Calcolatrice tascabile

#1  La rappresentazione in parti percentuali dei dati seguenti:


 A 

 B 

 C 

 tot 

 126 

 473 

 261 

 860 


può essere calcolata (memorizzando il totale) nei modi seguenti, relativi a tre diversi modelli di calcolatrice:

(1) 860 126 473 261
  (se in memoria è già registrato un dato occorre prima usare )

(2) 860 126 473 261

(3) 860 126 473 261
  (questa è una calcolatrice tascabile programmabile)

#2  I dispositivi che le calcolatrici tascabili (CT) usano per memorizzare i numeri quando l'utente preme o o …, vengono detti memorie-utente.

#3  Accanto a questi dispositivi di memorizzazione le calcolatrici ne impiegano altri, detti registri di lavoro, che esse gestiscono automaticamente, senza intervento diretto dell'utente, per memorizzare i numeri su cui operare durante l'esecuzione dei calcoli e le operazioni battute dall'utente. Le calcolatrici che rispettano la gerarchia delle operazioni o che sono dotate di tasti di parentesi devono essere fornite di più registri di lavoro rispetto alle calcolatrici dei modelli più elementari; devono infatti essere in grado di tenere in sospeso più numeri e operazioni.

    In molti casi per eseguire con una CT il calcolo di un termine numerico che contiene più operazioni occorre trasformarlo in modo opportuno [ Rappresentazione sessagesimale Formule ].

#4  Se su una CT con visore a 8 cifre si batte 1.2345678 1.2345678 invece del risultato esatto 1.52415765279684 si ottiene 1.5241577 se la CT arrotonda, 1.5241576 se tronca.   

1.5241577

1.5241576

Se  si batte 12345678 12345678 sul visore compare 1.5242 E 14. Il risultato è stato arrotondato a sole 5 cifre significative per far spazio all'esponente di 10.

 

 
1.5242 14

Ma all'interno, in un registro di lavoro, la CT memorizza tutte le cifre, come nel caso precedente: il numero viene interpretato in notazione scientifica (h ·10n) come 1.5241577 ·1014 e vengono memorizzati separatamente 1.5241577 (h) e 14 (n).
La configurazione del registro è:

mantissa esponente

+

1

5

2

4

1

5

7

7

+

1

4

 \ punto decimale sottointeso

I numeri h e n vengono detti mantissa ed esponente della notazione scientifica. Oltre alle cifre dell'esponente e della mantissa (privata del punto decimale) vengono memorizzati i loro segni (nella figura li abbiamo indicati con "+" poiché sia mantissa che esponente in questo caso sono positivi).
Nota.  Un tempo, prima della diffusione dei mezzi di calcolo, accanto alla "mantissa della notazione scientifica" veniva usato il termine mantissa per indicare un concetto (che non abbiamo ancora gli strumenti per definire) che era utile per svolgere alcuni calcoli ora effettuati con i mezzi di calcolo.

#5  I numeri-macchina di una CT, cioè i numeri che essa è in grado di memorizzare nei registri di lavoro, hanno un minimo positivo (1.000…·10-99) e un massimo positivo (9.999…· 1099), detto infinito-macchina, e sono in quantità finita.

I registri di lavoro sono costituiti da sequenze di particolari dispositivi elettronici, simili a interruttori, detti flip-flop, che, sotto l'azione di impulsi elettrici, possono assumere due sole posizioni. Indicando con 0 e 1 i due stati che può assumere un flip-flop, possiamo dire che le informazioni vengono codificate impiegando l'alfabeto 0, 1. Questi due simboli sono detti bit: (parola derivata dall'inglese "binary digit": cifra binaria, cioè cifra impiegata nella notazione numerica a due cifre). I registri di una CT che arrotonda a 8 cifre sono organizzati così: [ Codice ]

+

1

5

2

4

1

5

7

7

+

1

4

1

0001

0101

0010

0100

0001

0101

0111

0111

1

0001

0100

[qui:  Calcolatrice,  puoi trovare una calcolatrice per svolgere calcoli online;   qui:  Calcolatrice bis,  ne trovi una che ti consente di fare qualche calcolo più complesso]

Esercizi:  testo  e  soluzione,  testo  e  soluzione,  testo  e  soluzione

 altri collegamenti     [nuova pagina]     Considerazioni Didattiche