Per stimare velocemente le ampiezze degli angoli tra le stelle o tra oggetti molto distanti si possono utilizzare le mani nel modo sotto illustrato: l'angolo da cui si vede una mano aperta alla distanza di un braccio teso di circa 20°.  Provate a stimare quale angolo coperto (sempre col braccio teso) da una mano col solo pollice aperto,  da una mano con le dita unite,  dalle dita escluso il pollice di una mano chiusa a pugno,  da un pollice,  dall'ultima falange dell'indice,  dalla distanza tra le nocche dell'indice e del dito medio della mano chiusa a pugno.