1) diametro di A doppio di quello di B;  2) diametri di A 3 cm, di B 1 cm;  3) diametri di A 20 cm, di B 10 cm, di C 5 cm]    

(1)  Se A è la ruota motrice, qual è il rapporto di trasmissione? Quale sarebbe se, invece, la ruota motrice fosse B?
(2)  Nel secondo caso la trasmissione non avviene mediante una catena o una cinghia, ma per contatto diretto. Fissato come positivo il verso antiorario, posso dire che se A ruota a 100 giri/min (verso antiorario), B ruota a 300 giri/min (verso orario). Il rapporto di trasmissione da A a B è quindi 3; qual è, invece, il rapporto di trasmissione da B ad A?
(3)  Nel terzo caso a fianco, qual è il rapporto di trasmissione se A è la ruota motrice e C è la ruota finale? Quale sarebbe se, invece, la ruota motrice fosse C e la ruota finale fosse A? Quale sarebbe se la ruota motrice fosse A e la ruota finale fosse una ruota D a contatto diretto con C e uguale ad essa?

(1)  Il rapporto di trasmissione è il rapporto tra la velocità di rotazione della ruota finale e quella dell'iniziale. In un caso è 2 (ad ogni giro di A la ruota B ne fa 2), nell'altro 1/2 = 0.5 (ad ogni giro di B la ruota A ne fa mezzo).

(2)  −1/3 (ad ogni giro di A la ruota B ne fa 1/3, e in senso opposto).

(3)  Trasmissione da A a C: 2·2 = 4 (il senso della rotazione viene invertito due volte, per cui alla fine rimane uguale, ovvero le negazioni "−" in un prodotto 2 a 2 si eliminano tra loro).  Da C ad A: −1/4.  Da A a D: −4 (due negazioni si eliminano: di tre ne rimane una).

  Per altri commenti: Le 4 operazioni neGli Oggetti Matematici.