberante, vivace. ~ florido. <> appassito. 
 X   agg. 1 blooming. 2 (pianta) luxuriant. 

\rigògolo, sm. Uccello (Oriolus oriolus) della famiglia degli Oriolidi e dell'ordine dei Passeriformi. Di colore giallo brillante e nero, vive nei boschi dell'Europa, dell'Asia sudoccidentale e dell'Africa nordoccidentale. 

\Rigolàto Comune in provincia di Udine (765 ab., CAP 33020, TEL. 0433). 

\Rigoletto Opera in tre atti di G. Verdi, libretto di F. M. Piave (Venezia, 1851). 
La storia si svolge nel Rinascimento, a Mantova, il cui duca dà una festa. Il buffone di corte, Rigoletto, si burla dei parenti delle presunte amanti del duca. Unono di essi lo maledice, dichiarando che anche Rigoletto ha un'amante. In realtà essa è sua figlia, che il buffone tiene nascosta. Appreso che anche Gilda, la figlia, è stata sedotta dal duca, il protagonista trama una vendetta e assolda il sicario Sparafucile per uccidere il duca. Gilda però rimane vittima di una trappola e, ferita a morte al posto del duca, muore tra le braccia del padre. 

\rigonfiaménto, sm. Il rigonfiare, il rigonfiarsi e il punto rigonfiato. ~ tumescenza. 

\rigonfiàre, v. v. tr. Gonfiare nuovamente. 
v. intr. Aumentare di volume. 
v. rifl. Diventare nuovamente gonfio. 

\rigónfio, agg. e sm. agg. Gonfio, tumido. 
sm. Rigonfiamento. 
 X   agg. bulging, swollen. 

\Rigóni Stern, Màrio (Asiago, Vicenza 1921-Asiago 2008) Romanziere. Nelle prime opere il tema dominante è il tragico destino dei soldati italiani: Il sergente nella neve (1953), Il bosco degli urogalli (1962), Ritorno sul Don (1972); successivamente la natura e i suoi valori s'imposero come ispiratori della sua vena narrativa: Storia di Tönle (1978), Amore di confine (1986), Il libro degli animali (1990), Le stagioni di Giacomo (1995). 

\rigor mortis, loc. sost. m. invar. Locuzione latina che significa "rigidità cadaverica" e indica lo stato di un cadavere in cui ogni funzione vitale è cessata. 

\rigóre, sm. 1 Grande severità nel far osservare leggi o nella disciplina. ~ rigorismo. <> lassismo. 2 Precisione, esattezza. esaminare con rigore scientifico. 3 Asprezza. 4 Nel gioco del calcio, il tiro battuto da undici metri contro la porta avversaria. calcio di rigore
 X   sm. 1 (clima) rigours, harshness. 2 (severità) severity, strictness. 3 (sport, calcio) penalty. 
 @   lat. rigor,-oris, deriv. da rigere avere freddo. 

\rigorìsmo, sm. 1 Rigore eccessivo nell'applicazione delle leggi. 2 Intransigenza. 

\rigorìsta, sm. e sf. 1 Chi è eccessivamente severo. 2 Nel gioco del calcio, il giocatore che tira il calcio di rigore. 

\rigorosaménte, avv. Con rigore, severamente. 

\rigorosità, sf. L'essere rigoroso, severità. 

\rigoróso, agg. 1 Severo, intransigente. ~ rigoristico. <> elastico. 2 Secondo le regole. 3 Molto scrupoloso. 4 Estremamente coerente e logico. ~ congruente, logico. <> incoerente. metodo rigoroso di indagine scientifica
 X   agg. 1 strict. 2 (preciso) rigorous. 
 @   deriv. da rigore

\rigovernàre, v. tr. Lavare le stoviglie sporche. 
 X   v. tr. to wash up. 

\rigovernatùra, sf. Il rigovernare. 

\riguadagnàre, v. tr. Guadagnare nuovamente. 

\riguardànte, agg. Concernente, attinente. 

\riguardàre, v. v. tr. Guardare nuovamente o con più attenzione. ~ rivedere. 
v. rifl. Avere cura della propria salute. 
 X   v. tr. to concern, to regard. v. rifl. to look after oneself. 

\riguardàta, sf. Il riguardare per sommi capi. 

\riguàrdo, sm. 1 Cura, precauzione. ~ attenzione. <> disinteresse. 2 Stima, rispetto. ~ reverenza, ossequio. <> impertinenza, irrispettosità. non mancare di riguardo, rispettare. 3 Attinenza, relazione. riguardo a, in riferimento a. 4 Cortesia. ~ attenzione, delicatezza. 
 X   sm. 1 (attenzione) care. 2 (rispetto) respect. 3 (riguardo a) concerning. 
 @   deriv. da riguardare

\riguardóso, agg. 1 Che agisce con riguardo. 2 Rispettoso, premuroso. ~ ossequioso. <> irriguardoso. 

\rigurgitànte, agg. Che contiene fino a traboccare. 

\rigurgitàre, v. v. tr. Vomitare. ~ rimettere. 
v. intr. Il fuoriuscire di liquidi che trovano ostacolo al loro corso o per eccessiva abbondanza. ~ rifluire. il petrolio rigurgitava dal foro dell'oleodotto
 @   da ingurgitare, sostituendo ri-a in-. 

\rigùrgito, sm. Il rigurgitare e ciò che viene rigurgitato. rigurgito di odio e violenza, manifestazione; rigurgito di cibo, impossibilità di ingerirlo a causa di ostruzioni nell'apparato. 
 @   deriv. da rigurgitare

\Rigveda => "Veda". 

\Riis, Jacob A. (Ribe 1849-Barre 1914) Fotografo statunitense. Si occupò di documentazione a sfondo sociale. 

\Rila Massiccio montuoso della Bulgaria, nella catena dei Rodopi Occidentali. Vetta più elevata il monte Musala (2.925 m). 

\rilanciàre, v. tr. 1 Lanciare nuovamente. ~ rigettare. 2 Aumentare l'offerta a un'asta o la puntata al gioco. non se la sentiva di rilanciare una cifra così alta. 3 Ridare attualità e importanza. rilanciare una moda
 X   v. tr. (fig.) to relaunch. 
 @   da ri-+ lanciare

\rilàncio, sm. Il rilanciare. 

\rilasciaménto, sm. Il rilasciare e il rilasciarsi. 

\rilasciàre, v. tr. 1 Lasciare nuovamente. 2 Liberare un prigioniero. ~ scarcerare. <> arrestare. 3 Consegnare. ~ concedere, emettere. rilasciare un certificato. 4 Allentare. rilasciare il rigore di un metodo
 X   v. tr. 1 (liberare) to release. 2 (dare) to issue. 
 @   da ri-+ lasciare; nel significato [4]: lat. relaxare

\rilàscio, sm. Il rilasciare. 
 X   sm. issue, release. 

\rilassaménto, sm. 1 Il rilassare e il rilassarsi. 2 Cedimento di un tessuto muscolare. ~ indebolimento. <> indurimento. 

\rilassàre, v. v. tr. 1 Allentare la tensione. quella passeggiata riuscì a rilassarlo. 2 Riposare. 3 Rendere più debole, fiacco. rilassare la disciplina
v. rifl. Distendersi. ~ rasserenarsi. <> tendersi. aveva bisogno di rilassarsi dopo una giornata di lavoro. 
 X   v. tr. to relax. v. rifl. 1 to relax. 2 (fig.) to become slack. 
 @   lat. relaxare, comp. da re-+ laxare, allentare. 

\rilassatézza, sf. L'essere rilassato. 

\rilassàto, agg. Allentato. 

\rilassatóre, agg. (f.-trìce) Che rilassa. 

\rilegàre, v. tr. 1 Legare nuovamente. 2 Cucire i libri e ricoprirli. 
 X   v. tr. to bind. 

\rilegàto, agg. 1 Legato di nuovo. 2 Di pietra preziosa, incastonato. 3 Nell'industria grafica, che è stato sottoposto alla rilegatura. 

\rilegatóre, sm. (f.-trìce) Chi rilega libri. 

\rilegatùra, sf. 1 Il rilegare i libri, il modo. 2 Legatura. 
 X   sf. binding. 

\rilèggere, v. tr. Leggere nuovamente. 
 X   v. tr. to read again, to reread. 

\Rileggere Proust Opera di critica letteraria di G. Debenedetti (postuma 1982). 

\rilènto, avv. Con molta lentezza. 
 X   avv. slowly. 

\rilettùra, sf. Il rileggere. 

\rilevàbile, agg. Che si può rilevare. 

\rilevaménto, sm. L'azione e il modo del rilevare. 
 X   sm. 1 (statistico) survey. 2 (navale) bearing. 
Nel linguaggio scientifico e tecnico è un sistema di operazioni che registrano l'andamento di un fenomeno. 
In topografia sono le operazioni eseguite per definire la planimetria e l'altimetria di una determinata zona. Quando l'area è sufficientemente ampia da dover tenere conto della curvatura terrestre, si parla di rilevamento geodetico

\rilevànte, agg. Notevole, importante. 
 X   agg. important, considerable. 

\rilevànza, sf. Importanza. 

\rilevàre, v. v. tr. 1 Levare nuovamente. 2 Mettere in evidenza. ~ evidenziare, far risaltare. <> omettere. 3 Dedurre. non era in grado di rilevare il senso di quel gesto. 4 Determinare la posizione o una misura di grandezza. 5 Subentrare al posto di qualcuno. ~ sostituire. 6 Comprendere. 
v. intr. pron. Alzarsi, levarsi nuovamente. 
 X   1 (evidenziare) to point out. 2 (notare) to notice. 3 (notizie) to learn. 4 (econ.) to take over. 5 (dati) to collect. 
 @   lat. relevare, rialzare, comp. da re-+ levare

\rilevatàrio, sm. Chi rileva o subentra a un altro. 

\rilevàto, agg. e sm. agg. 1 Sporgente, prominente. strada rilevata, in rialzo. 2 In rilievo. 
sm. Opera, costruzione sopraelevata rispetto a un piano di base. 

\rilevatóre, sm. 1 Chi effettua un rilevamento. 2 Strumento per effettuare rilevamenti. 

\rilevazióne, sf. 1 Il rilevare. 2 Statisticamente, raccolta di dati. 

\rilièvo, sm. 1 Parte che sporge dal fondo. ~ protuberanza. <> avvallamento. scultura a rilievo. 2 Importanza. 3 Detto di cose messe in evidenza. ~ spicco, risalto. 4 Plastico che riproduce la superficie terrestre. 5 Critica, osservazione. ~ appunto, nota. i suoi rilievi erano sempre precisi
 X   sm. 1 relief. 2 (importanza) importance. 3 (topografico) survey. 4 (osservazione) remark. 
 @   deriv. da rilevare

\rilievografìa, sf. L'insieme di procedimenti di stampa a rilievo. 

\rilievogràfico, agg. (pl. m.-ci) Che è attinente alla rilievografia. 

\Rilke, Rainer Maria (Praga 1875-Valmont 1926) Poeta austriaco. Le sue opere giovanili rivelano una predisposizione al dolore e un'attenzione alla musicalità della lingua (Il libro d'ore, 1899-1903; Il libro delle immagini, 1898-1906; la Romanza d'amore e di morte dell'alfiere Cristoforo Rilke, 1906). A Parigi compose le Nuove Poesie (1907-1908) e le prose dei Quaderni di Malte Laurids Brigge (1910) che analizzano la situazione esistenziale. L'esperienza della guerra mondiale accentuò maggiormente le facoltà introspettive di Rilke nelle Elegie duinesi (1922) e nei Sonetti a Orfeo (1922), opere in cui la lirica tende a divenire strumento di conoscenza. 

\rilòga, sf. L'intelaiatura in cui scorrono le tende delle finestre. 

\rilucènte, agg. Che riluce. ~ risplendente. 

\rilùcere, v. intr. Risplendere. 
 @   lat. relucere, incrociato con l'italiano lucere. 

\riluttànte, agg. Restio, recalcitrante. ~ perplesso. <> convinto. 
 X   agg. reluctant. 

\riluttànza, sf. 1 L'essere riluttante. 2 In fisica è la grandezza, omologa alla resistenza elettrica, che esprime concettualmente la resistenza di un circuito magnetico al flusso di induzione magnetica. 
 X   sf. reluctance. 

\riluttàre, v. intr. Fare resistenza. 

\rìma, sf. 1 Identità sonora di due parole, partendo dall'ultima vocale tonica. La rima alternata ha rime, appunto, che si alternano. La rima baciata invece presenta due rime in due versi consecutivi. ~ assonanza. 2 In anatomia fessura lineare posta fra due parti omologhe adiacenti. rima della glottide, la zona più stretta della laringe. 
 X   sf. rhyme. 

\Rìma San Giusèppe Comune in provincia di Vercelli (85 ab., CAP 13020, TEL. 0163). Centro di attività della pastorizia e di villeggiatura estiva. 

\rimalmèzzo, sf. invar. Rima che cade nel mezzo di un verso. 

\rimandàre, v. tr. 1 Mandare nuovamente. ~ rispedire. <> trattenere. 2 Restituire. ~ riconsegnare, ridare. <> accettare, tenere. rimandare un pacco al mittente. 3 Rinviare a una successiva prova di esame. rimandare un esame. 4 Inviare in altro luogo o da altre persone. 5 Prorogare. ~ procrastinare, differire. 
 X   v. tr. 1 to send back, to return. 2 (rinviare) to delay. 3 (differire) to postpone. 
 @   da ri-+ mandare

\rimandàto, agg. e sm. Che, o chi, è stato rinviato a una successiva prova d'esame. 

\rimàndo, sm. 1 Il rimandare. 2 Richiamo all'interno di un libro che rinvia il lettore in un altro punto. 
 X   sm. 1 cross-reference. 2 (rinvio) return. 

\rimaneggiaménto, sm. Il rimaneggiare, l'effetto e la cosa rimaneggiata. 

\rimaneggiàre, v. tr. 1 Maneggiare nuovamente. 2 Rifare, rinnovare. 
 X   v. tr. to adapt. 

\Rimanèlli, Giòse (Casacalenda, Campobasso 1925-) Scrittore italiano. Dopo il primo romanzo (Tiro al piccione, 1953) ha scritto Peccato originale (1954), Carmina blabla (1967), Graffiti (1977). 

\rimanènte, agg. e sm. agg. Che rimane. 
sm. Residuo, resto, avanzo. 
 X   agg. remaining. sm. remainder, rest. 

\rimanènza, sf. Residuo, avanzo. ~ fondo. 
 X   sf. remainder, rest. 

\rimanére, v. intr. 1 Restare in un luogo, fermarsi. ~ trattenersi. <> andare. rimanere senza fiato, sbalordirsi. 2 Avanzare. ~ eccedere, crescere. <> mancare. era rimasto solo un quarto d'ora per discutere quella faccenda. 3 Sopravvivere. 
 X   v. intr. 1 to stay, to remain. 2 (avanzare) to be left. 3 (mantenersi) to keep. 4 (essere sorpreso) to be surprised. 5 (fig., morire) to cop it. 
 @   lat. remanere, comp. da re-+ manere rimanere. 

\rimangiàre, v. tr. 1 Mangiare nuovamente. 2 Disdire una cosa già detta. ~ ritirare. <> confermare. 

\rimarcàre, v. tr. 1 Marcare nuovamente. 2 Notare. 

\rimarchévole, agg. Notevole. ~ considerevole. <> banale. 

\rimàrco, sm. Nota, osservazione. 

\rimàre, v. v. tr. Comporre versi in rima. 
v. intr. Di parole rimate tra loro. 
 X   to rhyme. 

\rimarginàre, v. v. tr. Il riunirsi dei margini di una ferita. 
v. intr. pron. Cicatrizzarsi. 
 X   v. tr. e v. intr. pron. to heal. 

\rimàrio, sm. Vocabolario che raccoglie le parole che rimano tra loro. 

\rimaritàre, v. v. tr. Sposare nuovamente. 
v. intr. pron. Sposarsi nuovamente. 

\Rimàsco Comune in provincia di Vercelli (180 ab., CAP 13026, TEL. 0163). 

\rimasticàre, v. tr. 1 Masticare nuovamente, ruminare. 2 Ritornare con la mente su cose accadute. non poteva non rimasticare quel suo rifiuto a vederlo. 3 Trattare senza aggiungere nulla di nuovo. 
 @   da ri-+ masticare

\rimasticatùra, sf. Il rimasticare. 

\rimasùglio, sm. Ciò che rimane. ~ residuo. 
 X   sm. pl. scraps, leftovers. 

\rimàto, agg. In rima, o che fa rima. 

\rimatóre, sm. (f.-trìce) Chi fa versi in rima, poeta. 

\rimbacuccàre, v. tr. 1 Imbacuccare di nuovo. 2 Infagottare. ~ intabarrare. 

\rimbalzàre, v. intr. Balzare indietro. 
 X   v. intr. 1 to rebound, to bounce. 2 (proiettile) to ricochet. 3 (fig.) to spread. 

\rimbalzèllo, sm. Gioco consistente nel lanciare a fior d'acqua una piastrella in modo che rimbalzi. 

\rimbalzìno, sm. Gioco di ragazzi che consiste nel far ribattere contro il muro delle monete. 

\rimbàlzo, sm. 1 Il rimbalzare. 2 Balzo in senso opposto. 
 X   sm. ricochet, rebound. 

\rimbambiménto, sm. Il rimbambire e l'essere rimbambito. 

\rimbambìre, v. intr. pron. 1 Rincretinire. 2 Perdere l'efficienza mentale. 

\rimbambìto, agg. e sm. Che, o chi, ha perso l'efficienza mentale. ~ rimbecillito. 
 X   agg. dopey, dotty, senile. 

\rimbandalzìre, v. v. tr. 1 Imbaldanzire nuovamente. 2 Rendere baldanzoso. 
v. intr. pron. Farsi baldanzoso. 
 @   da ri-+ imbaldanzire

\rimbarcàre, v. v. tr. Imbarcare un'altra volta. 
v. intr. pron. Curvarsi molto. ~ piegarsi. 
v. rifl. Ritornare a bordo. 

\rimbàrco, sm. (pl.-chi) 1 Il rimbarcare e il rimbarcarsi. Nuovo impiego a bordo di una nave. 

\Rimbaud, Jean-Nicolas-Arthur (Charleville 1854-Marsiglia 1891) Poeta francese. Dotato di notevole precocità, pubblicò la prima poesia a sedici anni. Nello stesso anno (1870) fuggì di casa; nel 1871 andò a Parigi ove aderì alla Comune. Qui frequentò Verlaine con il quale intrecciò una burrascosa relazione. Nel 1871 espresse la teoria del poeta veggente, nella lettera a P. Demeney, per cui il poeta doveva giungere alla scoperta dell'inconscio e dell'assoluto, tramite lo sgretolamento di tutti i sensi. Accanto ai versi, tra cui si ricordano I poeti di sette anni, Le prime comunioni, Vocal, Il battello ebbro, scrisse anche due raccolte di prose poetiche assai poco convenzionali, Le illuminazioni, pubblicata nel 1886 e Una stagione all'inferno (1873), di carattere autobiografico. Deluso dalla sua esperienza poetica lasciò la Francia per peregrinare in Europa, in Asia e in Africa. Tornato malato a Marsiglia, morì per le conseguenze di un'amputazione di una gamba. Ispiratore del simbolismo e del surrealismo, ha influenzato tutta la poesia contemporanea. 

\rimbeccàre, v. v. tr. Rispondere prontamente, ribattere. 
v. rifl. Scambiarsi battute pungenti. 

\rimbécco, sm. (pl.-chi) Il rimbeccare. 

\rimbecillìre, v. v. tr. Rendere imbecille. 
v. intr. pron. Diventare imbecille. 

\rimbecillìto, agg. e sm. Che, o chi, è diventato imbecille. 
 X   agg. dotty. 

\rimbellìre, v. tr. Rendere bello. 

\rimboccàre, v. tr. Rovesciare l'estremità di una cosa. ~ risvoltare. 
 X   v. tr. 1 to tuck in. 2 (orlo) to turn up. 

\rimboccatùra, sf. Il rimboccare. 

\rimbócco, sm. (pl.-chi) Rimboccatura. 

\rimbombànte, agg. 1 Che rimbomba. 2 Relativo a discorso altisonante. 

\rimbombàre, v. intr. Risuonare forte, rintronare. ~ riecheggiare. 
 X   v. intr. 1 to boom. 2 (risuonare) to resound. 

\rimbómbo, sm. 1 Il rimbombare. il rimbombo delle mine si poteva avvertire a diversi chilometri di distanza. 2 Effetto acustico di particolari locali in cui il suono si protrae più a lungo. 
 X   sm. roar, boom. 
 @   deriv. da rimbombare

\rimborsàbile, agg. Che si può rimborsare. 

\rimborsabilità, sf. Possibilità di essere rimborsato. 

\rimborsàre, v. tr. Restituire a qualcuno il denaro avuto. ~ ripagare. 
 X   v. tr. to refund, to repay, to pay back. 

\rimbórso, sm. Il rimborsare. 
 X   sm. refund, repayment. 

\rimboscaménto, sm. Rimboschimento. 

\rimboscàre, v. tr. Piantare alberi per rinnovare un bosco distrutto. 

\rimboschiménto, sm. Il rimboscare. 
 X   sm. reafforestation. 

\rimboschìre, v. tr. Piantare alberi per rinnovare un bosco. ~ piantumare. <> disboscare. 

\rimbrottàre, v. tr. Rimproverare, brontolare contro qualcuno. ~ redarguire. <> elogiare. 

\rimbrótto, sm. Il rimbrottare. ~ ramanzina. <> elogio. 

\rimbruttìre, v. v. tr. Rendere brutto. ~ imbruttire. 
v. intr. 1 Diventare di nuovo brutto. 2 Diventare brutto. 

\rimbucàre, v. v. tr. Imbucare un'altra volta. 
v. intr. pron. Rientrare nella buca. 

\Rime Raccolta di poesie di Dante Alighieri (1283-1308). 
Rime 
Opera di poesia di G. Cavalcanti (seconda metà XIII sec.). 
Rime 
Opera di poesia di Guittone d'Arezzo (seconda metà XIII sec.). 
Rime 
Opera di poesia di T. Tasso (seconda metà XVI sec.). 
Rime 
Opera di poesia di M. Bandello (XVI sec.). 
Rime 
Opera di poesia di P. Bembo (1530). 
Rime 
Opera di poesia di I. Sannazaro (postuma 1530). 
Rime 
Opera di poesia di G. Stampa (postuma 1554). 
Rime 
Opera di poesia di G. Della Casa (postuma 1558). 
Rime 
Opera di poesia di V. Colonna (postuma 1558). 
Rime 
Opera di poesia di M. Buonarroti (postuma 1623). 
Rime 
Opera di poesia di V. Alfieri (1789, postuma 1804). 

\Rime e ritmi Opera di poesia di G. Carducci (1898). 

\Rime goliardiche Raccolta di poesie di C. Angiolieri (XIII-XIV secolo). 

\Rime nuove Raccolta di poesie di G. Carducci (1861-1867). 

\rimediàbile, agg. Che si può rimediare. 

\rimediàre, v. v. tr. Riparare. ~ aggiustare. si sentiva in dovere di rimediare la situazione. 
v. intr. 1 Porre riparo al danno. ~ sistemare. era ancora in tempo per rimediare a quello sbaglio. 2 Curare. ~ sanare. 3 Mettere insieme alla meglio. ~ trovare. 
 X   v. tr. e v. intr. to remedy. 
 @   lat. remediare, deriv. da remedium rimedio. 

\rimediàto, agg. Messo insieme alla meglio. 

\rimèdio, sm. 1 Mezzo usato per eliminare un male o un inconveniente. ~ cura, accomodamento. 2 Provvedimento disposto per risolvere un problema. studiare un rimedio
 X   sm. 1 remedy. 2 (med.) medicine. 
 @   lat. remedium, comp. da re-+ deriv. da mederi curare. 

\Rimèlla Comune in provincia di Vercelli (195 ab., CAP 13020, TEL. 0163). 

\rimembrànza, sf. Il rimembrare. 
 @   franc. rimembrance. 

