Introduzione per gli studenti

MaCoSA: Matematica per Conoscere e per Sapere è un libro di testo che, forse, troverete un po' diverso dal solito "libro di matematica". È articolato in due volumi:

il presente, che:
- è tutto costituito da schede di lavoro, che in parte dovrete completare voi,
- affronta, come appare anche dai titoli delle schede, temi sia matematici che non matematici,
- non contiene solo "calcoli" da fare, "formule" da capire, ... ma anche molte parti da leggere;

e un altro volume, Gli oggetti matematici,
in cui man mano potrete rivedere, sintetizzati, gli argomenti matematici affrontati nelle schede e che potrete usare come una specie di dizionario matematico e di indice ragionato delle schede stesse.

Questo libro, infatti, è impostato in modo da attuare le indicazioni presenti nei Nuovi Programmi di matematica per la Scuola Secondaria Superiore, secondo le quali l'insegnamento della matematica deve essere articolato in percorsi didattici che stimolino la partecipazione attiva degli studenti e che introducano e sviluppino i concetti matematici a partire dall'analisi di situazioni "reali" e dalla discussione di problemi "culturali" di più ampio respiro, anche mediante interazioni con le altre discipline.

Analoghi suggerimenti, invero, erano già presenti nei "vecchi programmi", ma spesso sono stati disattesi. Anche per questo motivo, nei nuovi programmi questi aspetti sono sottolineati con forza.

Rispetto ai "vecchi programmi" sono stati inseriti anche argomenti nuovi (statistica, probabilità, uso dei mezzi di calcolo, ...). Anche questa non è una novità assoluta: come dovresti sapere, si tratta di argomenti già presenti nei programmi della Scuola Media Inferiore e, da alcuni anni, anche della Scuola Elementare.

È stato, inoltre, ridotto lo spazio destinato alle attività meccaniche di calcolo. Anzi, come già nei programmi della scuola media, si invitano gli insegnanti a non dare importanza, nell'insegnamento e nella valutazione, ad attività calcolistiche che, ai nostri giorni, possono essere svolte, facilmente e senza "errori di distrazione", da un personal computer o, addirittura, da una calcolatrice tascabile.

Viene invece data maggiore importanza all'uso appropriato dei linguaggi della matematica e all'applicazione corretta dei modelli matematici (equazioni, diagrammi, ...) alle situazioni "reali", aspetti entrambi importanti per usare consapevolmente la matematica di "oggi".

Questo libro non è opera di un singolo autore, ma è il risultato del lavoro di insegnanti (della scuola secondaria superiore e dell'università) che hanno preparato le schede di lavoro e le hanno "sperimentate" in varie classi, e è stato realizzato attraverso una convenzione tra l'Editore e il Dipartimento di Matematica dell'Università di Genova.

Anche la vostra esperienza ci sarà utile per rivedere e (tentare di) migliorare il materiale.

Se volete potrete inviare critiche o suggerimenti per e-mail all'indirizzo:
macosa@dima.unige.it

Grazie della collaborazione.

Nucleo di Ricerca Didattica MaCoSa


Come usare il libro

Il libro è rilegato con una bordatura in colla, in modo che, man mano che affronterete una nuova scheda, possiate staccarla dal libro e inserirla in un quadernone ad anelli, aggiungendo eventuali fogli con appunti, commenti, soluzioni di esercizi, ... .


Nota per l'insegnante

Il Nucleo di Ricerca Didattica MaCoSa, operante presso il Dipartimento di Matematica dell'Università di Genova, ha realizzato questo libro dando forma editoriale (attraverso una Convenzione tra Dipartimento ed Editore) ai materiali didattici di un progetto che sta elaborando e sperimentando in varie classi di biennio della Liguria e delle provincie limitrofe, con parziale finanziamento del CNR e del MURST.

Il presente volume contiene le schede di lavoro previste per il biennio delle classi con programma più "forte" (scuole a indirizzo scientifico e/o tecnologico). Alcune parti delle schede o alcune schede intere possono essere "saltate" nelle classi con programma più "debole" e possono essere poi utilizzate per la classe terza (considerazioni analoghe valgono per il volume Gli oggetti matematici). Indicazioni più dettagliate sono presenti nella Guida per gli insegnanti.

Gli insegnanti possono chiedere copia della Guida per gli insegnanti e del floppy disk contenente i programmi a cui si fa riferimento nelle schede, specificando nome e indirizzo della scuola di appartenenza; il materiale verrà spedito - o inviato via Internet - presso tale recapito (la richiesta deve essere fatta pervenire, per iscritto a: Carlo Dapueto, Dipartimento di Matematica, Università di Genova; o per e-mail a: macosa@dima.unige.it).

Per aggiornamenti del software e per altre informazioni si può consultare via Internet:
http://macosa.dima.unige.it

Gli insegnanti che hanno adottato il libro possono chiedere anche copia delle schede di verifica e del floppy disk con il programma per la correzione e la raccolta degli esiti di tali prove. Alla fine dell'anno copia del floppy disk, con la registrazione degli esiti, dovrà essere fatta pervenire al Nucleo di Ricerca Didattica: l'analisi di questi dati verrà utilizzata per verificare l'efficacia del "progetto".

Questi insegnanti potranno partecipare a riunioni periodiche in cui viene discusso l'andamento della sperimentazione e potranno chiedere informazioni, chiarimenti, ... in ogni momento dell'anno.

Sono ben accette critiche, suggerimenti, segnalazioni di errori, ... da parte di tutti i lettori.

Lo schema riprodotto nelle pagine seguenti sintetizza il contenuto del volume.

Le "frecce" indicano le propedeuticità esistenti tra le varie schede e sintetizzano l'itinerario di svolgimento proposto.

Nello schema non è raffigurato l'eserciziario, che è presente in fondo al volume e può essere usato per esercizi di consolidamento, prove di verifica intermedie, compiti per le "vacanze", ... . Anche in ogni scheda è presente un paragrafo finale di "esercizi", che sono in parte di consolidamento e in parte di approfondimento.