I caschi da motociclista hanno una calotta esterna di materiale molto resistente che ha la funzione di ridistribuire la forza dell'urto su una vasta area del casco. Hanno poi una calotta interna, in genere di polistirolo espanso, che costituisce il sistema ammortizzante del casco. In che modo la calotta interna protegge il cranio in caso di urto?

A)  il tempo d'impatto è maggiore e la forza d'impatto è minore
B)  Il tempo d'impatto rimane invariato, ma la forza d'impatto è minore
C)  Il tempo d'impatto è minore e la forza d'impatto è minore
D)  La variazione della quantità di moto del cranio è minore
E)  La variazione della quantità di moto del cranio è maggiore

La calotta interna (spessa circa 4 cm) ha il compito di assorbire l'urto in modo graduale. Se la testa urtasse senza alcuna protezione avrebbe disponibili solo 3 o 4 millimetri di cuoio capelluto da schiacciare prima di fermarsi. Lo schiacciamento dell'imbottitura di protezione (per uno spessore di schiacciamento di circa 3 cm) fa sì che il cervello guadagni una manciata di millisecondi in più per ridursi a velocitÓ zero. La decelerazione è dunque minore e, quindi (per "F = m·a"), lo è anche la forza d'impatto.  La quantità di moto invece si conserva.  La risposta corretta è A.