\rimembràre, v. tr. Ricordare, rammentare. 
 @   franc. remembrer, dal lat. tardo rememorari ricordare. 

\rimenàre, v. tr. 1 Condurre nuovamente. 2 Mescolare con forza. 

\rimeritàre, v. tr. Rendere merito. 

\rimèrito, sm. Ricompensa. ~ gratifica. 

\rimescolaménto, sm. Il rimescolare, il rimescolarsi. 

\rimescolàre, v. v. tr. Mescolare più volte. ~ rimestare. 
v. intr. Agitarsi, mischiarsi. 
 X   v. tr. 1 to stir well, to mix well. 2 (carte) to shuffle. 

\rimescolàta, sf. Il rimescolare in modo sommario. 

\rimescolìo, sm. Il rimescolare continuo. 

\riméssa, sf. 1 Il rimettere. 2 Nei giochi con la palla azione del rimetterla in gioco dopo una sospensione. rimessa in gioco. 3 Deposito, magazzino, garage. 4 Perdita commerciale. vendere a rimessa, sottocosto. 
 X   sf. 1 garage. 2 (di denaro) remittance. 3 (deposito di tram ecc.) depot. 4 (per aerei) hangar. 5 (sport, tennis) return. 
 @   da rimesso, p.p. di rimettere

\rimessàggio, sm. 1 Il ricoverare in locale adatto imbarcazioni, roulotte ecc. 2 L'insieme delle operazioni di manutenzione effettuate durante tale ricovero. 
 @   da rimessa

\rimessitìccio, sm. Ramo nuovo che nasce sul ceppo vecchio. 

\rimésso, agg. e sm. agg. 1 Messo nuovamente. 2 Ristabilito. 3 Condonato. 
sm. 1 Intarsio in legno di diversi colori. 2 La parte di tessuto ripiegato per l'orlatura. 

\rimestaménto, sm. L'azione di rimestare. 

\rimestàre, v. tr. Mestare nuovamente e a lungo. 

\riméttere, v. v. tr. 1 Mettere nuovamente. ~ reinserire. <> trattenere. rimettere piede in un luogo, tornarci. 2 Riportare allo stato precedente. 3 Rinforzare. 4 Affidare. la questione fu rimessa al giudice. 5 Perdonare, condonare. ~ cancellare. 6 Vomitare. ~ rigettare. 
v. intr. 1 Mettersi nuovamente. 2 Ristabilirsi in salute. ~ riprendersi. 
v. rifl. 1 Cominciare nuovamente. 2 Riguadagnare la salute. ~ guarire. <> peggiorare. 
 X   1 to replace, to put back. 2 (affidare) to leave. 3 (perdonare) to forgive. 4 (decisione) to refer. 5 (vomitare) to vomit. v. rifl. (ristabilirsi) to recover. 2 (tempo) to clear up. 
 @   da ri-+ lat. mittere mandare. 

\Rìmini Città dell'Emilia Romagna, (134,56 km2, 131.000 ab.), sull'Adriatico, capoluogo della provincia omonima. Uno dei principali centri turistici e balneari italiani, con notevoli strutture ricettive. Sede di industrie alimentari, calzaturiere, cantieristiche, chimiche, del legno e meccaniche, nonché porto peschereccio. Di origine umbro-etrusca, fu conquistata da Roma e divenne municipio (268 a. C.). Dopo essere divenuta dominio gotico, fu presa dai bizantini. Nell'XI-XII sec. fu libero comune e venne coinvolta nelle lotte tra guelfi e ghibellini. I primi, guidati dai Malatesta, prevalsero e governarono la città dal 1295 al 1500. In seguito venne ceduta ai veneziani e nel 1509 divenne un dominio della chiesa. Tra i monumenti si devono citare l'arco di Augusto, il tempio malatestiano (1446-1450), l'Arengo, la chiesa di Sant'Agostino e il palazzo del Podestà di epoca medievale. 
Provincia di Rimini 
Istituita nel 1992 (400 km2, 257.000 ab.), venne ricavata dal territorio orientale di Forlì. L'economia si basa sul turismo. I comuni principali sono Cattolica e Riccione. 
Proclama di Rimini 
Fu promulgato da G. Murat, con lo scopo di produrre una sollevazione popolare contro gli austriaci (30 marzo 1815). 

\rimiràre, v. v. tr. Guardare nuovamente con più attenzione o con meraviglia. 
v. intr. Prendere nuovamente la mira. 

\rimmel, sm. Nome di un cosmetico usato per colorare le ciglia. 
 X   sm. mascara. 

\Rîmnicu Vîlcea Città (114.000 ab.) della Romania, capoluogo del distretto di Vîlcea. 

\rimodellàre, v. tr. Modellare nuovamente. 

\rimodernaménto, sm. Il rimodernare e il rimodernarsi. 

\rimodernàre, v. v. tr. Rendere più moderno. ~ migliorare, modernizzare. 
v. intr. Adattarsi agli usi moderni. 
 X   v. tr. to modernize. 

\rimodernatùra, sf. Il rimodernare. 

\rimónta, sf. 1 Il rimontare. 2 Il recupero dello svantaggio. ~ riconquista. 
 X   sf. comeback. 

\rimontàre, v. v. tr. 1 Montare nuovamente. ~ riassemblare. <> disfare. 2 Compiere la rimonta di un distacco, di uno svantaggio. ~ recuperare, riconquistare. <> perdere. 3 Salire verso l'origine, verso la sorgente. rimontare la corrente
v. intr. 1 Montare nuovamente. 2 Risalire all'origine. 
 X   v. tr. (meccanismo) to reassemble. v. intr. 1 (in macchina ecc.) to get back into. 2 (recuperare) to make a comeback, to catch up. 
 @   da ri-+ montare

\rimorchiàre, v. tr. 1 Trascinare un natante o un veicolo guasto o troppo lento. ~ trainare. <> spingere. farsi rimorchiare, lasciarsi trascinare in qualcosa. 2 Avvicinare, abbordare una donna. ~ cuccare. 
 X   v. tr. 1 to tow. 2 (fig.) to pick up. 
 @   deriv. da rimorchio

\rimorchiatóre, agg. e sm. (f.-trice) agg. Che rimorchia. 
sm. Nave attrezzata per rimorchiare. 
 X   sm. tug, towboat. 

\rimòrchio, sm. 1 Il rimorchiare. portare a rimorchio, trascinare, obbligando. 2 Ciò che deve essere rimorchiato. camion con rimorchio
 X   sm. 1 tow. 2 (veicolo) trailer. 
 @   lat. volg. remulculum, dal greco rhymulkòs

\rimòrdere, v. tr. Mordere nuovamente. 
 X   v. tr. (fig.) to prick. 

\rimòrso, sm. Senso di colpa che si prova nel riconoscere il male commesso. ~ pentimento. 
 X   sm. remorse. 

\rimòsso, agg. e sm. agg. 1 Allontanato, scacciato. ~ respinto. 2 Lontano. ~ distante. 
agg. e sm. In psicologia, di materiale che è oggetto di rimozione. 

\rimostrànza, sf. 1 Il rimostrare. 2 Protesta vivace contro un torto subito. ~ lagnanza. 

\rimostràre, v. v. tr. Mostrare nuovamente. 
v. intr. Fare rimostranze. 

\rimovìbile, agg. Che si può rimuovere. 

\rimozióne, sf. 1 Il rimuovere. 2 Spostamento dal luogo dove ci si trova. ~ allontanamento. 
 X   sf. 1 removal. 2 (da lavoro) dismissal. 
 @   lat. remotio,-onis. 

\rimpallàre, v. intr. Il ribattere insieme di due o più palle, soprattutto nel gioco del biliardo. 

\rimpàllo, sm. 1 Il rimpallare. 2 Nel gioco del calcio, il rimbalzo del pallone verso chi l'ha tirato. 

\rimpannucciàre, v. tr. Rivestire con vestiti più belli. 

\rimpastàre, v. tr. Impastare nuovamente. 

\rimpàsto, sm. Il rimpastare. ~ rimescolamento. 
 X   sm. reshuffle. 

\rimpatriàre, v. v. tr. Far ritornare in patria. ~ richiamare. <> bandire. 
v. intr. Tornare in patria. ~ rientrare. <> espatriare. 
 X   v. tr. to repatriate. v. intr. to return home. 

\rimpatriàta, sf. Il ritrovarsi di amici dopo molto tempo. 

\rimpàtrio, sm. Il rimpatriare. 
 X   sm. repatriation. 

\rimpennàre, v. v. tr. Rimettere le penne. 
v. intr. e intr. pron. Rimettere le foglie. 
v. intr. pron. 1 Coprirsi di nuove penne. 2 Migliorare le condizioni economiche. 

\rimpètto, avv. Di fronte. 

\rimpiàngere, v. tr. Ricordare con malinconia cose, fatti o persone lontani o perduti. ~ dolersi. 
 X   v. tr. 1 to regret. 2 (persona) to miss. 

\Rimpianti Opera di poesia di J. du Bellay (1553-1558). 

\rimpiànto, agg. e sm. agg. Ricordato con malinconia. 
sm. Dolore o malinconia per ciò che si è perduto. ~ rammarico. 
 X   sm. regret. 

\rimpiattàre, v. tr. Nascondere bene. 

\rimpiattìno, sm. Gioco in cui uno si nasconde e gli altri devono ritrovarlo. 
 X   sm. hide-and-seek. 

\rimpiazzàre, v. tr. Sostituire. 
 X   v. tr. to replace. 

\rimpiàzzo, sm. Persona o cosa che rimpiazza. 

\rimpicciolìre, o rimpiccolìre, v. tr. Ridurre o divenire più piccolo. 
 X   v. tr. to make smaller. 

\rimpinguàre, v. tr. Impinguare nuovamente o di più. 

\rimpinzàre, v. tr. Riempire nuovamente o di più. 
 X   v. tr. to stuff, to cram. 

\rimpolpàre, v. v. tr. Rimettere in salute. ~ rimpinguare. <> impoverire. 
v. intr. Ingrassarsi. 

\rimpolpettàre, v. tr. 1 Fare polpette con cibo avanzato. 2 Raffazzonare. ~ improvvisare. 

\rimproveràre, v. v. tr. Sgridare chi ha commesso un errore. ~ ammonire. <> elogiare. 
v. rifl. Disapprovazione per se stessi. 
 X   v. tr. 1 to reproach, to rebuke. 2 (rinfacciare) to grudge. 
 @   lat. reimproperare, comp. da re-+ improperare rimproverare. 

\rimpròvero, sm. Lo sgridare e le parole usate. ~ ammonimento. <> elogio. 
 X   sm. reproof, reproach. 

\Rimskij-Korsakov, Nikolaj Andrevic (Ticlivin 1844-Ljubensk 1908) Compositore russo, fu membro del gruppo dei cinque con Balakirev, Cui, Musorgsky e Borodin. Le sue composizioni, curate stilisticamente e ricche di suggestioni orientali, si avvicinarono all'impressionismo francese. Tra le opere più note si rammentano il Capriccio spagnolo (1888), la Suite di Sheherazade (1888), L'ouverture della Grande Pasqua Russa (1888), Sadkò (1898), La fiaba di Saltàn (1900), Il gallo d'oro (1905), La leggenda dell'invisibile città di Kitesc (1907). Tra le opere liriche, completò il Boris Godunov di Musorgskij e Il Principe Igor di Borodin. 

\rimuginàre, v. tr. Frugare, agitare pensieri nella mente. 
 X   v. tr. to brood. 

\rimuneràre, v. tr. Ricompensare. 

\rimuneratività, sf. Il fatto di essere remunerativo. 

\rimuneratìvo, agg. 1 Atto a rimunerare, a dare giusto compenso. 2 Di attività che dà un buon profitto. 

\rimuneratóre, sm. (f.-trìce) Che rimunera o dà rimunerazione. 

\rimunerazióne, sf. Ciò con cui si rimunera. 
 X   sf. remuneration. 

\rimuòvere, v. v. tr. 1 Muovere nuovamente. 2 Togliere di mezzo. ~ asportare. 
v. intr. pron. Eliminare un pensiero o un proposito. LOC: non si rimosse dalla convinzione di essere stato ingannato
 X   v. tr. 1 to remove. 2 (da incarico) to dismiss. 

\rimutàre, v. v. tr. Mutare nuovamente. 
v. intr. Cambiare opinione. 

\rin(o)- Primo elemento di parole composte. 
 @   dal greco rhís, rhinós naso. 

\Rinàldi, Antònio (Potenza 1914-) Poeta italiano. Già dalle prime opere (La valletta, 1939 e La notte, 1949) cerca di svincolarsi dagli schemi poetici di moda. La sua opera più importante è L'età della poesia (1969). 

\Rinàldi, Màrio (Roma 1903-1985) Critico musicale italiano. Insegnò al conservatorio di Santa Cecilia e collaborò con quotidiani romani. Pubblicò, tra l'altro, Musica e verismo (1932), L'opera in musica (1934), Le opere meno note di Giuseppe Verdi (1975) e Verdi e Wagner (1984). 

\Rinaldo Opera in tre atti di G. F. Händel libretto di G. Rossi (Londra, 1711). 

\rinascènte, agg. Che rinasce. 

\Rinascènte, La Società italiana per l'esercizio dei grandi magazzini. Fondata nel 1917 a Milano e inaugurata l'anno successivo, ebbe il suo nome da G. D'Annunzio. Alla data attuale (1999) è controllata da una finanziaria della famiglia Agnelli e comprende anche i magazzini Upim e i supermercati SMA. 

\rinascènza, sf. 1 Il rinascimento. 2 Rinascita. 

\rinàscere, v. intr. 1 Nascere nuovamente. ~ resuscitare. 2 Germogliare nuovamente. le piante rinascono a primavera. 3 Svilupparsi nuovamente. rinacquero le arti. 4 Ritemprare. 
 X   v. intr. to revive. 
 @   lat. renasci, comp. da re-+ nasci nascere, incrociato con l'italiano nascere

\rinascimentàle, agg. Relativo al rinascimento. 

\rinasciménto, sm. Termine storiografico che definisce un periodo storico complesso compreso tra l'inizio del XV sec. e la metà del XVI, in cui prevalse una nuova concezione della vita e rifiorirono gli studi, e che può essere definito come il periodo di separazione tra medioevo ed età moderna. Coincide con il massimo splendore delle signorie in Italia. Il rinascimento è il punto d'arrivo dell'umanesimo e raggiunge la sua massima espressione attorno al 1500. Le varie componenti della civiltà umanistica si fondono armonicamente per fare dell'uomo il centro dell'universo. Vengono riscoperti il mondo classico, la bellezza, l'arte, la filosofia e la storia. A esso si può far risalire la nascita della civiltà moderna, con la sua visione terrena e laica del mondo. La cultura rinascimentale pone come fondamento la centralità dell'uomo nell'universo, protagonista e artefice della propria fortuna, entità che Dio ha voluto libero. All'interno del rinascimento meglio si configura l'indipendenza e autonomia della ragione rispetto alla sfera religiosa. Umanesimo, rinnovamento della concezioni politiche, rinnovamento religioso e naturalismo sono quindi i caratteri fondamentali del rinascimento. Il periodo dal 1450 al 1550 vide clamorosi avvenimenti che resero quest'epoca unica nel suo genere. A partire dal concilio di Ferrara-Firenze per terminare con il concilio di Trento, che prende atto della grande frattura del mondo cristiano a seguito della riforma, si verificarono la caduta dell'impero d'Oriente (1453), l'invenzione della stampa (1456) e delle armi da fuoco, le conquiste geografiche dell'America (1492), l'arrivo in India di Vasco De Gama (1498), la conquista del Messico (1519) e del Perú (1532), la circumnavigazione del globo di Magellano (1519-1522). In Italia iniziò la grande arte romana, con l'istituzione della fabbrica di San Pietro (1506), le opere di Raffaello e Michelangelo (1508). Nella letteratura, si ricordano Elogio della pazzia, di Erasmo da Rotterdam (1509), Il Principe di Machiavelli, Utopia di Tommaso Moro e la pubblicazione delle teorie eliocentriche di Copernico (1543). Le tesi di Lutero e l'elezione di Carlo V d'Asburgo a imperatore modificarono radicalmente l'equilibrio d'Europa. 
Nell'arte fiorì un ideale senso dell'armonia che trovò ispirazione nei classici e quindi nacquero i capolavori architettonici di Alberti, Bramante, Brunelleschi, Michelangelo, Sangallo, Sansovino; la scultura venne portata ai massimi livelli da Della Robbia, Donatello, Ghiberti, Michelangelo, Rossellino, Verrocchio, mentre la pittura culminò con Leonardo, Michelangelo e Raffaello, anche se non si devono dimenticare Antonello da Messina, Beato Angelico, Botticelli, Dürer, Giorgione, Holbein, Masaccio, Pier della Francesca, Tintoretto, Tiziano. Nella letteratura si devono ricordare Ariosto, Boiardo, Castiglione, Guicciardini, il Magnifico, Machiavelli, Poliziano, Pulci, Tasso, la cui poesia però è già di preludio al barocco. Nella filosofia, con prevalenza delle tesi antiaristoteliche e naturalistiche, si rammentano Bruno, Campanella, Galileo, Telesio. 
 X   sm. Renaissance. 

\Rinascimento privato Opera di narrativa di M. Bellonci (1985). 

\rinàscita, sf. Nuova nascita. 
 X   sf. revival, rebirth. 

\rinàto, agg. Tornato a nuova vita. 

\rinc(o)- Primo elemento di parole composte. 
 @   dal greco rhínchos becco. 

\rincagnàrsi, v. intr. Atteggiare il viso a muso di cane. 

\rincagnàto, agg. 1 Di naso, schiacciato e rivolto in su. 2 Tozzo, appiattito. 

\rincalcàre, v. tr. Calcare con decisione. 

\rincalzàre, v. tr. 1 Accumulare materiale vario attorno a una pianta o a un palo, per aumentarne la stabilità. 2 Rinforzare alla base con sostegni. 
 X   v. tr. to support, to prop up. 

\rincalzàta, sf. Il rincalzare in modo sommario. 

\rincalzatóre, sm. Particolare tipo di aratro che serve ad ammucchiare il terreno attorno al piede di una pianta. 

\rincalzatùra, sf. Il rincalzare le piante al piede. 

\rincàlzo, sm. Il rincalzare. 

\rincamminàrsi, v. rifl. Incamminarsi nuovamente. 

\rincantucciàre, v. v. tr. Disporre in un cantuccio. 
v. rifl. Rintanarsi. ~ nascondersi. 

\rincaràre, v. v. tr. Aumentare il prezzo. ~ accrescere. <> ribassare. 
v. intr. Divenire più caro. ~ aumentare. <> diminuire. 
 X   v. tr. to put up, to increase the price. v. intr. to go up, to become more expensive. 

\rincarnàre, v. intr. e intr. pron. 1 Reincarnare. 2 Ingrassare. ~ rimpinguare. 

\rincàro, sm. Aumento di prezzi. 
 X   sm. rise in prices. 

\rincasàre, v. intr. Ritornare a casa. ~ rientrare. <> uscire. 
 X   v. intr. to get back home, to go home. 

\rinchiùdere, v. tr. 1 Chiudere qualcuno o qualcosa in un luogo da cui non possa fuggire. ~ imprigionare. <> liberare. fu rinchiuso in riformatorio. 2 Racchiudere. 
 X   v. tr. to shut up. 
 @   da rin-+ chiudere

\rinchiùso, agg. e sm. agg. Chiuso dentro. 
sm. Luogo chiuso. 

\rincitrullìre, v. intr. Rendere o diventare citrullo. 

\rincitrullìto, agg. e sm. Che, o chi, è diventato citrullo. 

\rincivilìre, v. tr. e intr. pron. Diventare persona civile, ma più che altro esteriormente. ~ incivilirsi. 

\Rincobdèllidi Ordine di Anellidi irudinei muniti di proboscide, a cui appartengono parassiti di larve di Pesci, di Anfibi, di Insetti e di Molluschi. 

\Rincocèfali Ordine di Rettili a cui appartengono specie fossili e una sola specie vivente, lo Sphenodon punctatus o sfenodonte. 

\Rincocèli => "Nemertini" 

\rincocióne, sm. Genere e nome volgare di Mammiferi insettivori, appartenenti alla famiglia dei Macroscelidi, che hanno il muso che si allunga in una proboscide mobile. 

\rincodèo, sm. La cavità tubolare rivestita da un epitelio cigliato che si trova nella proboscide dei nemertini. 

\rincoglionìre, v. v. tr. Rendere coglione. 
v. intr. Diventare coglione. 

\rincòllo, sm. Intasamento di acque. 

\rincominciàre => "ricominciare" 

\Rinconèllidi Ordine di brachiopodi testicardini dalla conchiglia munita di pieghe disposte a raggio a cui appartengono specie che risalgono all'Ordoviciano. 

\rincontràre, v. tr. Incontrare nuovamente. 

\rincóntro, sm. Atto del rincontrare o del rincontrarsi. 

\rincoràre => "rincuorare" 

\rincórrere, v. tr. Correre dietro a chi fugge. ~ inseguire. 
 X   v. tr. to run after, to chase. 
 @   da rin-+ correre. 

\rincórsa, sf. Corsa breve per avere più slancio nel saltare. 
 X   sf. run, run-up, short run. 

\Rincòti => "Emitteri" 

\rincotràgo, sm. (pl.-ghi) Genere e nome volgare di Mammiferi bovidi di piccole dimensioni comprendente antilopi viventi in Etiopia e Somalia. 

\rincréscere, v. intr. Essere causa di dispiacere. ~ dolere. 
 X   v. intr. (mi rincresce) I'm sorry. 

\rincresciménto, sm. Sentimento di dispiacere o di pena. ~ amarezza. 
 X   sm. regret. 

\rincretinìre, v. tr. Rendere cretino, confondere. 

\rincretinìto, agg. Confuso, stordito. 

\rincrudiménto, sm. Il rincrudire e il rincrudirsi. 

\rincrudìre, v. v. tr. Rendere più aspro. 
v. intr. Divenire più aspro. 

\rinculàre, v. intr. 1 Indietreggiare senza voltarsi. ~ arretrare. <> avanzare. 2 Il ritornare violentemente indietro dell'arma durante lo sparo. 
 X   v. intr. 1 to draw back. 2 (arma) to recoil. 

\rincùlo, sm. 1 Il rinculare. 2 Il movimento compiuto all'indietro e lo spazio percorso nel rinculare. 

\rincuoràre, v. tr. Confortare. ~ consolare. <> abbattere. 
 X   v. tr. to comfort. 

\Rineodòntidi Famiglia di Pesci squaliformi che comprende lo squalo balena. 

\rinfacciaménto, sm. Il fatto di rinfacciare. 

\rinfacciàre, v. tr. Dire in faccia, rimproverando 
 X   v. tr. to throw. 

\rinfagottàre, v. tr. Avvolgere come in un fagotto. 

\rinfiancàre, v. tr. Rafforzare i fianchi di una costruzione. 

\rinfiànco, sm. (pl.-chi) Il rinfiancare. 

\rinfocolaménto, sm. Il rinfocolare. 

\rinfocolàre, v. v. tr. Riattizzare il fuoco. ~ riaccendere. <> spegnere. 
v. intr. Riaccendersi. 

\rinfoderàre, v. tr. Rimettere nel fodero. 

\rinfoltiménto, sm. Operazione atta a riportare un bosco alla normale densità consistente nella messa a dimora di piante giovani. 

\rinforzaménto, sm. Il rinforzare. 

\rinforzàndo, sm. Crescendo musicale rapido e di breve durata. 

\rinforzàre, v. v. tr. Far aumentare forza a qualcuno o a qualcosa. ~ fortificare. <> indebolire. 
v. intr. Farsi più forte. 
 X   v. tr. to strengthen, to reinforce. v. intr. to grow stronger. 

\rinfòrzo, sm. 1 Il rinforzare e il rinforzarsi. le truppe servirono da rinforzo per presidiare meglio la zona. 2 Ciò che si mette per rinforzare. di rinforzo, in aiuto. 
 X   sm. reinforcement. 
 @   deriv. da rinforzare

\rinfrancaménto, sm. Il rinfrancare e il rinfrancarsi. 

\rinfrancàre, v. v. tr. Dare nuovamente coraggio. ~ incoraggiare. <> abbattere. 
v. intr. Prendere nuovamente coraggio. 
v. rifl. Diventare più franco e sicuro. ~ riprendersi. 
 X   v. tr. to reassure. 

\rinfràngere, v. v. tr. 1 Rifrangere. 2 Infrangere, detto soprattutto delle onde del mare. 
v. intr. pron. Infrangersi. 

\rinfrescànte, agg. e sm. agg. Che rinfresca, che disseta. 
sm. Medicina che allevia una patologia leggera. 

\rinfrescàre, v. v. tr. 1 Far ritornare fresco. ~ refrigerare. <> riscaldare. rinfrescare la memoria, far ricordare. 2 Ritoccare, restaurare. 
v. intr. Diventare fresco o più fresco. 
v. rifl. Ristorarsi. si rinfrescarono con delle bevande gelide
 X   v. tr. to refresh, to cool. v. intr. to cool. v. rifl. 1 to refresh oneself. 2 (lavarsi) to freshen up. 
 @   da rin-+ deriv. da fresco

\rinfrescàta, sf. 1 Il rinfrescare. 2 Tinteggiata. 

\rinfrésco, sm. (pl.-chi) 1 Il rinfrescare, il rinfrescarsi. 2 Servizio di bevande e dolciumi durante feste e ricevimenti. 
 X   sm. 1 (festa) party. 2 (rinfreschi) pl. refreshments. 

\rinfùsa, sf. In modo disordinato e senza distinzione. 
 X   sf. higgledy-piggledy. 

\ring, sm. invar. Letteralmente significa anello. ~ quadrato. 
In informatica designa una metodologia di collegamento (ad anello) usata in una rete locale (LAN). In un collegamento ad anello i dispositivi di comunicazione, chiamati nodi, sono connessi tra loro da una linea chiusa che può essere realizzata con doppino ritorto, cavo coassiale o fibra ottica. Quando riceve un messaggio che viaggia sulla rete, ciascun nodo ne controlla l'indirizzo di destinazione. Se questo coincide con il suo identificativo, lo trattiene; in caso contrario, lo rigenera e lo trasmette al nodo successivo. Anche se questo tipo di rete può raggiungere, grazie alla rigenerazione del segnale, distanze maggiori rispetto alle LAN a stella e a bus, tuttavia è fortemente condizionato al perfetto funzionamento di tutti i nodi e ha una struttura rigida che non ne consente una facile espansione. 

\ringagliardìre, v. v. tr. Fare diventare più gagliardo. 
v. intr. Acquistare più vigore. 

\ringalluzzìre, v. v. tr. Dare nuovo vigore, vivacità. 
v. intr. Mostrarsi pieno di baldanza. 

\ringalluzzìto, agg. Vivace, euforico. 

\ringentilìre, v. intr. Rendere o divenire nuovamente gentile. 

\ringhiàre, v. intr. Di animale e specialmente di cane che digrigna i denti. 
 X   v. intr. to snarl, to growl. 
 @   lat. volg. ringulare. 

\ringhièra, sf. Parapetto di ferro. 
 X   sf. 1 railing. 2 (di scale) banister. 

\rìnghio, sm. Il ringhiare e il suono prodotto nel ringhiare. 

\ringhióso, agg. Che ringhia abitualmente. ~ collerico, rabbioso. 

\ringiovaniménto, sm. Il ringiovanire e il ringiovanirsi. 

\ringiovanìre, v. v. tr. Far ritornare giovane. 
v. intr. Tornare giovane, rifiorire. 
 X   v. tr. to make younger. v. intr. to become younger. 

\ringoiàre, v. tr. Ingoiare nuovamente. 

\ringranàre, v. v. tr. 1 Coltivare nuovamente a grano o ad altro cereale. 2 Far incastrare di nuovo fra loro gli ingranaggi. ringranò la prima marcia e partì
v. intr. Ingranare nuovamente. 
 @   da rin-+ deriv. da grano; per il v. intr. da ri-+ ingranare

\ringrandìre, v. v. tr. Ingrandire ancora di più. 
v. intr. Divenire nuovamente più grande. 

\ringraziaménto, sm. 1 Il ringraziare. 2 Il modo con cui si ringrazia. 
 X   sm. pl. thanks. 
Il giorno del ringraziamento
Il "giorno del ringraziamento" (Thanksgiving Day) è una festa di origine cristiana osservata negli Stati Uniti, il quarto giovedì di novembre, e in Canada, il secondo lunedì di ottobre. In origine è stata istituita, intorno al 1621, nel Massachusetts, come segno di gratitudine per la fine della stagione del raccolto: fu indetta dai "Padri Pellegrini", che abbandonata l'Inghilterra per andare in America perché perseguitati per le idee religiose integraliste, dopo l'insuccesso della semina dei semi portati dall'Inghilterra, furono indirizzati dai nativi americani alla coltivazione del granturco e all'allevamento dei tacchini. Successivamente si è diffusa negli altri stati degli USA. La festa è celebrata dagli statunitensi con pranzi elaborati il cui piatto principale è il tacchino.

\ringraziàre, v. tr. Dimostrare la propria gratitudine. 
 X   v. tr. to thank. 

\ringrossàre, v. v. tr. Rendere più grosso mediante l'aggiunta di qualcosa. 
v. intr. Diventare più grosso. 

\ringrullìre, v. v. tr. Rendere tonto. ~ istupidire. 
v. intr. Diventare grullo. ~ rintontirsi. 

\ringuainàre, v. tr. Rimettere nella guaina. 

\rinìte, sf. Infiammazione acuta o cronica delle cavità nasali. Ogni forma di rinite, compresa quella acuta epidemica di origine virale (il comune raffreddore), è caratterizzata da rinorrea (fuoriuscita di secrezione dalle cavità nasali), ostruzione respiratoria nasale, starnuti, lacrimazione e cefalea. La terapia prevede la somministrazione di vitamine, decongestionanti, antistaminici, cortisonici ecc. 
Rinite allergica 
Malattia stagionale causata dalle graminacee. 

\rinnegaménto, sm. Il rinnegare. 

\rinnegàre, v. tr. Dimostrare di non voler più riconoscere la fede o ciò che prima era sacro. ~ abiurare, disconoscere. <> confermare, riaffermare. 
 X   v. tr. 1 (rel.) to renounce. 2 (ripudiare) to repudiate. 

\rinnegàto, agg. e sm. Che, o chi, rinnega. ~ disertore, traditore. 
 X   sm. renegade. 

\rinnovàbile, agg. Che si può rinnovare. 

\rinnovaménto, sm. Il rinnovare e il rinnovarsi. ~ mutamento. <> ripristino. 
 X   sm. renewal. 

\rinnovàre, v. v. tr. 1 Fare nuovamente. ~ riproporre. rinnovare le scuse. 2 Cambiare una cosa vecchia con una nuova. ~ rimodernare, rinfrescare. 3 Ravvivare, riportare in auge. rinnovare la speranza. 4 Indossare per la prima volta. rinnovare un paio di scarpe
v. intr. Ritornare nuovo. 
 X   to renew. 
 @   lat. renovare, comp. da re-+ deriv. da novus nuovo. 

\rinnovatóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, o chi, rinnova. 

\rinnovazióne, sf. Il rinnovare. 

\rinnovellàre, v. tr. Rinnovare. 

\rinnòvo, sm. 1 Il rinnovare. 2 Lavorazioni precedenti a un cambio di coltura. 
 X   sm. renewal. 

\Rinobàtidi Famiglia di Pesci Selaci raiformi diffusi nei mari caldi e temperati che presentano grosse pinne pettorali fuse con il capo. Sono detti anche pesci violino o pesci chitarra per il loro corpo robusto, appiattito nella parte anteriore. 

\rinocerónte, sm. Nome dei Mammiferi Perissodattili della famiglia dei Rinocerontidi, che dimorano in Africa e in Asia del sud. Di corporatura tozza e massiccia, con altezza fino a 2 m e lunghezza fino a 4,5 m, presentano uno o due corni nasali, da cui per frantumazione si ottiene una polvere scioccamente ritenuta afrodisiaca. Hanno indole pacifica e reagiscono solo se provocati. Il più comune è il rinoceronte nero (Diceros bicornis), il più grande è il rinoceronte bianco (Ceratotherium simum). In Asia si annoverano il rarissimo rinoceronte di Sumatra (Didermocerus sumatrensis) e il rinoceronte indiano (Rhinoceros unicornis). 
 X   sm. rhinoceros. 
Rinoceronte bianco 
Mammifero (Ceratotherium simum) della famiglia dei Rinocerontidi e dell'ordine dei Perissodattili. Lungo anche 5 m, vive in piccoli branchi in alcune riserve dell'Africa. Si nutre di vegetali. 
Rinoceronte nero 
Mammifero (Diceros bicornis) della famiglia dei Rinocerontidi e dell'ordine dei Perissodattili. Dotato di due corna, misura anche 3,7 m. Vegetariano, vive nelle zone aride dell'Africa centrale e meridionale. 
Rinoceronte unicorne 
Mammifero (Rhinoceros unicornis) della famiglia dei Rinocerontidi e dell'ordine dei Perissodattili. Lungo anche 4 m, è dotato di un corno e di placche che gli corazzano il corpo. Vegetariano, vive in alcune riserve dell'India e del Nepal. 

\Rinoceronte, Il Commedia di E. Ionesco (1959). 

\Rinoceròntidi Famiglia di Mammiferi perissodattili dal corpo robusto, ricoperto di pelle spessa, testa grossa, muso lungo munito di due corni e arti forniti di tre dita a cui appartengono i rinoceronti. 

\Rinochètidi Famiglia di Uccelli ralliformi a cui appartiene il kagu. 

\Rinochimèridi Famiglia di Pesci olocefali che hanno una lunga spina erettile antecedente la prima pinna dorsale, un lungo rostro e una coda sottile. 

\Rinocrìptidi Famiglia di Pesci Passeriformi lunghi una ventina di centimetri, diffusi nell'America del sud. 

\rinodèrma di Darwin, loc. sost. m. (pl. rinodèrmi di Darwin) Nome volgare del Rhinoderma darwini, un anfibio anuro di piccole dimensioni con muso appuntito munito di un'appendice. 

\rinofaringìte, sf. Infiammazione che colpisce il rinofaringe. 

\rinofìma, sm. (pl.-i) Affezione che colpisce la pelle del naso caratterizzata da ipertrofia a bitorzoli. Rappresenta lo stadio più avanzato dell'acne rosacea. 

\Rinofrìnidi Famiglia di Anfibi Anuri opistoceli insettivori, originari di Guatemala e Messico. 

\rinolalìa, sf. Alterazione della voce che assume un timbro nasale. 

\rinolaringìte, sf. Processo infiammatorio a carico della mucosa nasale e faringea. 

\rinòlito, sm. Calcolo che si forma nelle cavità nasali. 

\Rinolòfidi Famiglia di Mammiferi Chirotteri Microchirotteri, diffusi in Europa, Asia e Australia, a cui appartengono pipistrelli che presentano, all'estremità posteriore del muso, una protuberanza a forma di ferro di cavallo. 

\rinologìa, sm. Termine che designa un settore della medicina che studia le funzioni e le patologie del naso. 

\rinomànza, sf. Fama, celebrità. ~ notorietà. <> anonimato. 

\rinomàto, agg. Che ha rinomanza. ~ celebre. <> anonimo. 
 X   agg. celebrated, renowned. 

\rinominàre, v. tr. Nominare o eleggere nuovamente. 

\rinopitèco, sm. (pl.-chi) Genere di Scimmie Catarrine con il naso rivolto all'insù, appartenenti alla famiglia dei Cercopitecidi. 

\rinoplàstica, sf. Correzione chirurgica della forma e del volume del naso. Generalmente il chirurgo consiglia una forma naturale in armonia con il volto del paziente per non modificarne eccessivamente l'espressione. Di solito si opera in anestesia locale per ridurre i tempi di guarigione. Il naso viene immobilizzato per circa una settimana; le cicatrici sono interne e quindi invisibili. Nel periodo postoperatorio si possono avere ecchimosi sottopalpebrali, gonfiore delle palpebre e del naso, effetti che possono durare 7-10 giorni. 

\Rinopomàtidi Famiglia di Mammiferi Chirotteri Microchirotteri, diffusi in Africa e in Asia, che comprende il solo genere rinopoma. Sono chiamati anche pipistrelli coda di topo. 

\rinorragìa, sf. Perdita di sangue dal naso. ~ epistassi. 

\rinorrèa, sf. Aumento della secrezione nasale. 

\rinoscleròma, sm. (pl.-i) Malattia cronica dell'apparato respiratorio caratterizzata da catarro con infiltrazione e iperplasia delle vie aeree superiori. 

\rinoscopìa, sf. Esame delle fosse nasali e delle conformazioni anatomiche correlate. 

\rinosinusìte, sf. Infiammazione della mucosa nasale e dei seni paranasali. 

\Rinotermìtidi Famiglia di Insetti isotteri rappresentati da termiti con ghiandola frontale presente. 

\rinquàrto, sm. Nel gioco del biliardo, colpo che consiste nel battere la palla avversaria in modo da farle toccare tre sponde prima di andare sui birilli. 

\rinsaccàrsi, v. rifl. Affondare la testa nelle spalle. 

\rinsaldàre, v. v. tr. Rendere più saldo. 
v. intr. Divenire più saldo. 
 X   v. tr. to strengthen. 

\rinsanguaménto, sm. L'azione di rinsanguare. 

\rinsanguàre, v. tr. 1 Riprendere sangue. 2 Rinvigorire l'organismo. la sola sua presenza era in grado di rinsanguarlo. 3 Arricchire. 
 @   da rin-+ deriv. da sangue

\rinsanìre, v. intr. Tornare sano. 

\rinsavìre, v. intr. Tornare sano di mente. ~ riprendersi. <> impazzire. 

\rinsecchìre, v. intr. Diventare secco. 

\rinseccolìto, agg. Insecchito. 

\rinselvàrsi, v. intr. pron. 1 Rintanarsi in un bosco. 2 Rifugiarsi. 

\rinselvatichìre, v. tr. Ritornare a comportarsi da selvatico. 

\Rinser, Luise (Pitzling, Baviera 1911-Unterhaching bei München 2002) Scrittrice. Tra le opere L'asino nero (1974) e Miriam (1983). 

\rinserràre, v. v. tr. Serrare nuovamente. 
v. rifl. Chiudersi dentro. 

\rintanàrsi, v. rifl. Nascondersi. ~ rifugiarsi. <> uscire. 
 X   v. rifl. to hole up. 

\rintegràre, v. tr. Reintegrare. 

\rinterràre, v. v. tr. Riempire di terra. 
v. intr. Riempirsi di terra. 

\rintèrro, sm. Il rinterrare. 

\rintèrzo, sm. Nel gioco del biliardo, colpo dato alla palla avversaria che, dopo aver toccato due sponde, va a incontrare i birilli o il pallino. 

\rintoccàre, v. intr. Il suonare a tocchi, tipico di campana, pendola ecc. 
 X   v. intr. 1 (di campana) to toll. 2 (di pendola) to strike. 

\rintócco, sm. (pl.-chi) Il suonare di una campana, di una pendola ecc. 
 X   sm. tolling. 

\rintonacàre, v. tr. Intonacare nuovamente. 

\rintontìre, v. v. tr. Intontire maggiormente o nuovamente. 
v. intr. Diventare più tonto. 
v. rifl. Diventare tonto. 

\rintoppàre, v. v. tr. 1 Incontrare di nuovo. 2 Rattoppare. 
v. intr. pron. Imbattersi in qualcuno. 

\rintracciàbile, agg. Che si può rintracciare. 

\rintracciàre, v. tr. Trovare seguendo la traccia. ~ trovare. <> perdere. 
 X   v. tr. to trace, to track down. 

\rintristìre, v. v. intr. Intristire nuovamente o di più. 
v. rifl. Diventare triste. 

\rintronaménto, sm. Il rintronare. 

\rintronàre, v. v. tr. 1 Assordare, stordire. quelle luci e la musica lo stavano rintronando. 2 Scuotere. 
v. intr. 1 Rimbombare. ~ echeggiare. 2 Emettere un suono cupo che si protrae a lungo. 
 X   v. tr. 1 (stordire) to stun. 2 (assordare) to deafen. v. intr. to roar, to boom. 
 @   da ri-+ intronare

\rintuzzaménto, sm. Il rintuzzare. 

\rintuzzàre, v. tr. Ribattere la punta di un oggetto appuntito. ~ spuntare. 

\Rinuccìni, Ottàvio (Firenze 1562-1621) Librettista. Tra le opere Dafne (1594) e Arianna (1608). 

\rinùncia, o rinùnzia, sf. 1 Il rinunciare. 2 Il documento con cui si rinuncia. ~ abbandono, abdicazione. mancava solo che firmasse l'atto di rinuncia della proprietà. 3 Sacrificio. lasciare la sua terra fu una grossa rinuncia per lui
 X   sf. renunciation. 
 @   deriv. da rinunziare

\rinunciàre, o rinunziàre, v. tr. e intr. 1 Cedere spontaneamente. ~ desistere. <> esigere. 2 Abbandonare. ~ astenersi. 
 X   v. intr. to renounce, to give up. 
 @   lat. renuntiare. 

\rinunciatàrio, o rinunziatàrio, agg. e sm. Che, o chi, rinuncia a qualcosa. ~ rassegnato. <> deciso. 

\rinvasàre, v. tr. Trapiantare in un vaso più grande una pianta che si sta sviluppando. 

\rinvasatùra, sf. L'operazione di rinvasare una pianta in un altro contenitore. 

\rinveniménto, sm. 1 Il rinvenire. 2 Ritrovamento. ~ scoperta. 3 Riprendere conoscenza dopo uno svenimento. 

\rinvenìre, v. v. tr. Ritrovare. ~ reperire. <> perdere. furono rinvenuti durante gli scavi i resti di una civiltà passata
v. intr. 1 Riprendere conoscenza, riaversi da uno svenimento. ~ rianimarsi. <> svenire. 2 Recuperare freschezza. 
 X   v. tr. to recover, to find. v. intr. 1 (riprendere i sensi) to recover consciousness. 2 (riprendere freschezza) to revive. 
 @   da ri-+ lat. invenire trovare; per il v. intr.: da svenire, sostituendo rin-a s-. 

\rinverdìre, v. v. tr. Far tornare nuovamente verde. 
v. intr. Ricoprirsi di verde. 

\rinvestiménto => "reinvestimento" 

\rinvestìre => "reinvestire" 

\rinviàbile, agg. Che può essere rinviato. 

\rinviàre, v. tr. 1 Inviare nuovamente. 2 Inviare indietro, respingere. le lettere furono tutte rinviate al mittente. 3 Differire, posticipare. rinviarono all'indomani la discussione
 X   v. tr. 1 to defer. to postpone. 2 (rimandare indietro) to send back. 3 (rimandare) to delay. 
 @   da ri-+ inviare

\rinvigoriménto, sm. Il rinvigorire. 

\rinvigorìre, v. v. tr. Ridare vigore o più vigore. ~ corroborare. <> affaticare. 
v. intr. Riprendere vigore. 
v. intr. pron. Riprendere vigore. 
 X   v. tr. to reinvigorate, to strengthen. 

\rinvilìre, v. v. tr. Abbassare di prezzo. 
v. intr. Diminuire di prezzo. 

\rinvìo, sm. Il rinviare. 
 X   sm. 1 deferment, postponement. 2 (seduta) adjournment. 

\rinvòlgere, v. tr. Avvolgere nuovamente. 

\rinvoltàre, v. tr. Involgere nuovamente. 

\rinzaffàre, v. tr. Intonacare un muro nuovo per pareggiarlo alla meglio. 

\rinzàffo, sm. Il primo intonaco dato a un muro nuovo. 

\rìo, agg. e sm. agg. Cattivo, malvagio. 
sm. 1 Ruscello. 2 Ogni diramazione di un canale, tipico di Venezia. 

\Rio Branco Città (197.000 ab.) del Brasile, sul fiume Acre. Capitale dello stato di Acre. 
Rio Branco 
Fiume (775 km) del Brasile settentrionale. Nasce sul monte Boa Vista e confluisce nel Río Negro. 

\Rio Bravo Film western, americano (1950). Regia di John Ford. Interpreti: John Wayne, Maureen O'Hara, Ben Johnson. Titolo originale: Rio Grande 

\Rio de Janeiro Città del Brasile, (6.200.000 ab.), capitale dello stato omonimo, sulla baia di Guanabara (Atlantico), dominata dal Pao de Açucar. Lo scenario naturale in cui si presenta, essendo distesa sulle colline prospicienti la baia e sulla sponda meridionale della stessa, risulta alquanto suggestivo. La sua economia è strettamente legata al porto, il secondo in ordine d'importanza dopo quello di Santos, che è lo sbocco di tutta la sua produzione agricola, specialmente di caffè, tabacco e zucchero. Sede di industrie alimentari, cantieristiche, chimiche, dell'abbigliamento, grafico-editoriali, del vetro, alterna quartieri tipici delle metropoli moderne (Copacabana, Ipanema) ad altri in cui regna incontrastata la miseria (favelas). Centro di una capillare organizzazione di servizi legati ai traffici commerciali, esporta minerali e prodotti agricoli, caffè, zucchero e tabacco; importa macchinari e prodotti industriali. Molto sviluppato è il turismo internazionale (famoso il carnevale). Il primo nucleo della città fu fondato da un gruppo di calvinisti francesi, successivamente sostituiti dai portoghesi nel 1565. Fu capitale del Brasile dal 1822 fino al 1960 anno in cui la capitale fu trasferita a Brasilia. Università e musei, delle belle arti, di arte moderna e degli Indio, corredano la Rio culturale. 

\Río de la Plata => "Plata, Río de la" 

\Rìo di Pusterìa (in ted. Mühlbach) Comune in provincia di Bolzano (2.410 ab., CAP 39037, TEL. 0472). 

\Río Gallegos Città (65.000 ab.) dell'Argentina, nella Patagonia, sull'oceano Atlantico. Capoluogo della provincia di Santa Cruz. 

\Rio Grande Fiume dell'America settentrionale, chiamato in Messico Rio Bravo, lungo 3.034 km. La sorgente è nelle Montagne Rocciose del Colorado (USA). Attraversa il Nuovo Messico da nord a sud e dopo El Paso demarca il confine tra Messico e Stati Uniti. Sbocca nel golfo del Messico. Riceve come affluenti il Conchos e il Salado, a destra, e il Pecos, a sinistra. 

\Río Grande de Santiago Fiume (1.000 km) del Messico. Nasce con il nome di Lerma dalla laguna omonima e sfocia nell'oceano Pacifico. 

\Rio Grande do Norte Stato (2.414.000 ab.) del Brasile nordorientale, capitale Natal. 

\Rio Grande do Sul Stato (9.135.000 ab.) del Brasile meridionale. Capitale Pôrto Alegre. 

\Rio Lobo Film western, americano (1970). Regia di Howard Hawks. Interpreti: John Wayne, Jorge Rivero, Jack Elam. Titolo originale: Rio Lobo 

\Rìo Marìna Comune in provincia di Livorno (2.042 ab., CAP 57038, TEL. 0565). 

\Río Negro Fiume (2.000 km) dell'America Meridionale. Nasce in Colombia e confluisce nel Rio delle Amazzoni in Brasile. 
Rio Negro 
Fiume (650 km) dell'Argentina sudorientale. Si forma dalla confluenza dei fiumi Río Neuquén e Río Limay e sfocia nell'oceano Atlantico. 
Rio Negro 
Fiume (800 km) dell'America Meridionale. Nasce in Brasile e confluisce nel fiume Uruguay. 
Rio Negro 
Provincia (506.000 ab.) dell'Argentina, nella Patagonia, al confine con il Cile. Capoluogo Viedma. 

\Río Negro, Embalse del Lago (1.400 km2) artificiale dell'Uruguay creato dallo sbarramento del Río Negro presso Paso de los Toros. 

\Rìo néll'Élba Comune in provincia di Livorno (866 ab., CAP 57039, TEL. 0565). 

\Rìo Salicéto Comune in provincia di Reggio Emilia (4.349 ab., CAP 42010, TEL. 0522). 

\Riobamba Città (95.000 ab.) dell'Ecuador, capoluogo della provincia di Chimborazo. 

\rioccupàre, v. v. tr. Occupare nuovamente. 
v. intr. Occuparsi nuovamente di qualcuno. 
v. intr. pron. Tornare a occuparsi. 

\rioccupazióne, sf. Nuova occupazione di un territorio. 

\Riodìnidi Famiglia di Insetti Lepidotteri eteroneuri rappresentati da farfalle diurne e crepuscolari che vivono in ogni parte del mondo. 

\Riofréddo Comune in provincia di Roma (713 ab., CAP 00020, TEL. 0774). 

\Rioja, La (Argentina) Città (104.000 ab.) dell'Argentina, capoluogo della provincia omonima (183.000 ab.). 

\Rioja, La (Spagna) Regione (263.000 ab.) della Spagna, capoluogo Logroño. 

\Riòla Sàrdo Comune in provincia di Oristano (324 ab., CAP 09070, TEL. 0783). 

\Riòlo Tèrme Comune in provincia di Ravenna (5.013 ab., CAP 48025, TEL. 0546). 

\Riolunàto Comune in provincia di Modena (837 ab., CAP 41020, TEL. 0536). 

\Riomaggióre Comune in provincia di La Spezia (2.051 ab., CAP 19017, TEL. 0187). 

\Rion Fiume (327 km) della Georgia. Nasce nel Caucaso centrale e sfocia nel mar Nero. 

\rionàle, agg. Relativo al rione. 

\rióne, sm. Quartiere di una città. ~ zona. 
 X   sm. quarter, district. 

\Rionéro in Vùlture Comune in provincia di Potenza (13.201 ab., CAP 85028, TEL. 0972). Centro agricolo, enologico, della lavorazione del legno e del vetro e turistico alle pendici del Vulture. Gli abitanti sono detti Rioneresi

\Rionéro Sannìtico Comune in provincia di Isernia (1.281 ab., CAP 86087, TEL. 0865). 

\Riopelle, Jean-Paul (Montréal 1923-Île aux Grues, Quebec 2002) Pittore canadese. Tra le opere Incontro (1956, Colonia, Wallraf-Richartz Museum). 

\riordinaménto, sm. Il dare un ordine migliore. 

\riordinàre, v. tr. 1 Mettere nuovamente in ordine. ~ rassettare. <> disordinare. 2 Dare nuovamente un ordine. 
 X   v. tr. 1 to clear up, to tidy up. 2 (riorganizzare) to reorganize. 

\riordinatóre, sm. (f.-trìce) Chi riordina. 

\riordinazióne, sf. Nuova ordinazione. 

\riórdino, sm. Riordinamento. 

\riorganizzàre, v. v. tr. Organizzare nuovamente o in modo migliore. ~ riassettare. <> mantenere. 
v. rifl. Organizzarsi nuovamente o meglio. 
 X   v. tr. to reorganize. 

\riorganizzatóre, sm. (f.-trìce) Chi riorganizza. 

\riorganizzazióne, sf. Il riorganizzare. 

\Ríos, Los Provincia (528.000 ab.) dell'Ecuador centro-occidentale. Capoluogo Babahoyo. 

\riòtta, sf. Disputa. ~ litigio. 

\riottosità, sf. L'essere rissoso. ~ litigioso. 

\riottóso, agg. Rissoso, litigioso. ~ recalcitrante. <> accomodante. 

\RIP In informatica è la sigla di Routing Information Protocol (protocollo per l'invio dell'informazione). Si tratta di un protocollo per l'instradamento di datagrammi. 
RIP 
Sigla di Requiescat in Pacem (riposi in pace, usato nelle iscrizioni tombali). 

\rìpa, sf. Riva scoscesa di un fiume. ~ dirupo. 

\Rìpa Teatìna Comune in provincia di Chieti (3.587 ab., CAP 66010, TEL. 0871). 

\Ripabottóni Comune in provincia di Campobasso (814 ab., CAP 86040, TEL. 0874). 

\Ripacàndida Comune in provincia di Potenza (2.072 ab., CAP 85020, TEL. 0972). 

\ripagàre, v. tr. Pagare nuovamente, ricompensare. ~ rifondere. 
 X   v. tr. to repay. 

\Ripalimosàni Comune in provincia di Campobasso (2.454 ab., CAP 86025, TEL. 0874). 

\Ripàlta Arpìna Comune in provincia di Cremona (940 ab., CAP 26010, TEL. 0373). 

\Ripàlta Cremàsca Comune in provincia di Cremona (2.917 ab., CAP 26010, TEL. 0373). 

\Ripàlta Guerìna Comune in provincia di Cremona (372 ab., CAP 26010, TEL. 0373). 

\riparàbile, agg. Che si può aggiustare. 

\riparàre, v. v. tr. 1 Proteggere, rimediare. ~ aggiustare. <> guastare. 2 Rimettere in buone condizioni. ~ sanare, risanare. 
v. intr. 1 Rifugiarsi. ~ nascondersi, rintanarsi. gli esuli ripararono all'estero. 2 Porre rimedio. 
v. intr. pron. Proteggersi, difendersi. 
 X   v. tr. 1 to shelter. 2 (proteggere) to defend. to protect. 3 (aggiustare) to repair. 4 (correggere) to make up for. v. intr. 1 to shelter. 2 (rimediare) to make up for. v. intr. pron. to shelter, to refuge. 
 @   lat. reparare, comp. da re-+ parare apprestare, restaurare, riacquistare. 

\riparàto, agg. 1 Che è al riparo. 2 Aggiustato. 
 X   agg. sheltered. 

\riparatóre, agg. e sm. (f.-trìce) Che, o chi, ripara. 

\riparazióne, sf. 1 Operazione con la quale si cerca di riportare alle condizioni iniziali di efficienza, eliminando o attenuando i guasti e i danni. ~ aggiustatura. 2 Risarcimento ottenuto facendo ricorso alla giustizia. riparazione dei danni subiti
 X   sf. 1 repair, repairing. 2 (risarcimento) compensation. 3 (fig.) amends, reparation. 
 @   lat. tardo reparatio,-onis rifacimento. 

\Riparbèlla Comune in provincia di Pisa (1.318 ab., CAP 56046, TEL. 0586). 

\ripària, sf. Genere di Uccelli Passeriformi cui appartiene il topino. Appartiene alla famiglia degli Irundinidi. 

\ripàrio, agg. Che abita sulle rive di un fiume. 

\riparlàre, v. v. intr. Parlare nuovamente. 
v. rifl. 1 Parlarsi nuovamente. 2 Riconciliarsi. 

\ripàro, sm. 1 Il riparare, il ripararsi. 2 Ciò che serve a riparare. ~ rimedio. 
 X   sm. 1 cover, shelter. 2 (rimedio) remedy. 

\ripartìbile, agg. Che può essere suddiviso in più parti. 

\ripartiménto, sm. Scomparto. ~ riquadro. 

\ripartìre, v. v. tr. Suddividere. dovette procedere a ripartire equamente quell'improvviso guadagno
v. intr. 1 Partire nuovamente. ~ tornare via. <> fermarsi. 2 Riprendere a muoversi. la motocicletta non voleva ripartire. 
 X   v. tr. 1 (distribuire) to share out. 2 (dividere) to divide up. v. intr. to leave again, to set off. 
 @   da ri-+ partire

\ripartitóre, sm. (f.-trìce) Impiegato delle poste incaricato di suddividere la corrispondenza. 

\ripartizióne, sf. 1 Il ripartire. 2 Suddivisione e distribuzione delle parti. ~ divisione. 

\ripàrto, sm. Suddivisione di un complesso. 

\ripassàre, v. v. tr. 1 Passare nuovamente. ~ ripercorrere. 2 Rileggere. ~ riguardare, ripetere. doveva ripassare la lezione per domani. 3 Attraversare di nuovo. 4 Porgere nuovamente. 
v. intr. Tornare a passare o passare più volte. ~ ritornare. 
 X   v. tr. 1 to brush up. 2 (lezione) to revise, to go over again. v. intr. to come back. 
 @   da ri-+ passare

\ripassàta, sf. Ripassare nuovamente con una mano di lavoro o con la mente per ricordare qualcosa. 

\ripàsso, sm. Il ripassare. 

\ripàtico, sm. (pl.-ci) Pedaggio che erano tenuti a pagare coloro che approdavano sulle rive di un fiume o di un lago in epoca feudale. 

\Ripatransóne Comune in provincia di Ascoli Piceno (4.358 ab., CAP 63038, TEL. 0735). 

\Rìpe Comune in provincia di Ancona (3.066 ab., CAP 60010, TEL. 071). 

\Rìpe San Ginèsio Comune in provincia di Macerata (753 ab., CAP 62020, TEL. 0733). 

\Ripellìno, Àngelo Marìa (Palermo 1923-Roma 1978) Saggista. Tra le opere Il trucco e l'anima (1965) e Praga magica (1973). 

\ripensaménto, sm. Il ripensare. ~ pentimento. 
 X   sm. pl. second thoughts. 

\ripensàre, v. intr. Pensare nuovamente, riflettere. ~ riesaminare. 
 X   v. intr. 1 to think. 2 (tornare con il pensiero) to recall. 3 (cambiare opinione) to change one's mind. 4 (ripensare a un evento, un periodo) to look back on something

\ripentìrsi, v. intr. Pentirsi nuovamente. 

\ripercórrere, v. tr. Percorrere nuovamente. 

\ripercuòtere, v. v. tr. Percuotere nuovamente o più volte. 
v. intr. Tornare, rimbalzare indietro. 
v. intr. pron. 1 Tornare, rimbalzare indietro. 2 Riflettersi. 3 Trasmettersi. ~ incidere. l'incertezza politica si ripercosse sull'intera economia
 X   v. intr. pron. to have repercussion. 
 @   lat. repercutere, comp. da re-+ percutere percuotere. 

\ripercussióne, sf. Il ripercuotere e il ripercuotersi. ~ contraccolpo. 
 X   sf. (avere ripercussione) to have repercussion. 

\ripescàre, v. tr. 1 Pescare nuovamente. 2 Tirare fuori qualcuno o qualcosa dall'acqua. 
 X   v. tr. 1 (persona) to fish out. 2 (pesce) to catch again. 

\ripetènte, agg., sm. e sf. Che, o chi, ripete la classe frequentata l'anno prima. 

\ripètere, v. v. tr. Dire o fare nuovamente. ~ riportare. <> tacere. ripetere una cura
v. intr. Dire o fare nuovamente le stesse cose. ogni anno si ripete sempre la stessa scena
v. rifl. Dire o fare nuovamente cosa già detta o fatta. ~ continuare, insistere. <> cessare, finire. 
 X   v. tr. to repeat. v. rifl. to be repeated. 
 @   lat. repetere, comp. da re-+ petere, recuperare, risalire con il discorso. 
Paganini non ripete. Frase esclamata da Paganini dopo che il re Carlo Felice fece chiedere una replica a un concerto nel 1825 al regio teatro del Falcone. 

\ripetìbile, agg. Che si può ripetere, reiterare. 

\ripetibilità, sf. Il fatto di essere ripetibile. 

\ripetitività, sf. Tipico di ciò che si ripete. 

\ripetitìvo, agg. Che viene rifatto molte volte, che contiene fasi o aspetti che si ripetono. è un lavoro ripetitivo; è stato un discorso ripetitivo.

\ripetitóre, agg. e sm. agg. Che ripete. antenna ripetitrice, per ritrasmettere a maggiore distanza un segnale radio. 
(f.-trìce) sm. 1 Insegnante che dà lezioni private. 2 Dispositivo che, nelle telecomunicazioni, serve a ripetere o amplificare un segnale. ripetitore di linea
 @   lat. repetitor,-oris chi richiede. 

\ripetizióne, sf. 1 Il ripetere e il ripetersi. a ripetizione, che possiede un meccanismo che replica automaticamente un movimento. 2 Studiare nuovamente un argomento già trattato. lezioni di ripetizione
 X   sf. 1 repetition. 2 (lezione) revision. 
 @   lat. repetitio,-onis

\ripetutaménte, avv. Più volte. 

\ripetùto, agg. Frequente, molteplice. ~ continuo. <> casuale. 

\Rìpi Comune in provincia di Frosinone (5.333 ab., CAP 03027, TEL. 0775). 

\ripianaménto, sm. 1 Il livellare, rendere piano. 2 In economia, riportare a pareggio un disavanzo. 

\ripianàre, v. tr. 1 Rendere livellato, piano. 2 In economia, riportare a pareggio un disavanzo. 

\ripiàno, sm. 1 Zona pianeggiante di un terreno in pendenza. 2 Mensola di uno scaffale, di un armadio ecc. ~ piano. 
 X   sm. 1 terrace. 2 (scaffale) shelf. 

\ripìcca, sf. Dispetto fatto in cambio di un dispetto ricevuto. ~ puntiglio. 
 X   sf. spite. 

\ripicchiàre, v. tr. Picchiare nuovamente. 

\ripìcco, sm. (pl.-chi) Dispetto fatto in cambio di un dispetto ricevuto. 

\Ripicèridi Piccola famiglia di Insetti Coleotteri che vivono nelle regioni calde. Le loro larve si trovano nel legno decomposto. 

\ripidézza, sf. L'essere ripido. 

\ripidità, sf. Ripidezza. 

\rìpido, agg. Difficile a salire. ~ pendente. <> pianeggiante. 
 X   agg. steep. 

\Ripidoglòssi Gruppo di Molluschi Gasteropodi Prosobranchi cui appartengono quasi tutte le famiglie dell'ordine degli Archeogasteropodi. 

\ripiegaménto, sm. 1 Piegare nuovamente. 2 Piegare su se stesso o all'interno. 

\ripiegàre, v. v. tr. Piegare in più parti. <> aprire. ripiegare un giornale
v. intr. 1 Indietreggiare sotto l'attacco del nemico. ~ arretrarsi, ritirarsi. <> difendere, mantenere. la fanteria ripiegò oltre la collina. 2 Ricorrere a un ripiego. 
v. intr. pron. Piegarsi. ~ incurvarsi. 
 X   v. tr. 1 to refold. 2 (più volte) to fold. v. intr. 1 (accontentarsi) to make do. 2 (mil.) to fall back, to retreat. v. intr. pron. to bend. 
 @   da ri-+ piegare

\ripiegatùra, sf. Il piegare nuovamente. 

\ripiègo, sm. (pl.-ghi) Espediente, via d'uscita per aggirare una difficoltà. 
 X   sm. makeshift solution, expedient. 

\ripièna, sf. Materiale sterile con cui vengono riempiti i vuoti prodotti nella miniera per l'estrazione dei minerali utili. 

\ripièno, agg. e sm. agg. Completamente pieno. 
sm. Ciò che serve a riempire o a farcire qualcosa. 
 X   agg. stuffed. sm. stuffing. 

\Ripifòridi Famiglia di Insetti Coleotteri le cui larve parassitano quelle di alcuni Imenotteri aculeati e di Coleotteri xilofagi. 

\ripigliàre, v. v. tr. Recuperare. ~ riacquistare. 
v. intr. Rinvenire, riaversi. 

\ripiglìno, sm. Antico gioco per ragazzi che si esegue con una corda legata agli estremi e con la quale si formano figure, anche simboliche, servendosi delle dita delle mani e dei piedi. 

\ripiombàre, v. intr. Piombare nuovamente. 

\ripopolaménto, sm. Popolare nuovamente. 

\ripopolàre, v. v. tr. Popolare nuovamente un luogo spopolato. 
v. intr. Tornare a popolarsi. 
v. intr. pron. Tornare a popolarsi. 

\ripórre, v. tr. Porre nuovamente qualcosa al suo posto. ~ sistemare. <> lasciare in giro. 2 Mettere da parte una cosa per conservarla. 
 X   v. tr. 1 to replace, to put away, to put back. 2 (fig.) to place. 

\riportàre, v. v. tr. 1 Portare nuovamente o indietro. ~ restituire. 2 Riferire. ~ raccontare. : : giornali riportarono esattamente le sue dichiarazioni. 3 Ottenere. ~ perseguire, guadagnare. riportare un grande successo. 4 Attribuire 
v. intr. pron. 1 Ricordare con la mente un tempo passato. 2 Richiamarsi. ~ riferirsi. 
 X   v. tr. 1 (citare) to quote. 2 (ottenere) to get. 3 (subire) to suffer. 4 (portare indietro) to bring. 5 (vittoria) to gain. 6 (mat.) to carry. 7 (riferire) to report. 
 @   da ri-+ portare

\ripòrto, sm. 1 Il riportare. materiale da riporto, detriti ricavati da demolizioni di edifici. 2 Ornamento ricamato su tessuto o abito. 3 Ciocca di capelli, che copre la calvizie. 4 In una addizione, valore eccedente che deve essere sommato alle unità di ordine successivo. 

\riposànte, agg. 1 Che dà riposo. 2 Detto di persona calma, tranquilla. 

\riposàre, v. v. tr. 1 Posare nuovamente. 2 Fare calmare. ~ distendere. <> esaurire. 
v. intr. 1 Restare inoperoso per recuperare le forze. ~ rilassare. <> affaticare. riposare sugli allori, accontentarsi del successo raggiunto. 2 Posare nuovamente. 
v. intr. pron. Prendere riposo. ~ distendersi, rilassarsi. 
 X   v. intr. 1 to rest. 2 (posare) to put down. 3 (dormire) to sleep. v. intr. to rest. v. intr. pron. to take a rest. 
 @   lat. repausare, comp. da re-+ pausare posare. 

\riposàta, sf. Riposo, pausa. 

\riposàto, agg. Non più stanco. ~ fresco. <> stanco. 

\riposìno, sm. Riposo di breve durata. 

\ripòso, sm. 1 Il riposare, il riposarsi. senza riposo, in modo ininterrotto. 2 Sospensione di qualunque attività faticosa. ~ sollievo. riposo festivo. 3 Tranquillità. terreno in riposo, lasciato incolto. 
 X   sm. 1 rest. 2 (ordine militare) at ease. 3 (in pensione) retired. 4 (escl., buon riposo) sleep well. 
 @   deriv. da riposare

\ripostìglio, sm. Stanzino dove si conservano cose e oggetti vari. ~ dispensa, sgabuzzino. 
 X   sm. boxroom, lumber-room. 

\ripósto, agg. Nascosto, segreto. 

\Ripósto Comune in provincia di Catania (14.048 ab., CAP 95018, TEL. 095). Centro agricolo (coltivazione di uva e agrumi), enologico, della pesca e turistico (balneazione sul mar Ionio) alle pendici orientali dell'Etna. Gli abitanti sono detti Ripostesi

\ripple-marks Fini increspature presenti talvolta sul fondo marino in corrispondenza della zona litorale o che si formano per azione del vento sulle superfici sabbiose. 

\riprèndere, v. v. tr. 1 Prendere nuovamente. ~ ripigliare, riafferrare. <> abbandonare, cedere. riprendere la giacca; lo hanno ripreso quasi all'arrivo; riprendere le antiche abitudini. 2 Rioccupare. ~ riconquistare, reinvadere. hanno ripreso la città. 3 Colpire nuovamente. lo ha ripreso una crisi. 4 Eseguire una ripresa cinematografica o fotografica. ~ filmare, ritrarre, fotografare, inquadrare. 5 Ritornare a una condizione precedente. riprendere a fumare. 6 Ricominciare dopo un'interruzione, continuare, proseguire. riprendere sonno; riprendere un discorso; riprese: "Dunque, ieri …"; ha ripreso a piovere. 7 Rimproverare. ~ rimbrottare, ammonire, criticare, sgridare, correggere. gli alunni furono ripresi dal preside per gli schiamazzi. 8 Ritoccare la cucitura di un abito (in genere per stringerlo). ha ritoccato il vestito in vita. 9 Continuare, richiamare o intonarsi ad altri colori o motivi (in una decorazione, una pittura, …) la decorazione del soffitto riprende quella delle pareti.
v. intr. pron. 1 Correggersi. 2 Riaversi, rimettersi fisicamente. ~ rinforzarsi, rifiorire. <> peggiorare. 
 X   v. tr. 1 (catturare) to recapture. 2 (ricuperare) to recover. 3 (ripetere) to take up. 4 (rimproverare) to tell off. 5 (cinem.) to shoot. 6 (lavoro) to resume. v. intr. pron. 1 to get over, to recover. 2 (correggersi) to correct oneself. 
 @   lat. reprehendere, comp. da re-+ prehendere prendere. 

\riprensióne, sf. Rimprovero. 

\riprensìvo, agg. Atto a biasimare. 

\riprésa, sf. 1 Il riprendere, il ricominciare. ~ riconquista. <> crollo. a più riprese, in più volte. 2 Segno della notazione musicale che indica ripetizione di una parte. 3 Miglioramento di una condizione. 4 Ritrarre con apparecchiature video o cinematografiche. ~ inquadratura. 5 Nel pugilato, ogni tempo del combattimento diviso dagli intervalli. ~ round. 6 Accelerazione di un veicolo. 
 X   sf. 1 (cinem.) shooting, shot. 2 (recupero) recovery. 3 (accelerazione) acceleration. 4 (economica) recovery. 5 (sport, pugilato) round. 
 @   da ripreso, p.p. di riprendere

\ripresentàre, v. v. tr. Presentare nuovamente. 
v. rifl. Tornare nuovamente a presentarsi. 

\ripristinaménto, sm. Il ripristinare. 

\ripristinàre, v. tr. 1 Riportare nella condizione di prima. ~ reintegrare. <> modificare. 2 Rimettere in sesto. 
 X   v. tr. to restore. 

\riprìstino, sm. Ripristinamento. 

\riproducìbile, agg. Che si può riprodurre. 

\riproducibilità, sf. L'essere riproducibile. 

\riprodùrre, v. v. tr. 1 Produrre nuovamente. ~ rifare. 2 Trascrivere. 3 Fare la copia di un originale. ~ duplicare. 
v. intr. pron. Rinascere. ~ rigenerarsi. 
 X   v. tr. e v. intr. pron. to reproduce. 

\riproduttìvo, agg. Che è idoneo a riprodurre. 

\riproduttóre, agg. e sm. agg. Che riproduce o è relativo alla riproduzione. 
sm. (f.-trìce) 1 Chi riproduce. 2 Animale destinato alla riproduzione. 3 Dispositivo che è idoneo a riprodurre. 

\riproduzióne, sf. 1 Ripetizione. 2 L'azione del riprodurre. ~ copia. <> originale. 
 X   sf. reproduction. 
In biologia si tratta del processo mediante il quale un individuo, giunto alla sua maturità sessuale, è in grado di generare altri individui della stessa specie. Alla riproduzione è demandato il compito del mantenimento della specie nel tempo, superando la decadenza e la morte dell'individuo con la procreazione di nuovi individui. Si parla di riproduzione sessuata, o gamica, se partecipano individui diversi (maschio e femmina) e di riproduzione asessuata, o agamica, se è sufficiente un solo individuo. 
Riproduzione sessuata 
Si verifica tramite fusione di due cellule, o gameti, che possono essere identici (isogamia) o diversi (anisogamia). Il patrimonio genetico del nuovo individuo deriva dalla combinazione del corredo materno e paterno. Questo fatto garantisce variabilità alla specie e potenziale di adattamento maggiore. Un caso particolare di riproduzione si ha con la partenogenesi, nella quale l'uovo è in grado di svilupparsi senza fecondazione. 
Riproduzione asessuata 
Assai frequente negli organismi inferiori e nei vegetali, può verificarsi per scissione (organismi unicellulari), per gemmazione, per frammentazione (funghi, piante), o mediante spore (sporogonia). 

\riprografìa, sf. Tecniche di riproduzione di originali. 

\riprométtere, v. v. tr. Promettere nuovamente. 
v. intr. pron. Impegnarsi, proporsi. 
 X   v. intr. pron. to propose. 

\ripròva, sf. 1 Nuova prova. 2 Conferma. 
 X   sf. confirmation. 

\riprovàre, v. v. tr. 1 Provare nuovamente. 2 Dichiarare non idoneo. 
v. intr. pron. Provare e provarsi nuovamente. 

\riprovazióne, sf. 1 Il riprovare. 2 Biasimo. ~ critica. <> acclamazione. 
 @   lat. tardo reprobatio,-onis. 

\riprovévole, agg. Che merita critica, biasimo. ~ deplorevole. <> apprezzabile. 

\ripuàrio, agg. Che vive lungo le rive di un corso d'acqua. 

\ripubblicàre, v. tr. Pubblicare nuovamente. 

\ripubblicazióne, sf. Il pubblicare nuovamente. 

\ripudiàbile, agg. Che si può ripudiare. 

\ripudiàre, v. tr. 1 Allontanare, respingere qualcosa. ~ scacciare. <> tenere. ripudiare il marito. 2 Non accettare, non riconoscere. ~ cacciare. <> tenere. ripudiare una ideologia
 X   v. tr. to repudiate. 
 @   lat. repudiare

\ripùdio, sm. Il ripudiare. 

\ripugnànte, agg. Che provoca ripugnanza. ~ Disgustoso, repellente. <> allettante, attraente. 
 X   agg. 1 repulsive. 2 (disgustoso) disgusting. 

\ripugnànza, sf. 1 Disgusto per cosa o persona. 2 Ritrosia, riluttanza. ~ repulsione. <> attrattiva. 

\ripugnàre, v. intr. 1 Fare resistenza, essere in contrasto. 2 Provare o provocare un senso di ripugnanza. ~ detestare, respingere. 
 X   v. intr. to disgust. 

\ripulìre, v. tr. 1 Pulire nuovamente. 2 Correggere. 3 Spazzare via. 
 X   v. tr. 1 to clean up. 2 (svuotare) to ransack. 

\ripulìsti => "repulisti" 

\ripulìta, sf. Il ripulire e il ripulirsi alla meglio. 

\ripulitùra, sf. 1 Il ripulire, il ripulirsi. 2 Ciò che viene tolto nel ripulire. 

\ripùlsa, sf. Il rigettare una domanda. 

\ripulsióne, sf. 1 Ripugnanza, ribrezzo. 2 Fenomeno fisico opposto all'attrazione. 

\ripulsìvo, agg. 1 Che respinge. 2 Che manifesta ripugnanza, avversione. 

\riputàre => "reputare" 

\riputazióne => "reputazione" 

\riquadràre, v. v. tr. Dare forma quadrata. 
v. intr. 1 Determinare le misure di una superficie. 2 Soddisfare. 

\riquadratùra, sf. 1 Il riquadrare. 2 Porzione di superficie quadrata. 

\riquàdro, sm. 1 Porzione di superficie di forma quadrata. 2 Porzione di pareti, soffitti ecc., decorata e incorniciata. 
 X   sm. 1 square. 2 (porzione di soffitti ecc.) panel. 

\riqualificàre, v. v. tr. Qualificare nuovamente o meglio. 
v. rifl. Acquisire una diversa qualifica professionale. 

\riqualificazióne, sf. Acquisizione di una migliore qualifica professionale. 

\risàcca, sf. Onda che ritorna e urta contro un ostacolo. 

\Risacca, La Romanzo di J. Goytisolo (1958). 

\risàia, sf. Terreno coltivato a riso. 
 X   sf. rice field, paddy field. 

\risaiòlo, sm. Sorvegliante dei lavori nelle risaie. 

\risalìre, v. v. tr. 1 Salire nuovamente. 2 Il navigare un fiume contro corrente. ~ rimontare. <> ridiscendere. 3 Rimontare. ~ ripercorrere. <> scendere. 
v. intr. 1 Salire nuovamente. risalire in fama, tornare alla precedente situazione di prestigio. 2 Aumentare di prezzo. 3 Ripercorrere con la mente. 4 Datare. 
 X   v. tr. 1 to go up. v. intr. 1 (con la mente) to go back to. 2 (nel tempo) to date from. 
 @   da ri-+ salire

\risalìta, sf. Il risalire. 
 X   sf. 1 going up. 2 (sci, impianti di risalita) ski lifts. 

\risaltàre, v. v. intr. 1 Saltare nuovamente. 2 Spiccare, emergere, sporgere da una superficie uniforme. ~ stagliarsi. <> amalgamarsi. il suo ingegno risaltava dalle opere prodotte
v. tr. Superare un ostacolo. 
 X   v. intr. to stand out. 
 @   da ri-+ saltare

\risàlto, sm. 1 Il risaltare e ciò che risalta. 2 Rilievo. ~ evidenza. <> uniformità. 
 X   sm. 1 prominence. 2 (sporgenza) projection. 3 (mettere in risalto) to bring out. 

\risanàbile, agg. Che può essere risanato. 

\risanaménto, sm. 1 Il risanare, guarire. processo di risanamento economico. 2 Bonifica. 3 Miglioramento delle condizioni igieniche di un luogo. 
 @   deriv. da risanare

\risanàre, v. v. tr. 1 Rendere sano, guarire. ~ rimettere in salute. 2 Bonificare. 3 Migliorare. risanare un bilancio, portarlo in attivo. 
v. intr. Rimettersi in salute. 
 X   v. tr. 1 to heal. 2 (bonificare) to reclaim. 3 (il bilancio) to balance the books. 
 @   lat. tardo resanare, comp. da re-+ sanare rendere sano. 

\risanatóre, agg. e sm. Che, o chi, risana. 

\risapére, v. tr. Venire a conoscenza per mezzo di altre persone. 

\risapùto, agg. A conoscenza di tutti. ~ conosciuto. <> ignoto. 
 X   agg. (è risaputo che) it is common knowledge that. 

\risarcìbile, agg. Che si può risarcire. 

\risarciménto, sm. Il risarcire, l'effetto e ciò con cui si risarcisce. 
 X   sm. compensation. 

\risarcìre, v. tr. Compensare un danno con il risarcimento. ~ indennizzare, rifondere. 
 X   v. tr. to compensate. 
 @   lat. resarcire, comp. da re-+ sarcire cucire. 

\risarèlla, sf. Irrefrenabile impulso alla risata. 

\risàta, sf. Riso sonoro e prolungato. 
 X   sf. laugh. 

\RISC In informatica è la sigla di Reduced Instruction Set Computer (elaboratore con un insieme ridotto di istruzioni). Si tratta di un'architettura per calcolatori progettata agli inizi degli anni '80 mirante a ridurre il numero delle istruzioni macchina. 

\riscaldaménto, sm. 1 Il riscaldare, il riscaldarsi e il metodo per riscaldare un ambiente. le spese per il riscaldamento della casa erano eccessive. 2 Aumento di temperatura. riscaldamento del motore. 3 Agitazione dell'animo. 4 Esercizi per scioglere e scaldare i muscoli (in genere, prima di una attività sportiva). 
 X   sm. 1 heating. 2 (centralizzato) central heating. 3 (sport) warm up. 

\riscaldàre, v. v. tr. 1 Fare aumentare di calore. ~ scaldare. <> raffreddare. 2 Provocare infiammazione a una parte del corpo. 3 Eccitare. quella sentenza ingiusta aveva riscaldato gli animi
v. intr. 1 Tornare caldo. 2 Agitarsi. 
v. rifl. 1 Diventare caldo. ~ scaldarsi. 2 Accalorarsi, infervorarsi. 
 X   v. tr. 1 to heat, to warm. 2 (pietanza) to reheat. v. rifl. to get warm, to warm up. 
 @   da ri-+ scaldare

\riscaldàta, sf. Il riscaldare o il riscaldarsi sommariamente. 

\riscaldatóre, sm. Nome generico di ogni apparecchio che è idoneo a riscaldare. 

\riscàldo, sm. 1 Arrossamento della pelle. 2 Infiammazione intestinale. 

\riscattàbile, agg. Che può essere riscattato. 

\riscattàre, v. v. tr. 1 Recuperare con una somma di denaro qualcuno o qualcosa sottratto o venduto. 2 Liberare da ipoteca e simili. ~ spignorare. <> impegnare. 3 Liberare da uno stato di dipendenza o schiavitù. 4 Redimere. 
v. rifl. 1 Redimersi. 2 Recuperare dopo un insuccesso. dopo la figuraccia, si riscattò con una prova maiuscola
 X   v. tr. 1 to ransom. 2 (polizza) to redeem. v. rifl. (fig.) to redeem oneself. 
 @   lat. volg. reexcaptare, comp. da re-+ ex-+ captare, da capere prendere. 

\riscàtto, sm. 1 L'azione del riscattare. 2 Riacquisto o liberazione mediante denaro o altro di un bene precedentemente sottratto. ~ spignoramento. 3 Azione con la quale il debitore, tramite pagamento di somma, viene liberato da obblighi assunti. 
 X   sm. 1 redemption. 2 (somma) ransom. 
Patto di riscatto 
Impegno mediante il quale un venditore si riserva il diritto di rientrare in possesso della proprietà venduta pagandone il prezzo pattuito. 
Riscatto a fini pensionistici 
Possibilità di rendere utili ai fini pensionistici gli anni di studio universitario o di servizio fuori ruolo pagando una determinata somma. 
Riscatto del pegno 
Diritto di un debitore di riavere l'oggetto impegnato, una volta assolto l'obbligo verso il creditore. 

\rischiaraménto, sm. Il rischiarare, il rischiararsi. 

\rischiaràre, v. v. tr. 1 Rendere più chiaro. ~ illuminare. <> scurire. 2 Rendere limpida la voce. 3 Rendere più nitido. 
v. intr. pron. Divenire più chiaro. ~ schiarire. <> annerirsi. 
 X   v. tr. to light up. v. intr. pron. to clear up. 

\rischiàre, v. v. tr. 1 Mettere a repentaglio. ~ azzardare. non voleva rischiare pronostici. 2 Essere nella situazione di patire danni. aveva rischiato il licenziamento per quella leggerezza
v. intr. Correre il rischio. 
 X   v. tr. e v. intr. to risk. 
 @   da risicare

\rischiarìre, v. tr. e intr. Rischiarare. 

\rìschio, sm. 1 Possibilità di esporsi a un danno. ~ azzardo. 2 Pericolo. soggetti a rischio, maggiormente esposti a una malattia. 
 X   sm. risk. 
 @   deriv. da rischiare

\rischiosità, sf. Il fatto di essere rischioso. 

\rischióso, agg. Pieno di rischi. ~ azzardato, pericoloso. ~ sicuro. 
 X   agg. dangerous, risky. 

\risciacquàre, v. v. tr. 1 Sciacquare nuovamente. 2 Passare in acqua oggetti già lavati. 
v. rifl. 1 Sciacquarsi nuovamente. 2 Fare degli sciacqui. 
 X   v. tr. to rinse. 

\risciacquàta, sf. Il risciacquare alla meglio. 

\risciacquatùra, sf. 1 Il risciacquare. 2 L'acqua usata per risciacquare. 3 Bibita o cibo liquido senza sapore, sgradevole. 

\risciacquìo, sm. Movimento ritmato delle onde, della corrente o di una massa liquida in generale. 

\risciàcquo, sm. 1 Azione del risciacquare. 2 Il liquido che serve per risciacquare. 

\risciò, sm. invar. Tipica carrozzella a due ruote trainata da un uomo, usata in alcuni paesi orientali per trasportare persone. 

\risciògliere, v. tr. Sciogliere nuovamente. 

\riscontàre, v. tr. Sconto, da parte di una banca presso un'altra, di una cambiale già scontata. 
 X   v. tr. 1 (trovare) to find. 2 (confrontare) to compare. 

\riscónto, sm. Il riscontrare. 
 X   sm. comparison, verification. 

\riscontràbile, agg. Che si può riscontrare. 

\riscontràre, v. tr. 1 Confrontare, raffrontare. 2 Esaminare accuratamente per controllarne, l'esattezza. avevano riscontrato numerose inesattezze nelle bozze di progetto. 3 Affrontare di nuovo. 
 @   da ri-+ scontrare

\riscóntro, sm. 1 Il confrontare o l'essere confrontato. ~ prova. <> dubbio.• trovar riscontro, trovare conferma. 2 Esame, controllo. riscontro di cassa, verifica periodica della contabilità. 3 Risposta scritta di conferma a una lettera, ricevuta. 4 Corrispondenza di incavature e sporgenze in un incastro. 
 @   deriv. da riscontrare

\riscopèrta, sf. Rinnovato interesse. 

\riscoprìre, v. tr. Scoprire nuovamente. 

\riscòssa, sf. Rifarsi di una sconfitta subita. 
 X   sf. reconquest, recovery. 

\riscossióne, sf. Il riscuotere. ~ incasso. <> esborso. 
 X   sf. collection. 

\riscotìbile, agg. Che si può riscuotere. 

\riscotiménto, sm. Il riscuotere e il riscuotersi. 

\riscrittùra, sf. L'operazione di scrivere nuovamente. 

\riscrìvere, v. v. tr. Scrivere nuovamente. 
v. intr. Risposta scritta a una lettera. 

\riscuòtere, v. v. tr. 1 Ricevere una somma di denaro per pagamento. ~ incassare. <> sborsare. 2 Scuotere nuovamente. 3 Ottenere. riscuotere grande successo
v. intr. 1 Trasalire. 2 Scuotersi per svegliarsi. si riscosse appena in tempo per evitare il disastro
 X   v. tr. 1 to draw, to collect. 2 (ottenere) to win, to earn. 
 @   da ri-+ scuotere

\risecàre, v. tr. Recidere nettamente. 
 @   lat. resecare, comp. da re-+ secare tagliare. 

\riseccàre, v. intr. e intr. pron. Perdere freschezza. ~ avvizzire. 

\risedére, v. intr. Sedere o sedersi nuovamente. 

\riséga, sf. Diminuzione dello spessore di un muro in corrispondenza di un piano superiore. 

\riseminàre, v. tr. Seminare nuovamente. 

\risentiménto, sm. Risentimento per un'offesa ricevuta. ~ rancore. 
 X   sm. resentment. 

\Risentimento di Tone, Il Dramma di Kuan Han-Ch'ing (XIII sec.). 

\risentìre, v. v. tr. 1 Sentire nuovamente. risentire di qualcosa, patire le conseguenze. 2 Ascoltare ancora. ~ riascoltare. 
v. intr. 1 Provare gli effetti di cose avvenute in precedenza. 2 Avere odore, sapore. la stanza risentiva di aceto
v. intr. pron. Reagire con rancore a un'offesa. ~ adombrarsi. 
 X   v. tr. 1 to hear again. 2 (provare) to feel. v. intr. to feel the effects. v. intr. pron. to take offence, to resent. 
 @   da ri-+ sentire

\risentitaménte, avv. In tono risentito. 

\risentìto, agg. 1 Che mostra risentimento. 2 Che si fa sentire nuovamente in tutta la sua intensità. 
 X   agg. angry, resentful 

\riserbàre, v. tr. Serbare nuovamente. 

\risèrbo, sm. Prudenza di comportamento che porta a trattenersi nel proprio modo di agire. ~ riservatezza. 
 X   sm. 1 reserve. 2 (ritegno) self-restraint. 

\riserìa, sf. Stabilimento per la lavorazione del riso. 

\risèrva, sf. 1 L'azione del riservarsi. 2 Clausola che restringe la portata di un contratto. ~ limitazione, condizionamento. 3 Cosa accantonata per un uso futuro. ~ accumulo. 
 X   sf. 1 supply, reserve. 2 (restrizione) reservation. 3 (di caccia) game preserve. 
In etnologia è la zona geografica in cui viene posta a dimora una popolazione indigena perché possa condurre un'esistenza conforme alle proprie tradizioni, comunque sotto il controllo delle autorità. La loro istituzione è stata sancita negli USA per le popolazioni indiane pellerossa. 
In economia le riserve delle società sono normalmente costituite da accantonamenti di utile. 

\riservàre, v. tr. 1 Conservare qualcosa per poterne disporre all'occorrenza. ~ conservare. riservarsi per un momento migliore, rimandare a un'occasione futura. 2 Assegnare. avevano riservato le poltrone della prima fila alle autorità
 X   v. tr. 1 (tenere in serbo) to keep aside. 2 (prenotare) to book. 
 @   lat. reservare, comp. da re-+ servare serbare. 

\riservataménte, avv. In modo riservato. 

\riservatézza, sf. L'essere riservato. ~ modestia. 
 X   sf. reserve. 

\riservato, agg. 1 Destinato a qualcuno in particolare. 2 Privato, segreto. 
Patto di riservato dominio 
Clausola dei contratti di compravendita e di vendita a rate secondo la quale il venditore rimane il proprietario del bene fino a quando il pagamento è compiuto anche se il compratore riceve il bene immediatamente. I rischi derivante da possibili danneggiamenti della proprietà ricadono sul compratore a partire dal momento in cui riceve il bene. 

\riservìsta, sm. (pl.-i) Soldato già in congedo, costituente la riserva dell'esercito regolare attivo. 

\risguàrdo, sm. Foglio all'inizio e alla fine di un libro, in corrispondenza della copertina e dei fogli di apertura e di chiusura. ~ risvolto. 

\Rìsi, Dìno (Milano 1916-Roma 2008) Regista cinematografico. Diresse Poveri ma belli (1957), Il sorpasso (1962), Profumo di donna (1974), Scemo di guerra (1985), La ciociara (1989), Missione d'amore (1992), Giovani e belli (1995). 

\risìbile, agg. Che fa ridere. 

\risibilità, sf. L'essere risibile. 

\risicàre, v. v. tr. Rischiare. 
v. intr. Correre un rischio. 

\risicàto, agg. Ottenuto a fatica. 

\risìcolo, agg. Relativo alla risicoltura. 

\risicoltóre, sm. (f.-trìce) Chi coltiva riso. 

\risicoltùra, sf. Coltivazione del riso. 

\risièdere, v. intr. Avere dimora in un luogo. ~ abitare. 
 X   v. intr. to reside. 
 @   lat. volg. resedere, comp. da re-+ sedere. 

\risièro, agg. Relativo al riso. 

\risiko, sm. Nome di un gioco da tavolo in cui si simula una guerra fra più eserciti per la conquista dei territori avversari. 

\risìpola, sf. Erisipela. 

\rìsma, sf. 1 Pacco di fogli per scrivere o per stampa, di un determinato formato. ~ pacco. 2 Razza. ~ genere, tipo. 
 X   sf. 1 ream. 2 (fig.) sort, kind. 

\rìso, sm. 1 Pianta coltivata per i chicchi commestibili. 2 L'azione e il modo del ridere. ~ risata. <> pianto. 
 X   sm. 1 rice. 2 (risata) laughter, laugh. 
Pianta erbacea annuale (Oryza sativa), della famiglia delle Graminacee e dell'ordine delle Glumiflore, proveniente dall'Asia occidentale, la cui coltivazione è praticata nelle regioni con clima temperato e caldo. Dopo il frumento è il cereale più diffuso. I frutti sono cariossidi, dure e oblunghe, cui aderiscono le glumette (cariosside rivestita). La risicoltura italiana è praticata specialmente nella pianura padana (province di Milano, Novara, Pavia e Vercelli.)   +  

\Risòdidi Famiglia di piccoli Insetti Coleotteri diffusi nelle regioni tropicali il cui ambiente preferito è il legno morto. 

\risoffiàre, v. v. intr. Soffiare nuovamente. 
v. tr. Riportare cosa udita o vista. 

\risolàre, o risuolare, v. tr. Riparare le scarpe usate, mettendo nuove suole. 

\risolatùra, o risuolatura, sf. Il risolare. 

\risolìno, sm. Riso a fior di labbra ironico. 
 X   sm. snigger. 

\risollevàre, v. v. tr. 1 Sollevare nuovamente. ~ ridiscutere. <> dimenticare. 2 Confortare. ~ consolare. <> abbattere. la sua presenza riuscì a risollevarlo. 3 Migliorare. <> peggiorare. la nuova dirigenza aveva risollevato le sorti dell'azienda
v. intr. Riprendersi fisicamente o moralmente. ~ ritemprarsi. 
 @   da ri-+ sollevare

\risòlto, agg. Dissolto, chiarito. 

\risolùbile, agg. Che si può risolvere. 

\risolutaménte, avv. Con atteggiamento risoluto. 

\risolutézza, sf. L'essere risoluto. ~ determinazione. <> indecisione. 
 X   sf. determination. 

\risolutìvo, agg. 1 Che è in grado di risolvere, di determinare un esito. ~ decisivo. <> provvisorio. 2 Che annulla un contratto. 
Potere risolutivo 
Espressione con la quale si indica la minima distanza a cui due punti si devono trovare, per far sì che le loro immagini appaiano distinguibili, con uno strumento ottico. 

\risolùto, agg. Fermo di propositi. ~ convinto. <> incerto. 
 X   agg. determined, resolute. 

\risolutóre, sm. (f.-trìce) Chi risolve o trova una soluzione. 

\risoluzióne, sf. 1 L'azione del risolvere. 2 Decisione. 
 X   sf. 1 resolution. 2 (dir.) cancellation. 
 @   lat. tardo resolutio,-onis. 
In ottica è il valore minimo di una grandezza al di sotto della quale non è più possibile distinguere due punti. Nel cannocchiale è l'angolo minimo sotto cui è possibile distinguere due punti, mentre nel microscopio è la distanza minima tra due punti distinguibili. 
In informatica è la capacità di un dispositivo (monitor o stampante) di riprodurre punti distinti. In queste apparecchiature la risoluzione viene normalmente espressa in dpi (dots per inch o punti per pollice). Le attuali stampanti monocromatiche a tecnologia laser raggiungono risoluzioni di 300, 600 o 1200 dpi, mentre quelle a getto d'inchiostro arrivano a stampare con risoluzioni superiori anche in quadricromia (anche oltre i 1400 dpi). Per quanto riguarda i monitor, invece, la risoluzione massima viene normalmente dichiarata con la quantità massima di pixel (punti) visualizzabili sia orizzontalmente che verticalmente. La nitidezza di un monitor è tuttavia notevolmente influenzata anche dal diametro di ciascun pixel, che deve essere il più piccolo possibile (0,28 mm o inferiore). 

\risolvènte, agg. e sf. agg. 1 Che risolve. 2 Che è in grado di risolvere. 3 In medicina, che favorisce la risoluzione. 
sf. In matematica la risolvente di un'equazione è un'altra equazione la cui soluzione facilita la risoluzione della prima. 

\risòlvere, v. v. tr. 1 Sciogliere, scomporre. 2 Rescindere un contratto. ~ concludere. <> tergiversare. 3 Determinare la soluzione. risolvere un problema. 4 Decidere. ~ deliberare. non aveva ancora risolto nulla per le vacanze
v. intr. Avere effetto risolutivo. 
v. rifl. 1 Avere uno sbocco, una conclusione. ~ sfociare. 2 Decidersi. 
 X   v. tr. 1 to solve. 2 (decidere) to resolve. 3 (rescindere) to rescind. v. intr. pron. (decidersi) to decide. 
 @   lat. resolvere, comp. da re-+ solvere sciogliere. 

\risolvìbile, agg. Che si può risolvere. ~ ovviabile. <> irresolubile. 

\risolvibilità, sf. Che può essere risolvibile. 

\risonànte, agg. Che risuona. 

\risonànza, sf. 1 In fisica è un fenomeno che si manifesta quando un sistema sia artificiale che naturale viene stimolato alla vibrazione con frequenza corrispondente a una delle sue frequenze caratteristiche. 2 Riflessione del suono. ~ eco. 
 X   sf. 1 resonance. 2 (fig.) interest. 
 @   lat. resonantia, deriv. da resonare. 
Il fenomeno fu studiato da Huygens e teorizzato da Rayleigh (1871). In radiotecnica è un fenomeno particolarmente impiegato, poiché per mezzo di circuiti risonanti, è possibile selezionare segnali di differente frequenza. Questo si ottiene con la variazione della frequenza del circuito, modificando la capacità e l'induttanza, affinché non risulti simile a quella delle radioonde in ricezione. Il circuito, in questo caso, è definito in risonanza con le onde che producono le oscillazioni formate. 
Nella fisica delle particelle fondamentali, è un tipo di particella con durata di vita molto breve, dell'ordine di 10-22 secondi. Tali particelle vengono anche identificate come stati eccitati di particella. 
Risonanza magnetica 
Esame non invasivo e indolore che offre un'immagine dell'interno del corpo umano (ossa, arterie, organi) secondo diversi assi spaziali. Il paziente viene sottoposto a un fortissimo campo magnetico che fa orientare i protoni dell'idrogeno (secondo la scoperta di Bloch e Purcell, Nobel per la fisica nel 1951), sostanza presente nei tessuti. Un fascio di onde radio colpisce i protoni orientati che, una volta terminato lo stimolo, ritornano nella primitiva posizione, emettendo un segnale (risonanza). Poiché la risposta dei protoni è diversa a seconda che il tessuto sia sano o malato, è possibile capire lo stato di salute del tessuto. La prima apparecchiatura con risonanza magnetica fu installata nel 1981 all'ospedale Hammersmith di Londra. 

\risonàre => "risuonare" 

\risonatóre, sm. In fisica si tratta di un sistema che produce fenomeni di risonanza. I risonatori acustici sono un'evoluzione del risonatore studiato da Helmoltz nel 1863. Anche il diapason è un particolare tipo di risonatore acustico. 

\risóne, sm. Il riso non ancora brillato. 

\risorgènza, sf. Sorgente da cui sgorgano acque che si interrano successivamente per un tratto per poi riapparire di nuovo in superficie. 

\risórgere, v. intr. 1 Sorgere nuovamente. 2 Tornare in vita. ~ resuscitare. 3 Migliorare la propria condizione. dopo le rovine della guerra, quel paese era riuscito a risorgere
 X   v. intr. to rise again. 
 @   lat. resurgere, comp. da re-+ surgere sorgere. 

\risorgimentàle, agg. Relativo al risorgimento. 

\risorgiménto, sm. Indica il movimento italiano che ebbe come risultato l'indipendenza dell'Italia e la costituzione di uno stato unitario. Ebbe la sua origine nella diffusione dei principi liberali e nazionali in tutta Europa, a seguito della rivoluzione francese, prima sotto forma di movimento segreto (carboneria) con l'organizzazione di una serie di moti (Napoli, 1820; Piemonte, 1821; Modena e Bologna, 1831) con lo scopo di liberarsi dagli invasori e costringere i sovrani a concedere la costituzione. Questi fatti storici trovano la loro radice nei concetti illuministici di fine Settecento, espressi nella cultura italiana da Parini e da Alfieri. La Giovine Italia, costituita da Mazzini, ebbe invece lo scopo di guidare all'insurrezione il popolo intero al fine di conseguire la libertà e l'unità Repubblicana della nazione. Questo movimento contribuì alle insurrezioni di Milano, di Venezia e della repubblica romana (1848-1849) e costituì il prodromo alle vicende garibaldine. In seno al movimento risorgimentale si vennero a formare varie tendenze: una moderata e neoguelfa (Gioberti), una repubblicana e federalista (C. Cattaneo), una socialista (G. Montanelli e Pisacane) e una monarchica (C. Balbo e D'Azeglio). Politicamente la svolta fu operata da Cavour nel 1852 che seppe tessere alleanze internazionali per porre i Savoia a capo del movimento nazionalista e attribuire al Piemonte l'autorità per imbrigliare le forze repubblicane e rivoluzionarie di Mazzini e Garibaldi. Dopo la vittoria della seconda guerra di indipendenza (1859) e i plebisciti per annettere al Piemonte l'Italia centrale (1860), la spedizione garibaldina consentì l'annessione del mezzogiorno e di parte dello stato pontificio. Nel 1861 fu costituito il regno d'Italia guidato da Vittorio Emanuele II. L'annessione del Veneto e di Roma (terza guerra di indipendenza, 1870) completarono il processo unitario, anche se gli interventisti considerarono la prima guerra mondiale come la vera conclusione del risorgimento. 
 X   sm. 1 revival. 2 (storia) Risorgimento. 

\risorgìva, sf. Tipo di sorgente alimentata da una falda freatica che affiora in pianura. 

\risórsa, sf. 1 Fonte di guadagno. 2 Espediente, rimedio. ~ mezzo. 3 In informatica indica qualsiasi elemento che compone un sistema di calcolo. 
 X   sf. resort, resource. 

\risórto, agg. Risuscitato, rinato. 

\risòtto, sm. Riso cotto e mangiato condito in vari modi. 
 X   sm. risotto. 

\risparmiàre, v. v. tr. 1 Fare economia cercando di spendere o consumare poco. ~ economizzare. <> scialare. 2 Conservare. risparmiare le forze, non affaticarsi. 3 Evitare. gli risparmiò una scena penosa. 4 Lasciare da parte. 
v. rifl. 1 Avere riguardo di sé. 2 Non affaticarsi eccessivamente. 
 X   v. tr. 1 to save. 2 (perdonare) to spare. 
 @   german. sparanjan

\risparmiatóre, sm. (f.-trìce) Chi risparmia facendo economia. 

\rispàrmio, sm. 1 Limitazione delle spese, del consumo o dell'uso. ~ economia. <> prodigalità. 2 I soldi che sono stati risparmiati. dopo una vita di risparmi poté comprarsi la casa che aveva desiderato
 X   sm. saving. 
 @   deriv. da risparmiare

\rispecchiàre, v. v. tr. 1 Specchiare nuovamente. 2 Riflettere l'immagine. 
v. rifl. Specchiarsi nuovamente. 
 X   v. tr. to reflect. 

\rispedìre, v. tr. Spedire indietro o spedire nuovamente. 

\rispettàbile, agg. Degno di rispetto. ~ onesto, degno. <> disonesto, indegno. 
 X   agg. respectable. 

\rispettabilità, sf. L'essere rispettabile. 

\rispettàre, v. tr. 1 Avere riguardo per qualcosa o qualcuno ~ onorare. <> oltraggiare. farsi rispettare, ottenere il rispetto dei propri diritti. 2 Osservare con diligenza. 3 Non danneggiare. 4 Avere rispetto delle opinioni altrui. 
 X   v. tr. to respect. 
 @   lat. respectare avere rispetto per, comp. da re-+ spectare guardare. 

\rispettivaménte, avv. Per quel che riguarda ciascuna delle persone o cose nominate. 

\rispettìvo, agg. Relativo alla persona o alla cosa nominata. i dirigenti portarono alla cerimonia anche le rispettive consorti
 X   agg. respective. 
 @   deriv. da rispetto

\rispètto, sm. 1 Sentimento che nasce da stima e da considerazione verso gli altri. ~ considerazione. <> discredito. 2 Scrupolo nell'osservare una norma. rispetto delle leggi, del regolamento
 X   agg. 1 respect. 2 (confronto a) compared with. 
 @   lat. respectus,-us, deriv. da respectus, p.p. di respicere

\rispettosaménte, avv. In modo rispettoso. 

\rispettóso, agg. Che ha e mostra rispetto. ~ beneducato. <> irrispettoso. 
 X   agg. respectful. 

\rispiegàre, v. tr. Spiegare nuovamente o meglio. 

\risplendènte, agg. Che risplende. 

\risplèndere, v. intr. Brillare, mandare splendore. ~ rifulgere. 
 X   v. intr. 1 to shine. 2 (rifulgere) to sparkle. 

\rispolveràre, v. tr. Spolverare nuovamente. 

\rispondènte, agg. Che risponde alle aspettative. ~ adeguato. <> inadatto. 

\rispondènza, sf. 1 L'essere rispondente. 2 Accordo, corrispondenza. 

\rispóndere, v. v. tr. Dare in risposta. 
v. intr. 1 Parlare a chi ha rivolto una domanda, dare risposta a uno scritto. ~ dire. rispondere picche, rifiutare. 2 Replicare. 3 Fare un gesto di risposta. rispose annuendo. 4 Essere di gradimento, soddisfare le attese. 5 Giustificare le proprie azioni. 6 Corrispondere, essere conforme, essere uguale.
 X   v. tr. to answer. v. intr. 1 to answer. 2 (obbedire) to respond. 3 (replicare) to reply. 4 (delle proprie azioni) to be responsible.
 @   lat. volg. respondere, comp. da re-+ spondere promettere. 

\risponditóre, sm. 1 Chi risponde. 2 Apparecchio che emette segnali in risposta ad altri segnali. risponditore radar, utilizzato nella navigazione. 

\risposàre, v. v. tr. Sposare nuovamente. 
v. intr. Sposarsi nuovamente. 

\rispósta, sf. 1 Atto del rispondere. avere la risposta pronta, essere capace di controbattere efficacemente. 2 Parole, lettera o simili con cui si risponde. la lettera di risposta non giunse mai a destinazione. 3 Replica. 
 X   sf. reply, answer. 
 @   da risposto, p.p. di rispondere

\rispuntàre, v. intr. Spuntare nuovamente. 

\rìssa, sf. Violenta contesa tra più persone con scambio di percosse. ~ baruffa, zuffa. 
 X   sf. fight, brawl. 
Rissa persuasoria 
Insetto (Rissa persuasoria) della famiglia degli Icneumonidi e dell'ordine degli Imenotteri. Vive nei tronchi e si nutre di larve. 

\rissàre, v. intr. Fare rissa. 

\Rissoèllidi Famiglia di Molluschi Gasteropodi Prosobranchi, appartenenti all'ordine dei Mesogasteropodi, muniti di conchiglia piccola e sottile. 

\Rissòidi Famiglia di Molluschi Gasteropodi Prosobranchi, appartenenti all'ordine dei Mesogasteropodi, dal guscio piccolo, a volte a spirale o scolpito in senso longitudinale. 

\rissosità, sf. Il carattere di chi è rissoso. 

\rissóso, agg. Facile alla rissa. ~ litigioso. <> bonaccione. 

\ristabiliménto, sm. 1 Recupero delle forze, della salute. 2 Ricostituzione. 

\ristabilìre, v. v. tr. 1 Stabilire nuovamente. ~ ripristinare. <> modificare. ristabilire l'ordine. 2 Riportare in una condizione stabile. 3 Recuperare da una malattia. 
v. intr. Rimettersi in salute. ~ guarire. <> peggiorare. 
v. intr. pron. Rimettersi in salute. non si era ancora completamente ristabilito dall'incidente
 X   v. tr. to restore, to re-establish. v. rifl. to recover. 
 @   da ri-+ stabilire

\ristagnàre, v. v. tr. 1 Ricoprire o saldare nuovamente con stagno. 2 Rendere paludoso. 
v. intr. 1 Diventare stagnante, paludoso, detto di acque correnti. 2 Presentare una interruzione di attività. la produzione ristagnava in seguito alla crisi economica
 X   v. intr. 1 to be stagnant. 2 (sangue) to cease flowing. 
 @   da ri-+ stagnare

\ristagnatùra, sf. Il ristagnare nuovamente. 

\ristàgno, sm. Arresto dello scorrimento di acque correnti o di liquidi in genere. 
 X   sm. stagnation. 

\ristàmpa, sf. Nuova stampa di un'opera e l'opera che viene ristampata. 
 X   sf. reprinting, reprint. 

\ristampàre, v. tr. 1 Stampare nuovamente. ~ rieditare. 2 Pubblicare nuovamente senza modifiche di rilievo. 

\ristàre, v. intr. Stare nuovamente. 
 @   lat. restare. 

\ristoppiàre, v. tr. Seminare un terreno in cui è presente la stoppia dell'anno precedente. 

\ristorànte, sm. Locale pubblico nel quale si servono pasti. ~ trattoria. 
 X   sm. restaurant. 

\ristoràre, v. tr. Dare ristoro, rinvigorire. ~ rifocillare. 
 X   v. tr. to restore, to refresh. 
 @   lat. restaurare. 

\ristoratóre, agg. e sm. (f.-trìce) agg. Che ristora. 
sm. Ristorante. 

\ristorazióne, sf. Fornitura di pasti a collettività. 
 X   sf. catering. 

\Ristòri, Adelàide (Cividale del Friuli 1822-Torino 1906) Attrice teatrale. Si distinse nei ruoli tragici. 

\ristornàre, v. intr. 1 Stornare nuovamente. 2 Rimbalzare all'indietro. 

\ristórno, sm. 1 Il ristornare. 2 Nella locuzione di ristorno, facendo rimbalzare indietro la palla. 

\ristòro, sm. 1 Ripresa di energia e vigore. 2 Ciò che ristora. 
 X   sm. refreshment. 

\ristrettézza, sf. 1 L'essere ristretto. ~ modestia. <> agio. 2 Meschinità, grettezza. <> generosità. 
 X   sf. 1 narrowness. 2 (meschinità) meanness. 3 (scarsezza) scarcity. 

\ristrétto, agg. e sm. agg. 1 Angusto, poco spazioso. ~ ridotto. <> spazioso. 2 Piccolo. ~ corto. <> ampio. 
sm. Riassunto. 
 X   agg. 1 narrow. 2 (racchiuso) hemmed. 3 (concentrato) concentrated. 

\ristrìngere, v. tr. 1 Stringere di nuovo. 2 Stringere più in basso. 

\ristrutturàre, v. tr. Dare nuova struttura a un'azienda o a un'organizzazione. ~ riedificare. <> confermare. 
 X   v. tr. to restructure. 

\ristrutturazióne, sf. Il ristrutturare. ~ riorganizzazione. 

\ristuccàre, v. tr. Stuccare nuovamente. 

\ristùcco, agg. (pl. m.-chi) Stufo, infastidito. 

\ristudiàre, v. tr. Studiare nuovamente. 

\risucchiàre, v. tr. Succhiare nuovamente. ~ aspirare. 
 X   v. tr. to suck in. 

\risùcchio, sm. Vortice creato da incontro di correnti, dal movimento delle eliche di un'imbarcazione ecc. 
 X   sm. whirlpool. 

\risùlta, sf. Materiali restanti da demolizione o residui di lavorazione di una materia prima. 

\risultànte, agg. e sf. agg. Che risulta. ~ derivante. 
sf. La forza che risulta dall'incontro di più forze, chiamate in fisica componenti. 

\risultànza, sf. Risultato di una serie di ricerche ecc. 

\Risultanze in merito alla vita e al carattere di Gino Bianchi Romanzo di P. Jahier (1915). 

\risultàre, v. intr. 1 Derivare di conseguenza. ~ venire, conseguire, dipendere, originarsi. 2 Emergere. ~ scaturire, evidenziarsi l'esame della situazione fece risultare pesanti responsabilità del medico. 3 Essere noto. non gli risultavano accordi economici stipulati recentemente
 X   v. intr. 1 (da prove) to prove. 2 (derivare) to ensue. 3 (apparire) to appear. 
 @   lat. resultare, rimbalzare, comp. da re-all'indietro + saltare saltare. 

\risultàto, sm. Effetto, conseguenza derivata. ~ prodotto, frutto. 
 X   sm. result. 

\risuòlare => "risolare" 

\risuolatùra => "risolatura" 

\risuonàre => "risonare" 

\risurrezióne => "resurrezione" 

\Risurrezione Dramma lirico in quattro atti di F. Alfano, libretto di C. Hanau (Torino, 1904). 

\risurriscaldamènto, sm. Procedimento di miglioramento del ciclo termodinamico del vapore consistente nell'aumentare la temperatura del vapore nello stadio compreso tra quello di alta pressione e quello di bassa pressione. 

\risuscitàre => "resuscitare" 

\Risvegli Opera di psicologia di O. Sacks (1973). 
Risvegli 
Film drammatico, americano (1990). Regia di Penny Marshall. Interpreti: Robert De Niro, Robin Williams, John Heard. Titolo originale: Awakenings 

\risvegliàre, v. v. tr. Svegliare nuovamente. ~ ridestare. 
v. intr. Riscuotersi da uno stato di apatia. 
v. intr. pron. Svegliarsi. 

\risvéglio, sm. Momento in cui avviene il risveglio. ~ levata. 
 X   sm. 1 waking up. 2 (fig.) revival. 

\Risveglio della terra, Il Romanzo di K. Hamsun (1917). 

\Risveglio di primavera Dramma di F. Wedekind (1891). 

\Risveglio, Il Romanzo di K. Chopin O'Flaherty (1899). 

\risvòlto, sm. 1 La parte di un vestito rovesciata in fuori. 2 Implicazione di un fatto. i risvolti economici di quelle decisioni e accordi erano enormi
 X   sm. 1 (di pantaloni) turn-up. 2 (di giacca) lapel. 3 (fig.) implication. 
 @   da risvoltare, svoltare, comp. da ri-+ s-+ voltare

\Rita Opera comica in un atto di G. Donizetti, libretto di G. Vaez (Parigi, 1860). 

\Rìta da Càscia (Cascia 1381-1457) Santa. Costretta ancor giovane a sposare un uomo violento, rimasta vedova, divenne monaca agostiniana del monastero di Cascia, dedicandosi alla vita mistica. Secondo la tradizione, una spina del Crocifisso le si sarebbe miracolosamente impressa nella fronte, come testimonianza della passione di Gesù crocefisso. Urbano VIII la beatificò nel 1627 e nel 1900 venne canonizzata da Leone XIII. Molto venerata in tutta Europa, il suo culto la ricorda come la santa delle grazie impossibili. La sua festa si celebra il 22 maggio. 

\ritagliàre, v. tr. Tagliare seguendo i contorni di qualcosa. 
 X   v. tr. to cut out. 

\ritàglio, sm. 1 La parte che si toglie tagliando lungo i contorni di qualcosa. 2 Piccoli pezzi avanzati dopo il taglio principale. 
 X   sm. 1 (di stoffa) scrap. 2 (di giornale) clipping, cutting. 

\ritardàndo, sm. Rallentamento graduale di un'esecuzione musicale. 

\ritardànte, agg. Che è in grado di ritardare. 

\ritardàre, v. v. tr. 1 Fare andare più lentamente. ~ rallentare. <> accelerare. 
v. intr. Tardare. <> essere puntuale. 
 X   v. tr. 1 to delay. 2 (differire) to postpone, to put off. v. intr. to be late. 
 @   lat. retardare, comp. da re-+ tardare. 

\ritardatàrio, sm. Chi giunge in ritardo. 
 X   sm. latecomer. 

\ritardàto, agg. e sm. agg. 1 Che ritarda. 2 Di cosa che è fatta ritardare. 3 Detto di persona con uno sviluppo psichico non consono all'età. ~ immaturo. <> normale. 
sm. Chi ha uno sviluppo psichico non consono all'età. 

\ritàrdo, sm. 1 Il ritardare. 2 In musica prolungamento di una nota in un accordo successivo. 
 X   sm. 1 delay. 2 (mentale) mental retardation. 

\ritégno, sm. Discrezione, riguardo. 
 X   sm. restraint. 

\ritèmpra, sf. Trattamento termico di tempra applicato a una lega già temprata. 

\ritempràre, v. v. tr. 1 Temprare nuovamente. 2 Rinvigorire. 
v. rifl. Riprendersi fisicamente o moralmente. 

\ritenére, v. tr. 1 Trattenere. gli ritennero parte dello stipendio per compensare quelle spese. 2 Credere, essere convinto. ~ reputare. fu ritenuto colpevole di omicidio dalla corte dei giurati. 3 Imparare a memoria. 4 Reprimere. ritenne a fatica lo sdegno
 X   v. tr. 1 (trattenere) to hold back. 2 (pensare) to think. 3 (considerare) to consider. 
 @   lat. retinere, comp. da re-+ tenere tenere. 

\ritentàre, v. tr. Tentare nuovamente. 

\ritentìva, sf. La facoltà di tenere a mente. 

\ritentìvo, agg. Che è idoneo a ritenere. 

\ritenùta, sf. 1 Il ritenere. 2 Ciò che si trattiene da un importo. ~ trattenuta. 
 X   sf. deduction. 

\ritenùto, agg. Cauto, riservato. 

\ritenzióne, sf. 1 Il ritenere. ~ accumulo. 2 Impedimento all'espulsione di sostanze organiche. 
 @   lat. retentio,-onis, deriv. da retentus, p.p. di retinere

\ritidectomìa, sf. Intervento di chirurgia plastica atto a eliminare le rughe. 

\Ritìdidi Famiglia di Molluschi Gasteropodi polmonati terrestri, appartenenti all'ordine degli Stilommatofori, dalla conchiglia sottile ricoperta da un robusto periostraco. Si trovano nelle isole del Pacifico e nell'Africa del sud. 

\ritìngere, v. tr. 1 Tingere nuovamente. 2 Tingere di un altro colore. 

\ritìnto, agg. Tinto nuovamente. 

\ritintùra, sf. Il ritingere. 

\ritiràre, v. v. tr. 1 Tirare nuovamente. ~ ributtare. 2 Tirare indietro, o verso di sé. 3 Far tornare indietro. 4 Ritrattare. 5 Prendere qualcosa che spetta. ritirare i documenti. 6 Togliere dalla circolazione. quel modello di elettrodomestico fu ritirato dal mercato perché ritenuto pericoloso
v. rifl. 1 Tirarsi indietro. 2 Ripiegare di un esercito. 3 Andare a vivere in luogo isolato. 4 Desistere. 
 X   v. tr. 1 to withdraw. 2 (riscuotere) to draw. 3 (pacco ecc.) to collect. v. rifl. 1 to withdraw, to retreat. 2 (stoffa) to shrink. 3 (acque) to subside. 
 @   da ri-+ tirare

\ritiràta, sf. 1 Il ritirarsi. 2 Il ritorno dei militari in caserma, dopo la libera uscita. 3 L'indietreggiare di un esercito. ~ ripiegamento. <> avanzata. ritirata strategica, che rientra in un preciso piano di combattimento. 4 Latrina. ~ gabinetto, bagno. 
 X   sf. 1 retreat. 2 (latrina) lavatory. 

\ritiràto, agg. 1 Solitario, isolato. ~ appartato. 2 Tirato indietro. ~ allontanato. 3 Chiamato indietro. ~ richiamato. 4 Ritrattato. ~ disdetto. 

\ritìro, sm. 1 Il ritirare, il ritirarsi. 2 Luogo appartato e isolato. ritiro spirituale. 3 Pensione. 4 Togliere dalla circolazione. ritiro di vecchie banconote. 5 Il raggiungimento di dimensioni più ridotte. 
6 Abbandono di una carica. ETIM: deriv. da ritirare
 X   sm. 1 withdrawal, recall. 2 (spirituale) retreat. 

\ritmàre, v. tr. Scandire un ritmo. ~ cadenzare. 

\rìtmica, sf. L'arte e la scienza del ritmo. 

\ritmicaménte, avv. In modo ritmico. 

\ritmicità, sf. L'essere ritmico. 

\rìtmico, agg. (pl. m.-ci) 1 Relativo al ritmo. 2 Che appartiene al ritmo. 3 A intervalli uguali. ~ cadenzato. <> uniforme. pulsazioni ritmiche
 X   agg. rhythmical. 
 @   lat. tardo rhythmicus, dal greco rhythmikòs, deriv. da rhythmòs ritmo. 

\rìtmo, sm. 1 Successione regolare nel tempo di suoni. ~ melodia. 2 Frequenza, intensità. ritmo cardiaco irregolare. 3 Intensità. il ritmo di lavoro si faceva sempre più insostenibile
 X   sm. 1 rhythm. 2 (andamento) pace, rate. 
 @   lat. rhithmus, dal greco rhythmòs

\rìto, sm. 1 Insieme di cerimonie di una religione. ~ cerimoniale. rito cattolico. 2 Usanza, costume. 3 Procedura di legge. documentazione di rito, quella necessaria affinché una domanda sia legalmente valida. 
 X   sm. 1 rite. 2 (costume) custom. 
 @   lat. ritus,-us

\ritoccàre, v. tr. 1 Toccare nuovamente. 2 Truccare o migliorare. 
 X   v. tr. 1 to retouch. 2 (disegno) to touch. 

\ritoccàta, sf. L'atto del ritoccare in modo sommario. 

\ritoccatóre, sm. (f.-trìce) Chi ritocca, spesso detto di chi si occupa di fotografie o opere d'arte. 

\ritócco, sm. 1 Il ritoccare. ~ perfezionamento. 2 Leggera correzione a un lavoro. ~ modifica. 
 X   sm. 1 touching. 2 (correzione) alteration. 

\ritògliere, v. tr. Togliere nuovamente. 

\ritòrcere, v. tr. 1 Torcere nuovamente o di più. 2 Far ricadere. ~ rendere. 
 X   v. tr. (fig.) to throw back. 

\ritorcitóio, sm. Macchina per la ritorcitura simile al filatoio ad anelli. 

\ritorcitùra, sf. Il ritorcere insieme più fili nella lavorazione dei tessuti. 

\Ritorna piccola Sheba Commedia di W. Inge (1950). 

\ritornàre, v. intr. 1 Tornare nuovamente. ~ rientrare. ritornare in sé, riprendere i sensi. 2 Riuscire, risultare. 3 Ripresentarsi. gli era ritornata la febbre
 X   v. intr. 1 to come back, to return. 2 (ripresentarsi) to recur. 3 (ricominciare) to start again. 
 @   da ri-+ tornare

\ritornàrsene, v. rifl. Rivolgersi e tornare indietro. 

\ritornèllo, sm. 1 Periodo musicale che si ripete. ~ motivo. quel ritornello musicale era penetrato nella sua mente. 2 Discorso o richiesta inopportuna, ripetuta più volte. 
 X   sm. refrain. 
 @   deriv. da ritornare

\Ritorneranno Romanzo di G. Stuparich (1941). 

\ritórno, sm. 1 Il ritornare. biglietto di andata e ritorno, per due viaggi. 2 Le partite, spesso a campi invertiti, giocate nella seconda delle due fasi di un torneo. nel girone di ritorno erano rimasti imbattuti
 X   sm. 1 return. 2 (avere un ritorno di fiamma) to be back in love again. 
 @   deriv. da ritornare

\Ritorno al futuro Film fantastico, americano (1984). Regia di Robert Zemeckis. Interpreti: Michael J. Fox, Christopher Lloyd. Titolo originale: Back to the Future 

\Ritorno al mondo nuovo Romanzo di A. Huxley (1956). 

\Ritorno dei tre moschettieri, Il Film d'avventura, britannico (1989). Regia di Richard Lester. Interpreti: Michael York, Oliver Reed, Kim Cattrall. Titolo originale: The Return of the Muskeeters 

\Ritorno dello Jedi, Il Film di fantascienza, americano (1983). Regia di Richard Marquand. Interpreti: Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher. Titolo originale: Return of the Jedi 

\Ritorno di Arsenio Lupin, Il Film poliziesco, francese/italiano (1960). Regia di Yves Robert. Interpreti: Robert Lamoureux, Alida Valli, Yves Robert. Titolo originale: Arsène Lupin et le toison d'or 

\Ritorno di Casanova, Il Racconto di A. Schnitzler (1918). 

\Ritorno di Ulisse in patria, Il Melodramma di C. Monteverdi, libretto di C. Bodaro (Venezia, 1640). 

\ritorsióne, sf. 1 Il ritorcere. 2 Rappresaglia. ~ vendetta. 
 X   sf. retaliation. 

\ritòrta, sf. Arbusto usato per legare fastelli. 

\ritòrto, agg. e sm. agg. 1 Attorcigliato. ~ contorto. 
sm. Tessuto che si ottiene con la ritorcitura di più filati. 
 X   agg. twisted. 

\ritradùrre, v. tr. 1 Tradurre nuovamente. 2 Tradurre da una traduzione. 

\ritràrre, v. v. tr. 1 Tirare indietro. 2 Ricavare, percepire. aveva ritratto giovamento da quella cura. 3 Rappresentare, riprodurre. ~ raffigurare. non riuscì a ritrarre quello splendido sorriso come avrebbe potuto. 
v. rifl. Ritirarsi, raccogliersi. ritrarsi da un impegno preso
 X   v. tr. 1 to withdraw. 2 (rappresentare) to depict, to portray. 
 @   lat. retrahere, comp. da re-+ trahere trarre. 

\ritrasméttere, v. tr. Trasmettere nuovamente. 

\ritrattàbile, agg. Che si può ritrattare. 

\ritrattàre, v. tr. 1 Trattare nuovamente. 2 Recedere. 3 Negare, sconfessare. ~ smentire. <> confermare. 
 X   v. tr. 1 to deal with again. 2 (disdire) to retract. 

\ritrattazióne, sf. 1 Il ritrattare. 2 Le parole o lo scritto con cui si ritratta pubblicamente. 

\Ritratti immaginari Saggio di W. Pater (1887). 

\Ritratti letterari Opera di critica letteraria di A. de Sainte-Beuve (1844). 

\ritrattìsta, sm. e sf. Pittore o scultore di ritratti. 

\ritrattìstica, sf. L'arte e la tecnica del fare ritratti. 

\ritràtto, agg. e sm. agg. 1 Spostato indietro. 2 Descritto, raffigurato. volto ritratto
sm. 1 Disegno, pittura o fotografia che ritrae una persona. ~ immagine. ritratto a pastello. 2 Descrizione. le fece un ritratto completo della situazione economica dell'azienda
 X   sm. 1 portrait. 2 (fig.) picture. 

\Ritratto dell'artista da cucciolo Prose liriche di D. Thomas (1940). 

\Ritratto dell'artista da saltimbanco Opera di critica letteraria di J. Starobinski (1970). 

\Ritratto di Dorian Gray, Il Romanzo di O. Wilde (1891). È l'unico romanzo scritto da Oscar Wilde. Dorian, del quale il pittore Basil Hallward dipinge il ritratto, esprime il desiderio di restare giovane e bello, mentre il ritratto diventerà vecchio al posto suo. Il desiderio è accolto: più insiste nella sua vita di libertino più vecchio diventa il ritratto, mentre il suo aspetto resta intatto. Nel tentativo di suscitare vergogna in Dorian perché si convinca a cambiare vita, Hallward lo persuade a mostrargli il ritratto. Alla reazione inorridita del pittore alla vista del ritratto, Dorian lo uccide. Alla fine, disperato, Dorian colpisce la tela con un pugnale. I servitori trovano il ritratto come era originariamente e il corpo del padrone morto, rattrappito per terra come un vecchio. Definito dai critici decalogo dell'estetismo fine secolo, il libro ha mantenuto un costante successo presso il pubblico. La vicenda è stata portata sullo schermo nel 1945. 

\Ritratto di Parigi Prosa di L. S. Mercier (1781-1788). 

\Ritratto di signora Romanzo di H. James (1879). 

\Ritratto d'ignoto Romanzo di N. Serraute (1949). 

\Ritratto, Il Racconto di N. V. Gogol' (1836). 

\ritrazióne, sf. Lo spostarsi indietro. 

\ritrìto, agg. 1 Lo spostarsi indietro. 2 Cosa detta e ridetta fino alla nausea. 

\ritrosàggine, sf. Ritrosia. ~ riserbo. 

\ritrosìa, sf. 1 L'essere ritroso; timidezza, riservatezza. ~ riserbo. 2 Riluttanza, rifiuto. ~ opposizione. 

\ritrosità Ritrosia. 

\ritróso, agg. 1 Che va indietro o in senso contrario. 2 Che non si arrende, riluttante. ~ restio. 
 X   agg. 1 (andare a ritroso) to go backwards. 2 (restio) reluctant. 

\ritrovàbile, agg. Che si può trovare nuovamente. 

\ritrovaménto, sm. Il ritrovare. ~ rinvenimento. <> perdita. 

\ritrovàre, v. v. tr. 1 Trovare nuovamente. 2 Trovare persone o cose smarrite. ~ rinvenire, rintracciare. non aveva ancora ritrovato le chiavi dell'auto. 3 Scoprire, rinvenire. 4 Recuperare. ~ rinvenire. <> perdere. 
v. intr. pron. 1 Trovarsi. ~ ricongiungersi. era stato fortunato a ritrovarsi a lavorare con colleghi simpatici. 2 Raccapezzarsi. ~ comprendere. <> confondersi. 
 X   v. tr. 1 to find. 2 (salute) to regain. 3 (recuperare) to recover. v. intr. pron. to meet. 
 @   da ri-+ trovare

\ritrovàto, agg. e sm. agg. 1 Trovato nuovamente. 2 Rinvenuto. 
sm. Invenzione, mezzo per risolvere un problema. <> perduto. 

\ritròvo, sm. Il ritrovarsi in un determinato luogo e il luogo stesso. 
 X   sm. 1 meeting place. 2 (notturno) night club. 

\Ritsos, Ghiannis (Monemvasia, Peloponneso 1909-Atene 1990) Poeta greco. Tra le opere Epitaffio (1936) e La sonata al chiaro di luna (1956). 

\Ritt, Martin (New York 1920-Santa Monica 1990) Regista cinematografico statunitense. Diresse Nel fango della periferia (1956), Il prestanome (1976) e La foresta silenziosa (1983). 

\Rittàna Comune in provincia di Cuneo (163 ab., CAP 12010, TEL. 0171). 

\rìtto, agg. e sm. agg. 1 Messo in posizione eretta. ~ dritto. <> adagiato. 2 Destro. 
sm. 1 Diritto, in opposizione a rovescio. 2 Ognuno dei due pali verticali che reggono l'asticella nelle gare di salto in alto e con l'asta. 
 X   agg. erect, upright. 

\rituàle, agg. e sm. agg. 1 Relativo a un rito. ~ cerimoniale. 2 Consueto. non mancava mai di fare la passeggiata rituale dopo pranzo
sm. L'insieme delle formule e delle norme di una cerimonia o di una liturgia. ~ rito. 
 X   agg. e sm. ritual. 
 @   lat. ritualis

\ritualìsmo, sm. Osservanza delle regole rituali di una religione. 

\ritualìsta, sm. e sf. Chi è esperto di riti e di rituali. 

\ritualìstico, agg. Relativo al rito. 

\ritualità, agg. Caratteristica di ciò che è rituale. 

\ritualizzàre, v. tr. Rendere rituale. 

\ritualizzazióne, sf. Il fatto di ritualizzare. 

\rituffàre, v. v. tr. Tuffare nuovamente. 
v. rifl. Tuffarsi nuovamente. 

\riunióne, sf. 1 Ricongiunzione di persone. ~ adunanza. la riunione di condominio era stata rimandata. 2 Ricomposizione o raggruppamento di cose. 3 Insieme di gare sportive disputate in una manifestazione. riunione di pugilato
 X   sf. reunion, meeting. 
 @   da ri-+ unione

\Riunióne Isola dell'oceano Indiano (2.510 km2, 600.000 ab.) nel gruppo delle Mascarene, 650 km a est del Madagascar. 
L'isola di origine vulcanica culmina a 3.070 m nel Piton des Neiges. 
Il clima è tropicale, caldo e umido, con ridottissime escursioni stagionali. 
Il capoluogo è Saint-Denis. 
L'economia si basa sulla coltivazione di canna da zucchero, sulla produzione di rhum e oli essenziali; si praticano inoltre la pesca, l'allevamento e lo sfruttamento forestale. 
STORIA L'isola viene scoperta nel 1528 dai portoghesi. Nel 1638 è occupata dalla Francia e battezzata (1647) isola Borbone. Concessa alla Compagnia delle Indie orientali, essa vede svilupparsi la coltivazione del caffè (1664-1767) che ricorre a una mano d'opera servile proveniente dall'Africa. Nel 1793 l'isola prende il suo nome attuale. All'inizio del XIX sec., viene introdotta nell'isola la coltivazione della canna da zucchero. Nel 1848 la schiavitù è abolita. Nel 1946 l'isola diventa dipartimento d'oltremare. Nel 1983 viene nominato il primo consiglio regionale. 

\Riunione di famiglia Dramma di Th. S. Eliot (1939). 

\riunìre, v. v. tr. 1 Unire nuovamente. 2 Adunare, mettere insieme. ~ radunare. <> disperdere. il preside riunì i professori per dargli le ultime comunicazioni. 3 Raccogliere. ~ raggruppare. riunire una mandria
v. rifl. 1 Tornare insieme. 2 Adunarsi. ~ incontrarsi. <> dividersi. 
 X   v. tr. 1 to put together. 2 (radunare) to gather. 3 (ricongiungere) to join together. v. rifl. 1 to meet. 2 (tornare a stare insieme) to be reunited. 
 @   da ri-+ unire

\riunìto, agg. 1 Unito insieme. 2 Consociato. 

\riuscìre, v. intr. 1 Uscire nuovamente. <> rientrare. 2 Avere esito favorevole. <> fallire. il tentativo di record non gli è riuscito. 3 Essere in grado. riusciva a rendere semplice qualsiasi questione
 X   v. intr. 1 to succeed. 2 (uscire nuovamente) to go out again. 3 (avere esito favorevole) to be successful. 4 (essere abile) to be able. 
 @   da ri-+ uscire

\riuscìta, sf. 1 Il riuscire. 2 Risultato, successo. ~ conseguimento. <> fallimento. 
 X   sf. 1 (successo) success. 2 (esito) result. 

\riùso, sm. Usare nuovamente. 

\riutilizzàre, v. tr. Utilizzare nuovamente. ~ reimpiegare. 

\riutilizzazióne, sf. Utilizzare nuovamente. 

\riutilìzzo => "riutilizzazione" 

\rìva, sf. 1 Lembo di terra bagnato dalle acque. ~ sponda. 2 Litorale. ~ costa. 
 X   sf. 1 (mare ecc.) shore. 2 (canale, fiume) bank. 
 @   lat. ripa. 

\Rìva dél Gàrda Comune in provincia di Trento (13.559 ab., CAP 38066, TEL. 0464). Centro industriale (prodotti meccanici, cartari e del legno) e turistico (attività nautiche) sul lago di Garda. Vi si trovano la Torre Apponale, costruita tra il XIII e il XIV sec., il palazzo Pretorio, del XIV sec., e il Municipio, del XV sec. Gli abitanti sono detti Rivani

\Rìva di Sótto Comune in provincia di Bergamo (858 ab., CAP 24060, TEL. 035). 

\Rìva Lìgure Comune in provincia di Imperia (3.057 ab., CAP 18015, TEL. 0184). 

\Rìva Prèsso Chièri Comune in provincia di Torino (3.563 ab., CAP 10020, TEL. 011). 

\Rìva Valdóbbia Comune in provincia di Vercelli (239 ab., CAP 13020, TEL. 0163). 

\Rìva, Gìgi (Leggiuno 1944-) Calciatore del Cagliari. Nel 1970 vinse lo scudetto. Giocò quarantadue partite in nazionale. 

\Rìva, Màrio (Roma 1913-Verona 1960) Attore cinematografico e radiofonico. Per la TV presentò lo spettacolo Il musichiere (1955-1960). 

\rivaccinàre, v. tr. Vaccinare nuovamente. 

\rivaccinazióne, sf. Nuova vaccinazione. 

\Rivàlba Comune in provincia di Torino (933 ab., CAP 10090, TEL. 011). 

\rivàle, agg., sm. e sf. 1 Che, o chi, compete con qualcuno per amore. 2 Concorrente, competitore. ~ antagonista. 
 X   agg., sm. e sf. rival. 
 @   lat. rivalis, deriv. da rivus ruscello. 

\rivaleggiàre, v. v. intr. Competere, gareggiare. ~ concorrere. 

\rivalersi, v. v. intr. pron. 1 Valersi nuovamente. 2 Rifarsi di un danno o di una perdita subita. ~ vendicarsi.  (Nel codice civile italiano compare anche - senza alcuna motivazione - il termine rivalere nel significato di "rimborsare")

\rivalità, sf. L'essere rivali. ~ antagonismo. 
 X   sf. rivalry. 
 @   lat. rivalitas,-atis. 

\rivàlsa, sf. 1 Il rivalersi. 2 Risarcimento di danni. ~ compensazione, rivincita. 
 X   sf. 1 revenge. 2 (risarcimento) compensation. 

\Rivàlta Bòrmida Comune in provincia di Alessandria (1.450 ab., CAP 15010, TEL. 0144). 

\Rivàlta di Torìno Comune in provincia di Torino (15.971 ab., CAP 10040, TEL. 011). Centro industriale (fabbrica di automobili Fiat, prodotti chimici, meccanici, tessili ed elettrotecnici). Gli abitanti sono detti Rivesi

\rivalutàre, v. tr. 1 Valutare nuovamente 2 Alzare il valore. ~ riapprezzare. <> svalutare. quella scelta strategica aveva rivalutato le azioni della società. 3 Riconoscere il giusto valore di persona o cosa precedentemente giudicata negativamente. ~ rivalorizzare. <> deprezzare. rivalutare un pittore
 X   v. tr. to revalue. 
 @   da ri-+ valutare

\rivalutazióne, sf. Il rivalutare. 

\Rivamónte Agordìno Comune in provincia di Belluno (739 ab., CAP 32020, TEL. 0437). 

\Rivanazzàno Comune in provincia di Pavia (3.977 ab., CAP 27055, TEL. 0383). 

\rivangàre, v. tr. 1 Vangare nuovamente. 2 Ricordare cose spiacevoli passate. ~ rispolverare. 
 X   v. tr. 1 (ricordi) to dig up again. 2 (fig.) to drag up. 

\Rivàra Comune in provincia di Torino (2.509 ab., CAP 10080, TEL. 0124). 

\Rivaròlo Canavése Comune in provincia di Torino (11.737 ab., CAP 10086, TEL. 0124). Centro industriale (prodotti dell'abbigliamento, della lavorazione di pelli, meccanici e tessili) sul fiume Orco. Vi si trova il castello di Malgrà, costruito tra il XIII e il XV sec. Gli abitanti sono detti Rivarolesi

\Rivaròlo dél Ré ed Unìti Comune in provincia di Cremona (1.918 ab., CAP 26036, TEL. 0375). 

\Rivaròlo Lìgure Centro della Liguria, importante centro industriale compreso nella Grande Genova. 

\Rivaròlo Mantovàno Comune in provincia di Mantova (2.792 ab., CAP 46017, TEL. 0376). 

\Rivaróne Comune in provincia di Alessandria (345 ab., CAP 15040, TEL. 0131). 

\Rivaróssa Comune in provincia di Torino (1.211 ab., CAP 10040, TEL. 011). 

\Rìve Comune in provincia di Vercelli (385 ab., CAP 13030, TEL. 0161). 

\Rìve d'Arcàno Comune in provincia di Udine (2.338 ab., CAP 33030, TEL. 0432). 

\rivedére, v. v. tr. 1 Vedere nuovamente. 2 Esaminare, correggere. ~ approfondire. dovevano rivedere quella pratica prima di procedere oltre. 3 Ripassare. aveva bisogno di rivedere l'ultima lezione
v. rifl. Vedersi nuovamente. 
 X   v. tr. 1 to see again. 2 (ripassare) to revise. 
 @   lat. revedere, comp. da re-+ videre vedere. 
Ci rivedremo a Filippi. Frase detta dal suo genio a Bruto, dopo essergli apparso una notte, qualche tempo prima la decisiva battaglia contro Ottaviano e Antonio avvenuta a Filippi nel 42 a. C. 

\rivedìbile, agg. e sm. Che, o chi, non riconosciuto abile al servizio militare, deve ripresentarsi a nuova visita medica. 

\rivedibilità, sf. L'essere temporaneamente inabile al servizio militare. 

\rivelàre, v. v. tr. 1 Scoprire, svelare. ~ palesare. <> celare. 2 Caratterizzare in modo evidente, denotare. l'agitazione nel parlare rivela una sua insicurezza
v. rifl. 1 Mostrarsi, dimostrarsi. si è rivelato un ottimo collaboratore. 2 Farsi conoscere. 
 X   v. tr. to reveal. 2 (divulgare) to disclose. v. intr. pron. to prove, to turn out. 
 @   lat. revelare, comp. da re-+ deriv. da velum velo. 

\rivelatóre, agg. e sm. agg. Che rivela. 
sm. Nella tecnica si tratta di una serie di dispositivi o elementi che consentono di rilevare o misurare una grandezza o un'entità. 
 X   sm. detector. 
In fisica nucleare è un apparecchio per la segnalazione di radiazioni elettromagnetiche o fasci di particelle. Sono dispositivi di questo tipo i contatori (di Geiger-Muller, a scintillazione e le camere di ionizzazione) e i rilevatori di traccia (la camera a bolle, la camera a nebbia, la camera a scintille). I contatori contano le particelle che hanno perturbato il rilevatore, mentre i rilevatori a traccia visualizzano le traiettorie, impressionandole su emulsioni sensibili. 
In radiotecnica è un dispositivo impiegato per la rivelazione di onde radio; si parla di rivelatori per segnali modulati in ampiezza, modulati in frequenza e modulati a impulsi. 

\rivelazióne, sf. 1 Divulgazione di ciò che non è noto. 2 Manifestazione divina di una verità. 
 X   sf. revelation. 

\Rivelazioni Film drammatico, americano (1994). Regia di Barry Levinson. Interpreti: Michael Douglas, Demi Moore, Donald Sutherland. Titolo originale: Disclosure 

\rivellìno, sm. Opera che nei secc. XV-XVI veniva situata esternamente alle fortificazioni bastionate, davanti alla cortina. 

\Rivèllo Comune in provincia di Potenza (3.153 ab., CAP 85040, TEL. 0973). 

\rivéndere, v. tr. Vendere nuovamente. 

\rivendìbile, agg. Che può essere venduto nuovamente. 

\rivendicàre, v. v. tr. 1 Vendicare nuovamente. 2 Accampare. ~ reclamare. rivendicava una parte dell'eredità. 3 Pretendere. rivendicare la libertà
v. intr. pron. Vendicarsi nuovamente. 
 X   to demand, to claim. 
 @   da ri-+ vendicare

\rivendicatìvo, agg. Relativo a una rivendicazione. 

\rivendicazióne, sf. Il rivendicare. ~ pretesa. 
 X   sf. claim. 

\rivéndita, sf. 1 Il rivendere. 2 Negozio dove si vende la merce. 
 X   sf. shop. 

\rivenditóre, sm. (f.-trìce) Chi rivende. ~ commerciante. <> grossista. 
 X   sm. retailer, shopkeeper. 

\rivendùgliolo, sm. Chi vende cose di basso valore. 

\rivenìre, v. intr. 1 Tornare in sé. ~ rinvenire. 2 Venire di nuovo. ~ tornare. 3 Derivare. ~ provenire. 

\Rivera Città (56.000 ab.) dell'Uruguay, al confine con il Brasile. Capoluogo del dipartimento omonimo. 

\Rivera, Diego (Guanajuato 1886-Città del Messico 1957) Pittore messicano. Tra le opere Storia del Messico (1930-1932, Città del Messico, Palazzo Nazionale). 

\Rivèra, Giànni (Alessandria 1943-) Calciatore. Vinse tre scudetti, due Coppe dei campioni, una Intercontinentale e una Coppa delle Coppe con il Milan. Totalizzò sessanta presenze in nazionale, con la quale fu vicecampione del mondo nel 1970 in Messico. Dal 1987 al 1993 fu deputato per la Dc. Aderì successivamente al Patto Segni e nel 1996 è stato rieletto nelle file di Rinnovamento italiano. 

\Rivèra, Vincènzo (L'Aquila 1890-Roma 1967) Botanico. Studioso della fisiologia vegetale, fu rettore dell'università dell'Aquila. Tra le opere, Patologia vegetale e patologia generale (1946). 

\riverberàre, v. v. tr. Riflettere luce, suono o calore. 
v. intr. pron. Riflettersi. 

\riverberatóio, sm. Tipo di forno a riverbero usato per fondere i metalli. 

\riverberazióne, sf. Il riverberare e il riverberarsi. 

\rivèrbero, sm. 1 Riflesso. ~ raggio. 2 Disco concavo usato per riflettere e concentrare la luce. 
 X   sm. reflection. 

\riverènte, agg. Che mostra riverenza. ~ ossequioso. 

\riverènza, sf. 1 Il riverire. 2 Inchino. 
 X   sf. 1 reverence. 2 (inchino) curtsey. 
 @   lat. reverentia, deriv. da revereri. 

\riverenziàle => "reverenziale" 

\Rivergàro Comune in provincia di Piacenza (4.777 ab., CAP 29029, TEL. 0523). 

\riverìre, v. tr. 1 Rispettare profondamente. ~ onorare. 2 Dimostrare rispetto. 
 X   v. tr. 1 to revere. 2 (salutare) to pay one's respects to. 

\riverìto, agg. Rispettato, salutato. 

\Rivers Stato (3.984.000 ab.) della Nigeria meridionale, capoluogo Harcourt. 

\riversaménto, sm. Il riversare o il riversarsi. 

\riversàre, v. v. tr. 1 Versare nuovamente. 2 Rovesciare. gli riversarono addosso una latta di vernice. 3 Scaricare, coprire. lo riversò di insulti
v. intr. pron. Affluire. il fiume impetuoso si riversava in mare qualche chilometro più avanti
 X   v. tr. to heap, to pour. v. intr. pron. to pour out. 
 @   lat. tardo reversare, comp. da re-+ versare

\riversàto, agg. Girato verso l'alto. ~ supino. 

\riversibilità, sf. 1 Reversibilità. 2 In diritto, condizione risolutiva della donazione secondo la quale i beni del donante, in caso di morte prematura del donatario o dello stesso e dei suoi discendenti, possono essere restituiti al donante. 

\rivèrso, agg. Supino. 
 X   agg. on one's back. 

\rivestiménto, sm. 1 Il rivestire. 2 Ciò che serve a rivestire. ~ copertura. 
 X   sm. coating, covering. 

\rivestìre, v. v. tr. 1 Vestire nuovamente. ~ riabbigliare. <> denudare. 2 Ricoprire, foderare. rivestire i muri con carta da parati. 3 Assumere una carica. rivestiva quell'incarico da poco tempo
v. rifl. Vestirsi nuovamente. 
 X   v. tr. 1 to cover. 2 (foderare) to line. 3 (una carica) to hold. v. rifl. to get dressed again. 
 @   lat. tardo revestire, comp. da re-+ vestire vestire. 

\rivestìto, agg. 1 Vestito nuovamente. 2 Ricoperto. 

\rivestitùra, sf. 1 Operazione del vestire nuovamente. 2 Materiale impiegato per rivestire. 

\rivettàre, v. tr. Unire con i rivetti. 

\rivettatòre, sm. Operario addetto alla unione tramite rivetti di lamiere, pellami o tessuti.

\rivettatrìce, sf. Strumento usato per rivettare. 

\Rivette, Jacques (Rouen 1928-) Regista cinematografico francese. Diresse La religiosa (1966), Ceilne e Julie vanno in barca (1974), La banda dei quattro (1989) e Giovanna d'Arco (1994). 

\rivettìno, sm. Flessione verso l'esterno dell'orlo della coccia dell'elsa di una spada. 

\rivétto, sm. Ribattino.   +  

\rivièra, sf. La riva del mare o del lago. 
 X   sf. coast. 

\Rivièra di Levànte Tratto della costa ligure compreso tra Genova e il golfo di La Spezia. 

\Rivièra di Ponènte Tratto della costa ligure compreso tra Genova e Mentone. 

\Rivièra Lìgure Denominazione della parte della Liguria corrispondente alle coste. Viene distinta in Riviera di Ponente e Riviera di Levante. 

\rivieràsco, agg. (pl. m.-chi) Relativo alla riviera, abitante della riviera. ~ costiero. <> interno. 

\Rivière du Rempart Distretto (91.000 ab.) delle isole Maurizio, affacciato all'oceano Indiano. 

\Rivignàno Comune in provincia di Udine (3.938 ab., CAP 33050, TEL. 0432). 

\rivìncere, v. tr. Vincere nuovamente. 

\rivìncita, sf. 1 Il vincere nuovamente. 2 Seconda partita concessa allo sconfitto. 3 Rivalsa. ~ vendetta. 
 X   sf. 1 return match. 2 (fig.) revenge. 

\rivisitàre, v. tr. 1 Visitare nuovamente. 2 Riesaminare. 

\rivisitazióne, sf. L'azione di visitare nuovamente. 

\Rivisóndoli Comune in provincia di L'Aquila (792 ab., CAP 67036, TEL. 0864). 

\rivìsta, sf. 1 L'azione del rivedere. 2 Schieramento delle truppe per porgere gli onori militari a una persona. 3 Revisione. 4 Pubblicazione periodica. 5 Spettacolo teatrale, di origine francese che comprende danza, canto e recitazione. 
 X   sf. 1 review. 2 (periodico) magazine. 3 (mil., parata) parade. 4 (teatro) revue, variety show. 
Lo spettacolo della rivista ebbe le sue origini attorno alla fine dell'Ottocento con il teatro francese di varietà delle Folies Bergère e i suoi grandi interpreti del primo dopoguerra (Mistinguett, M. Chevalier, J. Baker). In Italia, la rivista si affermò a Milano con connotazione prevalentemente dialettale. Durante il fascismo, con la proibizione di ogni tipo di satira, i temi della rivista diventarono astratti e si puntò sulla spettacolarità. Nel corso degli anni '50, dopo un breve ritorno della satira, si affermò una versione della rivista con scenografie ricche e spettacolari, soubrette e con una forte prevalenza della comicità. La soubrette di maggiore fama fu Wanda Osiris, mentre tra i comici vanno ricordati Totò, Chiari, Dapporto, Macario, Rascel, Taranto. Con la nascita della televisione, la rivista divenne uno degli spettacoli più popolari, prendendo forme anche molto distinte fra loro (musical, cabaret ecc.) a seconda del prevalere di una o dell'altra delle componenti originali. 

\rivistaiòlo, agg. Relativo a spettacolo di varietà di basso valore. 

\rivitalizzàre, v. tr. 1 Rendere nuovamente vitale. 2 Rinvigorire. 

\rivitalizzazióne, sf. Il rivitalizzare e l'essere rivitalizzati. 

\rivìvere, v. v. tr. Tornare a vivere ciò che è passato. gli piaceva rivivere con gli amici quei momenti di allegria e spensieratezza
v. intr. 1 Vivere nuovamente, risorgere. 2 Riacquistare nuovo vigore. le arti cominciarono a rivivere
 X   v. tr. to relive. v. intr. to come alive again. 
 @   lat. revivere, comp. da re-+ vivere vivere. 

\riviviscènza => "revivescenza" 

\rìvo, sm. Piccolo corso d'acqua. ~ ruscello. 
 @   lat. rivus. 

\Rivodùtri Comune in provincia di Rieti (1.295 ab., CAP 02010, TEL. 0746). 

\rivolére, v. tr. 1 Volere nuovamente. ~ richiedere. 2 Volere la restituzione di qualcosa. 

\rivòlgere, v. v. tr. 1 Volgere nuovamente. ~ dirigere. 2 Volgere indietro o in senso opposto. 3 Dirigere, indirizzare. rivolse minacciosamente lo sguardo su di lui
v. rifl. 1 Volgersi indietro. 2 Ricorrere. ~ interpellare. si rivolse a uno specialista per risolvere quel problema
 X   v. tr. 1 to turn. 2 (la parola) to talk. 3 (sguardo) to direct. v. rifl. 1 to turn around. 2 (rivolgersi a) to go and see. 
 @   lat. revolvere, comp. da re-+ volvere volgere, incrociato con l'italiano volgere

\rivolgiménto, sm. 1 Il rivolgere, il rivolgersi. 2 Sconvolgimento, cambiamento. 
 X   sm. upheaval. 

\Rìvoli Comune in provincia di Torino (52.683 ab., CAP 10098, TEL. 011). Centro industriale (prodotti alimentari, tessili, chimici e meccanici). Vi si trovano la casa del Conte Verde, costruita tra il XIV e il XV sec., e un castello ricostruito nel XVIII sec. Gli abitanti sono detti Rivolesi

\Rìvoli Veronése Comune in provincia di Verona (1.741 ab., CAP 37010, TEL. 045). 

\rìvolo, sm. Piccolo corso d'acqua. 
 @   lat. rivolus, dimin. di rivus rivo. 

\rivòlta, sf. Ribellione, sommossa. ~ sedizione. 
 X   sf. 1 revolt. 2 (ribellione) rebellion. 

\Rivòlta d'Àdda Comune in provincia di Cremona (7.056 ab., CAP 26027, TEL. 0363). 

\Rivolta dei pescatori di Santa Barbara, La Romanzo di A. Seghers (1928). 

\Rivolta ideale, La Opera di storia e politica di A. Oriani (1908). 

\rivoltànte, agg. Nauseante, ripugnante. ~ stomachevole. 
 X   agg. disgusting, revolting. 

\rivoltàre, v. v. tr. 1 Voltare nuovamente. 2 Rovesciare. ~ capovolgere. <> raddrizzare. rivoltare un oggetto, far apparire in alto ciò che in genere è in basso. 3 Provocare disgusto. 
v. rifl. 1 Ribellarsi. ~ insorgere. <> adattarsi. 2 Voltarsi indietro. 3 Avere disgusto. 4 Manifestare disapprovazione. ~ contestare. <> approvare. gli si rivoltarono tutti contro dopo quell'ultima affermazione
 X   v. tr. 1 to turn over. 2 (disgustare) to upset. v. rifl. to rebel against. 
 @   da ri-+ voltare

\rivoltàta, sf. Il rivoltare una sola volta alla meglio. 

\rivoltèlla, sf. Revolver, pistola a tamburo. 
 X   sf. revolver. 

\rivoltellàta, sf. Colpo di rivoltella. ~ detonazione, sparo. 

\rivoltolàre, v. v. tr. 1 Voltare più volte. 2 Mettere a soqquadro. 
v. rifl. Voltarsi rapidamente. 

\rivoltóso, agg. e sm. Che, o chi, prende parte a una sommossa. ~ insorto. 

\rivoluzionàre, v. tr. 1 Mettere in rivoluzione. 2 Sconvolgere. ~ capovolgere. <> ristabilire. 
 X   v. tr. to revolutionize. 

\rivoluzionàrio, agg. e sm. agg. 1 Che è relativo alla rivoluzione. ~ facinoroso. 2 Che è fautore o partecipa a una rivoluzione. ~ sovversivo. <> conservatore. 3 Rinnovatore. 
sm. Chi partecipa a una rivoluzione. ~ insorto. 
 X   agg. e sm. revolutionary. 

\rivoluzionarìsmo, sm. Tendenza ideologica a risolvere i problemi politici e sociali di un paese, ricorrendo alla rivoluzione. 

\rivoluzióne, sf. 1 Moto di corpi celesti, consistente nel movimento attorno al baricentro del sistema dinamico del quale fanno parte. Per esempio, nel nostro sistema solare si definisce rivoluzione il movimento dei pianeti, dei pianetini e delle comete intorno al Sole oppure quello dei satelliti intorno ai rispettivi pianeti. La rivoluzione terrestre ha la durata di un anno e viene compiuta alla velocità di 30 km al secondo. 2 Insurrezione. ~ ribellione. <> ordine. 3 Scompiglio. 
 X   sf. revolution. 
Rivoluzione americana 
I primi contrasti tra le colonie del Nord America e la madrepatria inglese si ebbero già a partire dal 1764, quando l'Inghilterra introdusse nuove tasse (la legge sul bollo) imponendo il monopolio inglese sui trasporti via mare. Il malcontento per la situazione economica si accompagnava al fatto che le colonie, pur dovendo sottostare alle leggi inglesi, non avevano alcun rappresentante nel parlamento a Londra. La situazione precipitò dopo una serie di rivolte e boicottaggi dei coloni, allorché nel 1774 si riunì a Filadelfia una prima assemblea (Congresso) in cui le tredici colonie inglesi proclamavano il diritto a legiferare in modo indipendente dalla madrepatria sospendendo il commercio con l'Inghilterra. La guerra scoppiò l'anno seguente (battaglia di Lexington) e, sotto la guida di George Washington, gli indipendentisti posero l'assedio a Boston che capitolò nel marzo del 1776. Il 4 luglio 1776 fu proclamata la Dichiarazione d'Indipendenza, scritta da Jefferson, che vasta eco ebbe presso gli ambienti illuministi europei. Dopo la battaglia di Saratoga gli insorti strinsero un'alleanza con la Francia (1778) e l'anno successivo con la Spagna. Nel 1780 6.000 soldati francesi sbarcarono in America e gli americani riuscirono ad estendere la rivolta anche alla Carolina del Sud. Nel 1781 lord Cornwallis venne bloccato a Yorktown e la sua capitolazione, il 19 ottobre 1781 segnò la definitiva sconfitta degli inglesi. Il 3 settembre 1783 il trattato di Versailles metteva fine alla guerra d'indipendenza e riconosceva la costituzione degli Stati Uniti d'America. 
Rivoluzione francese 
La Francia, fiaccata dalle molte guerre del XVIII secolo, versava in condizioni economiche e finanziarie disastrose. Inoltre il sostegno all'indipendenza americana contro l'Inghilterra aveva costituito uno sforzo notevole. Nonostante l'opera del controllore delle finanze nominato dal re, Necker, le casse dello stato erano pressoché vuote e le tensioni accrebbero con la carestia che nel 1788 mise in ginocchio l'agricoltura francese. Sotto la pressione delle rivolte popolari dei ceti più poveri, il re Luigi XVI fu costretto a convocare gli Stati Generali, cosa che non succedeva dal 1614. Fu chiara la sempre maggiore importanza assunta del Terzo Stato, che rivendicò il diritto di dichiararsi assemblea nazionale, con l'intento di dotare la Francia di una costituzione. Il 14 luglio 1789 il popolo parigino insorse e prese la Bastiglia, simbolo della monarchia assolutista. La borghesia istituì una milizia cittadina permanente, la Guardia Nazionale, guidata da Lafayette. Il 26 agosto l'assemblea votò la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino, che sanciva i diritti personali di libertà, riconosceva l'inviolabilità della proprietà privata e l'uguaglianza dei cittadini. 
L'assemblea costituente che aveva formulato la nuova costituzione Francese si sciolse nel 1791, per dare vita all'assemblea legislativa. Luigi XVI nel frattempo, avendo cercato invano di fuggire, fu arrestato a Varennes e ricondotto a Parigi. Le vicende interne della rivoluzione si sovrapposero alle vicende politiche europee, in quanto il 22 maggio 1790 l'assemblea dichiarò guerra all'Austria, con la conseguente invasione delle Tuileries. Il clima nella capitale si stava sempre più avvelenando, con le rivolte dei sanculotti e i sostenitori più accesi della democrazia, i cordiglieri (tra cui Marat e Danton). In questo clima maturò il massacro del Campo di Marte in cui la guardia nazionale represse nel sangue una dimostrazione repubblicana. La repubblica fu proclamata il 22 settembre 
Il 21 gennaio 1793 il re Luigi XVI fu giustiziato, e ciò provocò viva indignazione presso le corti europee, che si coalizzarono contro la Francia rivoluzionaria: Inghilterra e Austria guidavano la coalizione, nella quale rimasero fuori solo la Svizzera e i paesi scandinavi. Nel frattempo, a Parigi, il conflitto tra le varie anime della rivoluzione andava sempre più radicalizzandosi: le ali più moderate (i girondini) vennero sopraffatte da quelle più estremiste della rivoluzione (la Montagna) composte dai cordiglieri e dai giacobini guidati da Robespierre, Danton e Marat. Dopo l'approvazione della costituzione, il governo fu affidato a un Comitato di Salute pubblica, dominato da Robespierre, che impose un periodo di violenze e terrore, di esecuzioni sommarie e di processi farsa che mandavano alla ghigliottina chiunque fosse sospettato di tramare contro la rivoluzione. Il 27 luglio 1794 Robespierre e gli altri rappresentanti del Comitato furono fatti arrestare da una coalizione di deputati; il giorno seguente furono giustiziati. La rivoluzione francese terminò con il colpo di stato di Napoleone Bonaparte nel 1799. 
Rivoluzione industriale 
Attorno al 1825 in Inghilterra, grazie allo sfruttamento di nuove fonti di energia (idraulica e a vapore) nel processo produttivo, l'attività artigianale venne sostituita nel corso della rivoluzione industriale con la produzione in fabbrica. In particolare, il procedimento per la fabbricazione dell'acciaio, inventato dall'inglese Bessemer nel 1855 diede grande impulso all'industria metallurgica. La rivoluzione industriale si sviluppò dapprima in Inghilterra, dove le risorse naturali delle miniere di carbone favorirono il processo. Il 27 settembre 1825 veniva inaugurata la prima linea ferroviaria a trazione meccanica (locomotiva di Stephenson) che congiungeva Stockton a Darlington. In Italia le ferrovie vennero inaugurate il 3 ottobre 1839 nel tratto Napoli-Portici. Lo scavo del Frejus iniziato nel 1857, diede un notevole impulso ai collegamenti ferroviari. La rivoluzione industriale ebbe notevoli conseguenze sociali, con un progressivo inurbamento, provocando anche fenomeni di rivolta (il luddismo) contro gli aspetti negativi della società capitalistica emergente (sfruttamento della manodopera, luoghi di lavoro insalubri, licenziamenti di massa ecc.). 

\Rivoluzione francese, La Opera di storia di G. Lefebvre (1930-1950). 

\Rivoluzione liberale, La Opera di politica di P. Gobetti (1924). 

\Rivoluzione napoletana del 1799 Opera di storia di B. Croce (1899). 

\Rivoluzione sessuale, La Opera di psicologia di W. Reich (1936). 

\rivulsióne => "revulsione" 

\rivulsìvo => "revulsivo" 

\Riyadh Città dell'Arabia Saudita (1.310.000 ab.) capitale dello stato e capoluogo del Neged, sita in un'oasi, centro amministrativo, culturale e commerciale. Assunse importanza nel 1818, quando divenne capitale dell'emirato del Neged. Nel 1902 fu la sede di partenza di Ibn Saud per conquistare l'Arabia e nel 1932 fu scelta come capitale dell'Arabia Saudita. 

\Ri¿ü¿a Abbas¿Ì¿ (Esfahan 1575?-1635?) Miniatore persiano. Tra le opere Miniatura con giovane (1630, Teheran, Biblioteca del Golestan). 

\Rizal Provincia (556.000 ab.) delle Filippine, nel settore sudoccidentale dell'isola di Luzon. Capoluogo Pasig. 

\Rize Città (52.000 ab.) della Turchia, capoluogo della provincia omonima. 

\rizìna, sf. Elemento cellulare sostitutivo della radice vera presente in organismi inferiori (Alghe, Muschi ecc.) e in alcune piante Epifite superiori. ~ rizoide. 

\rizo- Primo elemento di parole composte. 
 @   dal greco rhíza radice. 

\rizoàtono, agg. Detto di parola il cui accento non si trova sulla sillaba radicale ma sul prefisso o sul suffisso. 

\rizocàrpico, o rizocàrpo, agg. (pl. m.-ci) Di pianta perenne il cui rizoma produce ogni anno un germoglio fruttifero aereo. 

\Rizocèfali Ordine di Crostacei Cirripedi parassiti di altri Crostacei. 

\Rizocloridàli Ordine di Alghe Xantoficee unicellulari che si muovono con movimenti ameboidi o tramite rizopodi. 

\rizòfago, agg. (pl. m.-gi) Di animale, che si nutre di radici. 

\Rizoforàcee Famiglia di piante tropicali, arbustacee o arboree, appartenenti all'ordine delle Mirtali, che vegetano nelle prime acque marine. 

\rizògeno, agg. Che è in grado di far formare una radice. 

\rizòide => "rizina" 

\rizòma, sm. Fusto di piante erbacee perenni, strisciante sul terreno e utilizzato come riserva di sostanze nutritive. Ha la capacità di sviluppare radici e fusti secondari, continuando così la vita della pianta madre da cui è stato originato. Sui rizomi infatti si possono individuare varie cicatrici corrispondenti ai fusti formati negli anni precedenti. Talvolta alcune piante, come le graminacee, hanno un rizòma abbondante e suddiviso che viene chiamato cespitoso. 

\Rizomastigìni Ordine di Protozoi Flagellati acquatici muniti sia di flagelli che di pseudopodi. 

\rizomatóso, agg. 1 Di pianta, che ha un rizoma. 2 Che è simile a un rizoma. 3 Che appartiene a un rizoma. 

\Rizòmidi, o Rizomìidi Famiglia di Mammiferi Roditori Miomorfi originari di Asia, Africa e isole della Sonda. 

\Rizostomèe Ordine di scifozoi di grandi dimensioni presenti in tutti i mari a cui appartengono meduse prive di tentacoli con le braccia del manubrio molto ramificate e l'apertura boccale suddivisa in diverse piccole aperture. 

\rizotàssi, sf. Disposizione che hanno le radici secondarie e di ordine inferiore su quella principale. 

\rizotònico, agg. Detto di parola che ha l'accento sulla sillaba radicale. 

\rìzza, sf. Cavi o catene usate per bloccare gli oggetti durante i movimenti della nave. 

\rizzàre, v. v. tr. 1 Mettere in posizione eretta. ~ ergere. <> abbassare. rizzare la cresta, diventare superbo. 2 Fabbricare, innalzare. rizzare un monumento
v. rifl. Alzarsi in piedi. ~ raddrizzarsi, sollevarsi. <> afflosciarsi. rizzarsi da terra, sollevarsi, rimettersi in piedi. 
 X   v. tr. to erect, to raise. v. rifl. to stand up. 
 @   lat. rectiare, deriv. da rectus ritto. 

\Rizzìconi Comune in provincia di Reggio Calabria (7.479 ab., CAP 89016, TEL. 0966). 

\Rizzieri, Elena (Rovigo 1922-) Soprano. Ha debuttato nel 1946 al teatro La Fenice di Venezia nell'opera Faust di C. Gounod. Si è specializzata nelle opere di G. Puccini, passando poi anche al repertorio settecentesco e contemporaneo. 

\Rìzzo, Antònio (Verona? ca. 1430-Cesena ca. 1499) Scultore e architetto. Tra le opere Scala dei Giganti (1483-1498, Venezia, Palazzo Ducale) e Adamo ed Eva (1490, Venezia, Palazzo Ducale). 

\Rizzòli, Àngelo (Milano 1889-1970) Fondatore dell'omonima casa editrice e produttore cinematografico. Produsse film di Rossellini, De Sica e Fellini, oltre alla serie Don Camillo degli anni '50. 

\Rizzòli, Francésco (Milano 1809-Bologna 1880) Medico e chirurgo ortopedico, fondatore dell'omonimo istituto di Bologna. 

\Rizzùto, càpo Promontorio della costa ionica della Calabria, in provincia di Catanzaro. 

\Rjazan Città (515.000 ab.) della Russia, sul fiume Oka. Capoluogo della provincia omonima. 

\R-L Sigla di resistenza e induttanza. 

\R-L-C Sigla di resistenza, induttanza e capacità. 

\rm In informatica è il nome di un comando (remove) del sistema operativo UNIX che consente di rimuovere i file indicati. 

\rmdir In informatica è il nome del comando UNIX che permette di cancellare una directory vuota. 

\RMN o RM (o NMR o MR) Sigla di Risonanza Magnetica Nucleare. 

\Rn Simbolo chimico del radon. 

\RNA Acronimo dell'acido ribonucleico. È composto da una singola catena di nucleotidi (ribosio, acido fosforico e base azotata). È contenuto nel nucleo della cellula e partecipa alla sintesi delle proteine citoplastiche. Le sue funzioni sono di traduzione e utilizzazione delle informazioni contenute nelle molecole di DNA (acido desossiribonucleico). Esistono tre diversi tipi di RNA: l'RNA messaggero, che provvede a copiare l'informazione genetica contenuta nel DNA e trasferirla nelle proteine sintetizzate nei ribosomi citoplasmatici, l'RNA ribosomico, che contribuisce a formare i ribosomi stessi, e l'RNA di trasferimento o trasfer, che provvede a trasportare il codice genetico dall'RNA messaggero alla proteina. 

\RNA-polimeràsi, sf. Enzima catalizzante della sintesi di RNA che agisce polimerizzando nucleotidi secondo una sequenza data dal DNA in base alla quale avviene la sintesi. 

\RNA-replicàsi, sf. Enzima codificato da virus batterici che hanno RNA come materiale genetico. È in grado di catalizzare la sintesi di RNA solo in presenza di RNA formato in precedenza dallo stesso virus. 

\RNG  Abbreviazione di Random Number Generator, generatore di numeri pseudocasuali  → 

  indice     >>>